sabato 10 dic
  • Dismettiamola

    Dismettiamola

    Qualche tempo fa Uwe proponeva di vendere al fontana del Garraffello, non fu preso sul serio e la nostra colta città di preoccupò più del modo in cui aveva posto la questione rispetto all’esigenza di sgombrare la piazza da questo masso che attira immondizie e lerciume.
    Abbiamo preso contatti con dei giovani di buone volontà e con solo 230 euro sarebbero disponibili a rimuovere il sasso che visibilmente è di ostacolo ai cumuli di bottiglie. Possiamo fare tutto senza ricorrere a fondi europei, facciamolo. Sarebbe bello contribuire tutti al risanamento della città, sarebbe sufficiente la donazione del costo di un caffè per raccogliere i fondi necessari in qualche ora.
    Chi volesse contribuire non esiti a contattare me o meglio Uwe, autore della foto qualche mattina fa. Peraltro segnala il problema ormai da tempo ed ha i contatti con gli operai per lo smaltimento della fontana in tempi brevi.
    Possiamo tutti insieme fare di Palermo una città migliore. Dismettiamola pezzo per pezzo, non potremo certo metterci più secoli di quelli voluti a costruirla ed un lungo viaggio comincia sempre con un primo passo, facciamolo insieme. È vero, facciamo già tanto nel nostro piccolo, ma un piccolo sforzo tutti insieme ci avvicinerebbe più rapidamente alla meta.

    A seguire ci occuperemo di piazza Lolli, ancora insopportabilmente invasa da alberi e panchine.

    Piazza Lolli

    Palermo
  • 34 commenti a “Dismettiamola”

    1. Ma è da dismettere buona parte della città o buona parte dei suoi abitanti?

    2. ci sarebbe da eliminare molti marciapiedi anche…le auto hanno spesso difficoltà a salirvi di sopra….specie quelli più alti.
      Persino i posteggiatori abusivi appoggerebbero questa dismissione.

    3. Alex, questa dei marciapiedi apparentemente è una buona idea, ma se togli i marciapiedi i cani la cacca dove la fanno?

    4. E chi lo dice che dovremmo lasciare i cani?

    5. Ah, non era un’istallazione artistica, la foto delle bottiglie con la fontana al centro?

    6. “Non mi sfiduceranno altrimenti molti deputati sarebbero disoccupati”

    7. perche non obbligare gli abusivi che hanno il locale li a pulire con la lingua le balate?
      o meglio perchè il comune non si sveglia e chiude tutti i locali della zona che non siano in regola?

    8. Salvatore, se un sindaco facesse una cosa del genere si perderebbe i voti degli abusivi, di tutte le loro famiglie e di tutti quelli che stanno nel giro dei locali della zona. A quello interessano i voti, mica la salvaguardia del patrimonio. Certo che sarebbe bello vedere quella fontana smontata da quell’immondezzaio e portata in un museo gestito da gente seria (quindi NON palermitana) e resa fruibile dal pubblico! Anzi, questo vale per il 98% del patrimonio artistico palermitano. Non si puo’ contattare il British Museum e chiedergli di portarsi via tutto?

    9. link, veramente Uwe aveva proposto di venderla la fontana, ed è stato aggredito dalla città che ama la fontana così tanto da difenderla a qualunque costo da chi vuole venderla (dimenticandosi di chi ci urina dentro)

    10. No, caro Callea. Uwe non aveva proposto di venderla, aveva vandalizzato la fontana e fatto passare il gesto infantile per “performance artistica”. Le proposte del genere si fanno in sede istituzionale, non scrivendo sui muri come ragazzini di prima media…

    11. Bravo Link! Hai detto la verità! Questo pseudo UVVE è solo un vandalo! Un vandalo che ha distrutto questa fontana del ‘500! Personalmente per la sua mancanza di cultura! Vergongna!!!

    12. Dai Callea,non era meglio un foglio con su scritto vendesi…….

    13. La fontana li è nata e li deve restare.
      Quoto Salvatore nella sua estrema sintesi.
      Altri mi pare che di idee ne hanno poche ed abbastanza confuse!

    14. concordo con quanti ritengono che la fontana non debba essere rimossa.
      mi chiedo com’è che c’è gente (Link e carola ad esempio) che trovano parole di aggressione per uwe, e nulla per come in questo preciso istante la fontana è usata e trattata.
      sono senza parole.

    15. Non distorciamo i fatti.Ogni oggetto antico si distingue per la patina che solo il tempo può dare.
      Imbrattate di vernice la fontana fu un gesto sconsiderato di un irresponsabile.
      L’impiego di solventi chimici,le strofinature,hanno aggredito irrimediabilmente il sapore di antico.
      Nulla da eccepire da quanto scritto da Link e Carola.E da Salvatore.

    16. A punto! Imbrattate di vernice la fontana del ‘400 fu un gesto sconsiderato di un irresponsabile. Il sig Uwù ha eliminata col’impiego di solventi chimici nostri sapori della nostra storia. Per esempio noi lavoriamo solo con prodotti naturali e con professionisti a salvare la nostra storia antica con tutto il cuore. Dico tutto questo, perché sono stato l’ultima volta con la mia bella madre al mercatino della Vucciria quasi 25 anni fa e il sapore, il profumo di questo posto antico è rimasta fortissimo nel mio DNA. Quindi il sig Uwù mi sputata in faccia con il suo gesto maleducato e cosa noi vendiamo o non vendiamo sono cazzi nostri.

