sabato 10 dic
  • Ceduto un pilone sulla A19 Palermo - Catania, l'autostrada è interrotta

    Palermo – Catania, si pensa alla demolizione del viadotto Himera

    Continuano i disagi provocati dal cedimento di un pilone del viadotto Himera, sull’autostrada A19 che collega Palermo a Catania. I danni stimati ammontano a circa 30 milioni di euro e il presidente dell’Anas Pietro Ciucci ha annunciato le dimissioni. La Procura di Termini Imerese ha aperto un’indagine per stabilire eventuali responsabilità.

    Si pensa alla demolizione del viadotto che poggia sulla carreggiata opposta e che potrebbe essere riaperta al traffico a doppio senso. I tempi sono comunque lunghi e una soluzione migliore dell’attuale non arriverà prima dell’estate.

    Da lunedì ci saranno due collegamenti giornalieri più veloci in treno (tre ore di percorrenza) e il sindaco di Catania Enzo Bianco ha chiesto che venga introdotto un volo tra Palermo e Catania.

    Palermo, Sicilia
  • 3 commenti a “Palermo – Catania, si pensa alla demolizione del viadotto Himera”

    1. my 2 cents:

      ieri ho preso l’autostrada. allo stato attuale si esce a scillato e si rientra a buonfornello.
      ho impiegato 50 minuti (invece degli 8-10 “normali”) tra scillato e tre monzelli.
      strada tra scillato e polizzi è mediocre, molte curve, numerosi cedimenti del manto nella corsia che da scillato sale a polizzi (occorre quindi fare molta attenzione, soprattutto di notte) e una frana che stanno rimuovendo (senso unico alternato per 10 metri, accettabilissimo).
      niente camion, che sono dirottati a partire da buonfornello.
      tra polizzi e tre monzelli la strada è decisamente migliore, anche se stamattina mi hanno suggerito di non scendere a tre monzelli, ma di dirigersi verso irosa: dovrebbe fare guadagnare qualche minuto.

      al ritorno la strada è migliore, giusto perché la corsia che scende da polizzi verso scillato è meno danneggiata, anche se c’è il concreto pericolo (come successo a me ieri sera) di trovare nebbia lungo tutto il percorso, a tratti molto fitta, che costringe spesso a camminare a passo d’uomo

    2. scusate, lapsus: si esce a scillato e si rientra a tre monzelli

    3. nota tecnica. viste le foto del cedimento.
      “sembrerebbe” danneggiato solo un pilastro (o forse due) di una delle due carreggiate.
      se così fosse, ocorrerebbe demolirlo con la massima urgenza.
      la carreggiata danneggiata infatti si appoggia letteralmente sull’altra: i pilastri che reggono la carreggiata sana e quella da demolire, quindi, essendo come tutti i pilastri progettati per resistere a sforzo normale, cioè lungo il proprio l’asse, potrebbero cedere quanto prima dato che adesso sono costretti a sopportare anche sforzi di taglio e momento.
      dunque prima lo abbattono e meglio è, in modo da verificare le condizioni dei piloni dell’altra carreggiata, prima che si danneggino anche loro

    Lascia un commento (policy dei commenti)