domenica 28 mag
  • L'”Expo” parte male per la Sicilia, piove sul Cluster Biomediterraneo

    È stato un avvio di Expo problematico per la Regione Siciliana. All’arrivo nel padiglione del Cluster Biomediterraneo la delegazione della Regione ha trovato sporco e infiltrazioni d’acqua dal tetto. I dirigenti si sono armati di paletta e hanno pulito insieme a una delegazione di studenti. Le immagini, pubblicate da Repubblica, sono state riprese da molti media. Lo spazio è privo di Wi-Fi e mancano anche le indicazioni per raggiungerlo.

    L’assessore Nino Caleca ha minacciato di non pagare i tre milioni di euro per lo spazio e il dirigente Dario Cartabellotta di lasciarlo, indicando responsabilità dell’organizzazione, ma il presidente della Regione Rosario Crocetta, con il suo esperto Sami Ben Abdelaali, intendono procedere a verifiche su eventuali disattenzioni burocratiche.

    Non si registrano attualmente problemi per la piazzetta Sicilia all’interno del Padiglione Italia che verrà inaugurata domani.

    Sicilia
  • 3 commenti a “L'”Expo” parte male per la Sicilia, piove sul Cluster Biomediterraneo”

    1. E’ tutto un equivoco. La “munnizza” nella foto non è stata dimenticata dagli operai , ma è stata portata direttamente da Palermo. Ormai la “munnizza” è il simbolo di Palermo nel mondo , un vero marchio di fabbrica.

    2. è quello che meritano i siciliani, che anche stavolta hanno speso tanti soldi (destinati per altri scopi, peraltro) per andare a fare gli utili-idioti per la gloria di milano e della parte produttiva del similpaeseitalia. Una regione orgogliosa, sana, avrebbe la propria fiera, il proprio mercato del mobile, dell’artigianato, della propria produzione. Invece di importare ( SUBIRE ) il 95% di TUTTI i consumi. Piuttosto che andare ancora in cerca di briciole e prebende dai propri colonizzatori. E che ca…volo c’entra il quadro di Guttuso col tema dell’evento milanese ? Tasci e provinciali.

      Crocetta vuole commissariare la struttura. Mettete, piuttosto, sotto tutela i cervelli di questi finti politici, INCAPACI, INADEGUATI, TASCI ( che riassume tutto: TASCI ), i più ridicoli del pianeta ( e oltre… )

    3. Però i milanesi se lo sognano il trattamento dei rifiuti operato da questi 2 signori in giacca a cravatta ed abito scuro ,con tanto di scopa e paletta in mano,a parte la posa non propriamente professionale!

    Lascia un commento (policy dei commenti)