domenica 4 dic
  • Cimitero degli Animali a Palermo, gesto di grande umanità

    Cimitero degli Animali a Palermo, gesto di grande umanità

    Lo confesso. Quattro anni fa il mio cane è stato sepolto alle pendici di un monte. Non avrei mai potuto permettere, dopo nove anni di vita insieme, che il suo corpo fosse trattato come un rifiuto, come se non mi avesse mai dato gioia, dimenticando ogni scodinzolo di coda, ogni zampetta alzata per attirare l’attenzione, ogni sguardo di affetto puro.

    Sì, lo so. Non avrei dovuto farlo: è vietato seppellire il proprio amico a quattro zampe, altrimenti si rischia una multa salatissima. Per di più, Gaia (questo era il suo nome) ha smesso di vivere pochi mesi prima della “Carta comunale per la tutela degli animali”, ai sensi della quale si può usufruire di terreni privati per la sepoltura ma con il consenso obbligatorio dell’autorità sanitaria.

    Il desiderio, però, di dare dignità al ricordo ha vinto e non ci può essere legge che tenga.

    Ecco perché non si può non apprezzare la recente approvazione da parte del Consiglio Comunale di Palermo di un Ordine del Giorno, proposto dalla consigliera Federica Aluzzo, per realizzare anche nella nostra città un cimitero per gli animali d’affezione.

    L’OdG, quindi, impegna il sindaco e la Giunta a vagliare la possibilità di usare un terreno comunale o confiscato alla mafia; a istituire un bando per l’affidamento del progetto a enti pubblici o privati o a valutare la possibilità di istituire un fondo speciale e un relativo capitolo di bilancio per contribuire direttamente alla realizzazione del cimitero.

    Inoltre, lo stesso OdG impegna la V commissione consiliare a realizzare un Regolamento comunale per il funzionamento e la gestione del cimitero.

    In attesa, dunque, che si possa passare dalle parole ai fatti, questo è un grande passo di civiltà compiuto dal Consiglio Comunale e a coloro che, leggendo queste parole, possono storcere il naso, visto che ci sarebbe prima da pensare ai morti umani (la situazione ai Rotoli, ad esempio, è di una vergogna inaudita), ricordo che l’amore nei confronti di qualsiasi animale (che sia cane, gatto, coniglio…) è così genuino e leale che, una volta terminato il legame fisico, sarebbe una cattiveria assurda non concedere ad esso un tributo alla memoria.

    Io non avrei mai potuto tollerare il pensiero del corpo del mio cane annullato come se non avessi mai ricevuto nulla in cambio dalla sua esistenza e sarebbe un gesto di grande umanità permettere a chiunque abbia avuto il privilegio di essere amato da chi ha riposto fiducia e fedeltà in lui di portare un fiore sulla sua tomba.

    Palermo
  • 9 commenti a “Cimitero degli Animali a Palermo, gesto di grande umanità”

    1. Signor Giannò, se Palermo fosse una città normale la sua richiesta-denuncia, sarebbe da sostenere perché si tratterebbe di un atto di civiltà. . Purtroppo Palermo è una città allo sbando. Le invio un articolo pubblicato ieri da LIVESICILIA

      Stamattina i consiglieri comunali Filippo Occhipinti, capogruppo di Idv, e Gaspare Lo Nigro del Mov 139 hanno effettuato un sopralluogo ispettivo al cimitero dei Rotoli. “La situazione è di una gravità non immaginabile se non viene vista con i propri occhi – dice Occhipinti – oltre un centinaio di salme depositate tra la sala Bonanno e un altro magazzino in attesa di tumulazione, rifiuti non ritirati, cattivi odori e sporcizia. A prescindere dalla raccolta differenziata o dal fatto che la Rap vada a ritirare i rifiuti, la puzza e la sporcizia di oggi, giorno di San Giuseppe, erano insopportabili. Il sindaco faccia una passeggiata per i viali del cimitero per constatare di persona la situazione, servono soluzioni strutturali come un nuovo cimitero o un allargamento degli esistenti. Inoltre, va rivista la situazione del fine settimana. Chi muore di venerdì dopo mezzogiorno deve attendere il lunedì mattina prima di essere seppellito, dato che la domenica non vengono fatte tumulazioni né vengono rilasciate autorizzazioni alla sepoltura visto che gli uffici sono chiusi. Il lunedì mattina si rischia di aspettare anche diverse ore dietro la porta del cimitero. Tutto ciò è inaccettabile e indegno per chi in quel momento vuole solo dare una degna sepoltura al proprio caro”. “Non è possibile andare avanti così, non avere rispetto per i propri cari è la cosa peggiore che si possa fare”, dice Lo Nigro.

