sabato 21 ott
  • La bellezza della bugia

    l’atro ieri sono stato interrotto dal bene comune di palermo la prima volta in 16 anni mentre lavoravo sul cemento che ha portato il nostro bene comune per sviluppare i nostri prestiti dello stato. mi dispiace molto per la polizia municipale che è stata anche interrotta, per me, dal loro lavoro per la sicurezza dei concittadini e la sicurezza dei nostri amati turisti.
    io non sono interruttibile e come sempre ho finito ieri puntuale il mio intervento nr 40 a piazza garraffello nella loggia dei catalani. la nostra bella fontana è stata la mia modella che ho trasportato sulla tela del nostro cemento con la stessa passione come il romanticismo dei nostri artisti raffaello, caravaggio, michelangelo da vinci o burt lancaster. in realtà sappiamo bene che questa fontana è l’ultimo valore della nostra storia, della nostra identità del nostro cuore commerciale. adesso il bene comune con i nostri architetti, ingegneri, geometri, idraulici, pochissimi operai, archeologi, storici, ispettori, il nucleo operativo protezione beni culturali, vigili urbani, carabinieri, finanzieri, pompieri, i membri del rap e i nostri picciotti che mettono sempre le bottiglie nella fontana, hanno portato anche le ultime balate via e hanno montato nuove fognature, tubi di gas nei nostri ruderi del bombardamento dell’1943. certamente il danno della seconda guerra mondiale lo chiediamo ai cattivi tedeschi che hanno sempre le loro teste rosse quando bevono la birra sotto il nostro sole e anche loro devono imparare a capire che i nostri lavori messa in sicurezza con il cemento assolutamente non sono gratuiti.

    Ospiti
  • 14 commenti a “La bellezza della bugia”

    1. Io propongo una denuncia penale per Uwe. Va punito con tutte le nostre forze. Per l’ostinazione con la quale insiste a ricordarci il nostro amore per la Città. Un amore intenso ma passeggero, forte ed irascibile, come l’amore che sanno esprimere gli adolescenti e come tale affascinante ed umorale. Naturalmente, ma li è a natura del fenomeno, strettamente legato agli ormoni del momento. Propongo di nominare una commissione per giudicarlo, con compensi a gettone di presenza. Si potrebbe riunire tre volte la settimana, e tutti insieme discutere come risolvere questa drammatica piaga della città. Ma con l’accortezza, come sempre, di non risolvere il problema, altrimenti poi la commissione che si riunisce a fare? Propongo anche di intervistare l’assessore di turno, possibilmente sul posto con una inquadratura che riprenda anche lo scempio determinato dall’artista. Sarebbero utili anche un paio di esperti di arte, e perchè no, un esperto in soluzioni di problemi complessi, magari lo stesso che si sta occupando della A 19. La piaga Uwe va risolta, e questione di decenni sono certo lo sarà. Ma dico io ma Uwe, considerato i grandi problemi di Palermo, il traffico, la siccità, ma tu proprio del fatto che la città cade a pezzi nella distrazione complessiva devi occuparti?

    2. Bella … un’opera d’arte

    3. caro giovanni, il vandalismo è una forma d’arte e anch’io sono un orgoglio terrone pieno d’amore mentre la città cade in pezzi e la A19

    4. Inutile prendersela con gli assessori e con le istituzioni se chi vive la città è un porco. La verità è che l’80% dei Palermitani hanno la “grascia” come stile di vita. Le tue lotte caro Uwe sono apprezzabili ma totalmente inutili. Vado spesso nella tua terra e non trovo la stessa gente che trovo in piazzetta a Palermo. Avete rotto gli attributi con questa scusa delle istituzioni. Le istituzioni sono fatte da persone e se queste ultime sono “ingrasciate” sarà così anche tutto il resto. Poi venitemi a dire quello che volete ma non si può pretendere che una macchina guasta torni a funzionare correttamente se al meccanico date degli ingranaggi inutilizzabili.

      Quella piazza è il simbolo della Sicilia dei nostri giorni: decadente, fitusa e mafiosa. Se qualcuno ha qualcosa da replicare vada a raccontare le favolette altrove.

    5. Ma sono io l’unica a non capire una mazza quando Uwe parla/scrive?

    6. Devi usare uwe-r translate.
      Dopo una canna capisci tutto.

    7. Ho usato google translate,un errore di emersione.

    8. dovete abbandonare il concetto borghese di senso compiuto e aprire la mente: formaggio. Senza contare il transcendenzialismo della bottiglia di forst in contrapposizione alla santificazione autostradale, balata, dell’artista.

    9. Anche se ci metti il formaggio,non ci cavi un ragno dal buco.il punto e ‘ che le menti superiori restano incomprese.

    10. Ma dove sta scritto che sulla pasta col pesce non ci va il formaggio ?

    11. personalmente io ci gratto ego e balate… al bacio!

    12. Bella Uwe!
      Nell’ epoca delle macerie, della superficialità, del decadimento culturale, nel tempo dei berlusconi grillo renzi, nell’epoca delle chiacchiere, Uwe è un grande artista.
      Non fa una piega.
      saluti coerenti
      g.

    13. se si porta la fontana via, rimane la copia sul cemento

    Lascia un commento (policy dei commenti)

La bellezza della bugia, 5.0 out of 5 based on 2 ratings