domenica 4 dic
  • Cinquanta sfumature di grigio a Palermo

    Cinquanta sfumature di grigio a Palermo

    #1 Grigio fuliggine delle caldarroste
    #2 Grigio basolato di piazza Marina
    #3 Grigio fumo dagli occhi di Zamparini prima degli esoneri
    #4 Grigio dell’abito gessato dello zio Totò
    #5 Grigio sabbia bagnata a Mondello
    #6 Grigio nel viso dopo due giorni di maltempo
    #7 Grigio cielo nel solo mese di febbraio
    #8 Grigio stampato del Giornale di Sicilia
    #9 Grigio pattume dell’indifferenziata non raccolta
    #10 Grigio bilancio del Comune di Palermo
    #11 Grigio proverbi dei nonni
    #12 Grigio perla delle collane alla prima del Teatro Massimo
    #13 Grigio neonata vietata da pescare
    #14 Grigio asfalto palcoscenico di morte
    #15 Grigio neon spento delle insegne dei negozi storici ormai chiusi
    #16 Grigio acciaio delle rotaie del tram
    #17 Grigio case diroccate
    #18 Grigio mandato di Cammarata
    #19 Grigio mosaico di Orlando
    #20 Grigio argento della Palermo bene
    #21 Grigio canus del Genio
    #22 Grigio mediocre dei figli di papà
    #23 Grigio gris e ubriaco di Piazza Garraffello
    #24 Grigio babbalucio senza chioccia
    #25 Grigio insulae dello Zen
    #26 Grigio ghiaccio dell’antimafia
    #27 Grigio mistero dei diavoli alla Zisa
    #28 Grigio fischietto dei Vigili Urbani
    #29 Grigio trivelle di Crocetta
    #30 Grigio pellicole di Franco Maresco
    #31 Grigio liberty in via Libertà
    #32 Grigio balate della Vucciria mai asciutte
    #33 Grigio meusa del panino schietto o maritato
    #34 Grigio polvere dei musei chiusi
    #35 Grigio roccia di Monte Pellegrino
    #36 Grigio porta Felice e porta Nuova
    #37 Grigio marmo della statua di Ruggero Settimo a Piazza Politeama
    #38 Grigio calze delle vedove
    #39 Grigio 100 lire
    #40 Grigio cartine delle canne
    #41 Grigio humor degli ambulanti
    #42 Grigio fumo delle stigghiole
    #43 Grigio argentato delle schede apcoa
    #44 Grigio ardesia delle lavagne delle scuole di Alessandra Siragusa
    #45 Grigio antracite di via Roma
    #46 Grigio canna di fucile delle pistole di Cosa Nostra
    #47 Grigio fumo di Londra dello smog
    #48 Grigio grafite dei disegni sull’albero Falcone
    #49 Grigio polaroid della foto di Giovanni insieme a Paolo
    #50 Grigio portone serrato. Perché nonostante si chiudano le porte a Palermo non si apre mai alcun portone.

    Palermo
  • 17 commenti a “Cinquanta sfumature di grigio a Palermo”

    1. l’inutilità di un post per fare carriera giornalistica

    2. Ma che cos’è sta schifezza?

    3. Grigio cartina delle canne?!?!

    4. Ragazzi, questo elenco l’ho immaginato proprio rollando quelle GRIGIE CARTINE di un GRIGIO tabacchi nella mia GRIGIA VIA con un proprietario GRIGIAMENTE GRIGIO che mi ha dato il resto con una moneta GRIGIA (era la lira!). Ammetto che fumare rende tutto GRIGIO.

    5. La Federica Virga che ha commentato non è l’autrice del post. Si tratta quindi di una omonima o di un/a burlone/a.

    6. Grazie Mentoru, le risponderei anche, se non fosse che soffro di idiosincrasia nei confronti di chi si cela dietro un nickname.
      Ps. signorina Federica Virga, mi ha scoperta. Mi drogo sì. Di fantasia. Non posso dire altrimenti di lei: quel Federica Virga è così poco originale che rende la sua vita davvero nera.

    7. Mentoru e l’omonima dell’autrice del post hanno lo stesso indirizzo IP.

    8. bravo rosalio! era l’unica strada percorribile prima della denuncia alla polizia postale. il furto di identità per burla o per consapevole danno è un reato penale così come recita l’ex art.494 c.p. ampliato al concetto di identità digitale con il d.l. 93/2014 convertito dalla legge 119/2014. tutto questo è per dirle grazie perchè con questo suo operato tutti noi possiamo sentirci più sereni nella tutela della nostra privacy.

    9. Scusate data la leggerezza dell’articolo ho voluto fare dell’umorismo. Si ho scritto due commenti con nomi diversi, come permette la griglia della policy dei commenti. Io penso che la libertà di commentare sia lecito dato che siamo in un blog!

    10. Massima libertà di commentare ma, come da policy dei commenti, impedirò utilizzi reprensibili. Vi invito a rimanere in tema adesso. Grazie.

    11. Federica Virga sei stata a dir poco geniale e, nel tuo piccolo, hai risvegliato nella mia mente immagini di Palermo che avevo quasi dimenticato, anche se a grigiume mi sa che vinco stando a Milano xD

    12. Squallore, scritturina da 4 soldi piena di mediocrità e pateticità. Ottimo contenuto per un blog come rosalio. Per fortuna le statistiche parlano chiaro. Non è tra i primi blog scelti dai palermitani.
      Contenuti veramente scadenti…..

    13. Xyz le statistiche purtroppo per te invece di danno come il primo blog generalista palermitano. 🙂 Rimuoverò ulteriori commenti fuori tema.

    14. Probabilmente da oggi avrete un lettore in meno. Articoli del genere non valgono nemmeno il tempo (poco) perso per la lettura: stereotipi, clichè ed immagini già trite e ritrite, senza che venga offerto uno spunto di riflessione o alcunchè di innovativo, quasi che non vi sia una sudata elaborazione dietro. Non sono abbastanza addentro al mondo dell’editoria online per sapere se sia più produttivo dare una valutazione bassa all’articolo oppure non accedervi direttamente, eliminando il conteggio visite e la pubblicità ad esso legata. Deluso

    15. Gli articoli possono piacere o non piacere. Chiunque può esprimere il proprio pensiero nel bene o nel male. Se poi non si sanno accettare le critiche evitate di mettervi in mostra. Un blog serio non minaccia gli utenti.

    16. Ben accetta ogni critica, rimanendo però nel tema del post che si sta criticando.

    17. Secondome nulla vieta di postare con 2 Nick dalla stessaostazione.Possono essere 2 persone diverse.
      Difficile invece digerire l’omonimia con l ‘autrice del Post,anche se in via teorica può pure capitare.
      Apprezzo invece lo sforzo della autrice di colmare 50 punti di vuoto.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Cinquanta sfumature di grigio a Palermo, 4.0 out of 5 based on 4 ratings