martedì 6 dic
  • Salvini arriva domenica, pagina "Salvini a Palermo? Giornata dell'orgoglio terrone"

    Salvini arriva domenica, pagina “Salvini a Palermo? Giornata dell’orgoglio terrone”

    Domenica prossima il segretario della Lega Nord Matteo Salvini sarà a Palermo al Grand Hotel Et Des Palmes.

    È nata una pagina facebook Salvini a Palermo? Giornata dell’orgoglio terrone che prende in giro Salvini con una grafica che ricorda la pagina facebook Tu scuiddaisti quannu.

    Palermo
  • 4 commenti a “Salvini arriva domenica, pagina “Salvini a Palermo? Giornata dell’orgoglio terrone””

    1. Buongiorno,
      Che salvini e’ interessato alla sicilia e’ importante e fondamentale per tutti noi.
      Mi sono occupato in questi anni a livello sia Comune di palermo che Regionale di aziende a partecipazione Statale.
      Se si e’ interessati per un progetto costruttivo sono disponibile a dare il mio contributo senza nessun compenso.
      Ultimamente sia a Palermo che in alcune Province avevano chiesto Consulenza gratuita su delle Municipalizzate.Ovviamente ho rifiutato perche’ non credo nei nostri Politici Siciliani.
      Spero possa interessare il mio contributo.
      Con i migliori auguri .
      luigi

    2. Conoscendo i palermitani, che “generosamente” salgono sempre sul carro dei vincitori ( o presunti tali) per “aiutarli”, il Gran Hotel delle Palme sarà assaltato da una miriade di neo simpatizzanti della lega nord. Già da tempo in città si organizzano corsi il lingua milanese o bergamasca. Un consigliere comunale Orlandiano, un certo Calì, sentendo parlare Salvini, è stato miracolosamente “illuminato”e ha cominciato a parlare il bergamasco stretto. Temo che alla mia “veneranda” età sarò costretto a mangiare la polenta e la cassola milanese.

    3. Salve a tutti,
      sono contento che ci sia un movimento denominato Orgoglio Terrone, minkia siete dei grandi, intelligente la scelta del nome, incisivi gli slogan, belle le bandiere siciliane a sventolare…….
      Mi ricordo c’erano, anni fa, dei tizi vestiti di verde che avevano iniziato più o meno nello stesso modo, ma credo sia un dejavù…..
      Si ricordo che c’erano questi qua che Terrone lo usavano come appellativo non propriamente positivo, verso gente come me che da loro era andato a lavorare, tralaltro un posto statale, minkia proprio tutti i difetti avevo, ma forse era la nebbia che mi faceva travisare le parole che mi dicevano, forse non era TERRONE che mi dicevano, forse dicevano TORRONE, nel senso che me lo volevano offrire.
      Comunque tornando a Orgoglio Terrone, devo dire che hanno manifestato giustamente davanti all’hotel di Salvini (quello della lega??!??), perché negli ultimi anni la brava e sveglissima gente della lega, aveva rivolto le proprie “pacate” e “leggerissime” critiche, più agli immigrati che ai terroni, sai i tempi cambiano, quindi c’era da rivendicare il proprio posto nel cuore dei verdi omini nordici, c’era da rimettere a posto le cose, ci deve essere un conflitto fra Nord e Sud, e se prima erano le fronde leghiste ad aprire le ostilità, adesso tocca a Orgoglio Terrone ribadire che la contrapposizione intelligente, il confronto aperto fra Nord e Sud non esiste, esistono solo slogan, bandierine e megafoni aperti.
      Sono contento per voi che vi sentiate così orgogliosi di essere Terroni, io non lo sono affatto, io sono orgoglioso di rispettare le idee di tutti, di criticare quelle che non mi piacciono, e di esaltare quelle che mi piacciono.
      Voglio rivolgere una domanda agli Orgogliosi Terroni, ma come mai siete andati a manifestare davanti all’hotel di Salvini, e non vi incazzate per il pizzo che pagano i commercianti, per la malapolitica che gestisce Palermo, per il futuro che ci stanno togliendo?
      Aspetto risposte……anche dette al megafono

    4. Signor Salvini, molte delle persone che oggi l’acclamano sono le stesse che hanno ridotto la Sicilia in queste condizioni e che sperano, grazie a lei, di continuare a banchettare sulla pelle dei siciliani onesti. Inoltre controlli i loro casellari giudiziari e scoprirà cose molto interessanti. Si ricordi che la mafia tenta sempre di salire sul carro dei vincitori. Ad accogliere Garibaldi e gli americani, quando sbarcarono in Sicilia c’erano i “picciotti” mandati dai vari don e dai campieri. Se ha letto il “Gattopardo” ( cosa che ritengo poco probabile) c’è una frase pronunciata da Tancredi Falconeri, nipote del principe di Salina, che forse le spiegherà tante cose : “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”.

    Lascia un commento (policy dei commenti)