venerdì 9 dic
  • Il Comune applicherà le clausole di salvaguardia, Mondello quasi senza cabine?

    Il Comune applicherà le clausole del Pudm, Mondello quasi senza cabine?

    Il Comune di Palermo intende applicare le clausole di salvaguardia previste dal piano di utilizzazione del demanio marittimo scavalcando la proroga delle concessioni agli stabilimenti balneari stabilita dalla Regione Siciliana. Lo ha annunciato in Commissione Ambiente dell’Ars il sindaco Leoluca Orlando nel corso dell’audizione sulle procedure di valutazione ambientale per il piano del demanio marittimo. Come effetto della decisione le cabine a Mondello potrebbero ridursi notevolmente già quest’anno.

    Le concessioni sarebbero per non più di tremila metri quadrati, con copertura di ombrelloni del 10 per cento e un altro 10 per cento riservato agli spogliatoi.

    AGGIORNAMENTO: riceviamo dalla Mondello Italo Belga, società che gestisce la spiaggia di Mondello, e pubblichiamo.

    «Siamo pronti a ricorrere nelle sedi competenti per essere adeguatamente risarciti per il danno economico e di immagine subito dalla Società a causa delle improvvide dichiarazioni dei rappresentanti del Comune di Palermo. […] Siamo stanchi di essere presi di mira dall’amministrazione comunale cittadina. Invece di occuparsi dei tanti serissimi problemi di questa bella città, i nostri amministratori si concentrano sulla demonizzazione di un’attività imprenditoriale sana e vitale In un momento economico come quello presente, in cui ogni giorno ci giunge notizia della chiusura di aziende, negozi e imprese, il Comune dovrebbe essere solo felice di avere sul proprio territorio una Società in grado di garantire centinaia di posti di lavoro, direttamente e tramite il proprio indotto. […] Come al solito, ci si concentra sulla spiaggia di Mondello, come se il PUDM riguardasse soltanto questo breve tratto di costa. Il nostro auspicio è che la stampa si occupi del disastro ambientale ed ecologico che è sotto gli occhi di tutti: la costa sud di Palermo. Un litorale abbandonato e ridotto a discarica e che invece, con gli opportuni interventi di un’amministrazione pubblica davvero desiderosa di “restituire il mare ai palermitani”, potrebbe diventare un altro, magnifico gioiello, proprio come Mondello. In questo senso, la Mondello Italo Belga sarebbe lieta di collaborare nell’ottica di una sana cooperazione pubblico – privato».

    Palermo, Sicilia
  • 5 commenti a “Il Comune applicherà le clausole del Pudm, Mondello quasi senza cabine?”

    1. Ciò significa che la spiaggia ” libera” sarà molto più grande. In una città normale ciò sarebbe una buona notizia, purtroppo a Palermo tale decisione significa che centinaia di mq di spiaggia sarà lasciata al degrado più assoluto. Spesso ci domandiamo se questo sindaco si rende conto che il Comune non è in grado di gestire niente. Gli impianti sportivi, le scuole, i servizi essenziale ( pulizia, manutenzione delle strade, trasporti e viabilità, cimiteri ecc. ecc. ), i monumenti e il verde cittadino sono gestiti in maniera pessima. Tali servizi, disastrosi e disastrati, costano alla collettività la più alta tassazione d’Italia. Tornando alla spiaggia “libera” di Mondello, non mi sembra che nel passato tale spiaggia sia stata gestita dal Comune con criteri di economicità ed efficienza. Spesso mi domando cosa spinge questo sindaco ad imbarcarsi in sfide che sa bene di non poter vincere.

    2. Ma perchè invece di devastare l’unica cosa che a Palermo funziona non si occupano di Romagnolo e zone limitrofe, là dove sorgevano i lidi storici palermitani? Orlando dimostri con i fatti e non con i proclami di saper sistemare quella discarica in riva al mare e di renderla fruibile ai palermitani e poi potrà permettersi di aprire bocca su Mondello.

    3. La Mondello ha risposto alla questione PUDM con una conferenza stampa appena terminata, vi inviterei a guardare lo streaming o attendere il comunicato ufficiale che è stato da poco diffuso ai media

      https://youtu.be/aE7Tbsa49-A

    4. Quello che ci si dimentica di dire è che dovrebbe venir meno non solo la distesa di cabine, orrida ed anacronistica, ma anche il rilascio in concessione ad un unico soggetto della maggior parte del litorale di Mondello.
      Più attività, PIU’ CONCORRENZA, più possibilità per tutte le tasche e, soprattutto, tratti di spiaggia libera perché tutti possano godere di un bene pubblico.

      Aggiungo: auspico che il Comune istituisca un servizio permanente di vigilanza, con regolamento e sanzioni (monetarie e non solo: obbligo di lavori socialmente utili) per quegli utenti trovati a sporcare la spiaggia.

    5. Purtroppo si deve ammettere che la concessione alla Italo-Belga e le subconcessioni ai circoli sportivi sono l’unica barriera contro la barbarie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)