    17. Ora,volendo attivare il cervello,il quadro desolante della fontana come viene presentata in questo post,ha origine da:
      1.chi vende i beveraggi
      2.chi consuma i beveraggi e lascia i vuoti in giro
      3.chi dovrebbe provvedere alla pulizia della piazza e non lo fa,
      Possiamo dedurre che quell ‘area e’ in balia ad una certa fascia di palermitani ben classificabili.

    18. haha le bottiglie vuote che scrivono i commenti prima della pulizia ambiente di amia rap

    19. Ecco, bravo! Come al solito suo Uwe si rifiuta di discutere. preferisce cercare di insultare con il suo italiano stentato. In questo bisogna dire che si e’ integrato perfettamente con palermo e con i palermitani!

    20. Il commento e’ molto deficitario
      (o deficiente ?)
      non potendosi
      riscontrare significato alcuno.
      Quando non sapete scrivere nemmeno una frase,
      fate a meno di scrivere,o
      trovatevi un Tutor.

    21. insopportabile!

    22. Ok
      Ma adesso,
      spiega cosa volevi dire nel commento di ieri.
      1rigo !

    23. caro franco, se possibile a scrivere alcuni commenti sulla tastiera di un smartphone di una bottiglia vuota forst a 1,50euro lanciata nella fontana al centro della piazza garraffello? si è possibile come si legge e mi piace. però prima o dopo viene amia-rap e ti porta via. l’unica cosa che mi lascia è il sapore della storia di oggi nel naso o meglio il profumo del birra calda sotto le mie scarpe.

    24. desumo che quasi quasi ti dispiace che Amia-rap porti via
      le bottiglie vuote
      che tanto fanno opera d’arte disseminate intorno alla fontana.
      Questi palermitani non capiscono proprio un Kaiser,

    25. Franco,
      ammettiamo che a Uwe piacciano le bottiglie di birra rotte nella fontana. Ti faccio presente che non è lui che le mette. E ad oggi è l’unico che monitora e documenta il degrado della fontana.

    26. Sia chiaro che il degrado intorno la fontana non può provocare i danni che la stessa ha subito nella operazione di pulizia.
      A questo punto potremmo replicare quella fontana dieci,cento o mille volte,
      partendo dalla stessa cava di pietra ed otterremmo lo stesso risultato.
      Le mille copie fra cinquecento anni avranno recuperato la patina che aveva la fontana di piazza Garraffello prima dell’atto vandalico.
      Si fa prima a crearne una copia,piuttosto che traslocarla.

    27. Sig. Franco,
      la mia opinione è che la patina della quale parla, avvolga il Suo cervello.

    28. Mi spiace questa caduta di stile.
      Io un simile commento non l’avrei rilasciato.
      Qualunque oggetto antico mostra i segni del tempo,
      La famosa “patina”.
      La patina nobilita l’oggetto,
      Chiunque ama l’antiquariato ne è a conoscenza.
      Un restauratore abile e’ capace di invecchiare un quadro,un mobile,una scultura,
      ma e’ un artificio che non sfugge ad un esperto.
      Comunque,di che ci preoccupiamo?
      Fra cinquecento anni la fontana recupererà la sua patina ,
      No problem !

    29. Callea
      Un n ‘avevi chiffari?
      Isti a nesciri un ‘ autra vota sta camurria
      ri funtana,
      Picchi’ ?

    30. Francamente l’idea che ormai la fontana è senza patina per cui ci si può pisciare dentro per i prossimi 500 anni la trovo stimolante.

    31. Franco,
      per te è una questione di lana caprina su patine e vernici. Per me si tratta di mantenere l’attenzione sull’inarrestabile degrado della città.

    32. Allora,invece di innescare continue inutili polemiche,dai una mano concreta
      a ripulirla,
      Chi ha scritto che si ci può pisciare dentro?
      Tante storie per una operazione di raccolta vuoti ,che al massimo richiede un’ora di lavoro di una persona,
      Non m’intendo di lana caprina.

    33. Credo che l’ultimo intervento di Franco sia una bella occasione di riflessione, la chiusa necessaria a mettere a fuoco il problema: siamo talmente una cosa con il degrado che produciamo che risulta possibile affermare “Tante storie per una operazione di raccolta vuoti, che al massimo richiede un’ora di lavoro di una persona.”
      Mi chiedo quante ore uomo di lavoro per rimuoverlo rappresentano l’asticella oltre la quale il degrado non è tollerabile? (al netto della rimozione delle patine si capisce che invece sono intoccabili).
      Nessuna polemica con Franco, che credo sia solo il nobile esempio di un concittadino medio, con tutti i suoi pregi e difetti.
      Con questa chiudo i miei interventi in questo post che credo abbia esaurito gli argomenti.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Dismettiamola, 5.0 out of 5 based on 2 ratings