      Signor Giannò , come vede in questa città gli esseri umani vengono trattati peggio degli animali, anche quando muoiono.
      IPRODUZIONE RISERVATA

    2. E’ davvero un gran successo il cimitero degli animali a Palermo sono Felice che finalmente i nostri piccoli cari sono tutelati , però c’è da ridire che I Cimiteri per le Persone non funzionano bene depositi sempre pieni e la puzza atroce oltre al dolore , avevamo sentito parlare del nuovo cimitero dei ciaculli e di una cooperativa sociale che vuole ampliare il cimitero di santa maria di gesù , ma come sempre si è solamente parlato e non fatto i fatti per la città , speriamo che qualcuno si svegli non dall’aldilà ma dal mondo dei vivi e capisca che veramente questa città necessita di un gran senso del dovere e non di chiacchere .

    3. Gli animali da compagnia,o domestici,fanno parte della famiglia,e come tali vanno rispettati,sia da vivi,sia dopo.Ben venga l ‘iniziativa,che però rimane privilegio di pochi.
      Chissà quante carcasse di animali finiscono nei cassonetti!
      Chissà quanti cuccioli ancora vivi fanno la stessa sorte!

    4. …a me risulta che non sia proibito seppellirli in un proprio giardino. Previa intervento del veterinario sia comunque per l’aspetto microchip (certificato di decesso), che – in questo caso – anche per certificare che il decesso non sia avvenuto per una malattia infettiva.

    5. (previo)

    6. Grande stima innanzitutto per gli animali. Da circa 3 mesi è deceduta mia mamma, la cosa più semplice acquistare un loculo e dare degna sepoltura a mia mamma, e allora mi riferiscono che posti in tutti e tre cimiteri non ce ne, e allora che fare mi sento frastornato e impotente, abbiamo dato degna sepoltura in un piccolo paese. Il comune di Palermo non e’capace di programmare la costruzione di nuovi cimiteri non hanno gli attributi l’intera amministrazione a fare il bene della cittadinanza, perché chi si rivolge alla persona giusta e allora si ottiene, che dire del cimitero dei rotoli io penso che soprattutto dovrebbe vergognarsi il responsabile del cimitero quando a fine mese percepisce lo stipendio, responsabile di che cosa?del degrado, totale, si dimetta.

    7. Signor Giovanni 59, capisco perfettamente il suo sentimento di frustrazione e di impotenza di fronte a una vicenda simile. Certamente la nostra burocrazia ha le sue colpe, ma in questo caso la responsabilità è dell’amministrazione comunale. Se Palermo non ha un cimitero degno di questo nome( ricordiamo che i Rotoli è da anni parzialmente inagibile) e il progetto per un nuovo cimitero ( sembra che dovrebbe sorgere ai Ciaculli) non decolla,la colpa e delle persone che ci hanno amministrato nel passato e ci amministrano, o fanno finta di farlo, attualmente. L’assessore Giusto Catania, oltre che essere il responsabile della mobilità cittadina, ha anche la delega ai servizi cimiteriali. Appare evidente che non è all’altezza di nessuno dei suoi compiti istituzionali, però è uno degli assessori più pagati d’ Italia.

    8. ma dv si trova sto cimitero per i cani a Palermo
      speriamo mai il mio amore nn muore mai ma però voglio sapere dove fossi

    9. Ma però
      Il post lo hai letto?
      Secondo me no.
      Altrimenti dovremmo concludere che non capisci quello che leggi !

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Cimitero degli Animali a Palermo, gesto di grande umanità, 5.0 out of 5 based on 2 ratings