giovedì 30 mar
  • Scadrà a settembre la concessione di Palazzolo all’aeroporto

    La Gesap, società che gestisce l’Aeroporto di Palermo ha comunicato alla Pasticceria Palazzolo che il 30 settembre non verrà prorogato il contratto per lo spazio all’interno dello scalo. Lo spazio verrà ribandito.

    Santi Palazzolo con la sua denuncia aveva permesso l’arresto di Roberto Helg, presidente della Camera di Commercio di Palermo.

    Palermo
  • 6 commenti a “Scadrà a settembre la concessione di Palazzolo all’aeroporto”

    1. Ecco. La giusta ricompensa per aver scoperchiato il vaso di pandora.

    2. Trovo encomiabile il gesto fatto allora da Palazzolo, ma trovo giustissimo, per come vuole la legge e per la tanto decantata trasparenza, affidare la nuova gestione attraverso regolare bando di gara aperto a tutti gli operatori economici.

    3. Gesap finalmente si muove con correttezza. Non si capisce perché si dovrebbe continuare a favorire Palazzolo e Siciliarte come avvenuto negli ultimi anni. Questi signori non hanno mai voluto spiegare grazie a chi sono entrati in aeroporto e hanno ricevuto proroghe su proroghe (a differenza di altri) a prezzi scontatissimi (danno per l’erario AIREST paga molto di più) . Mettiamo un punto, azzeriamo anche il CDA probabilmente composto da incapaci o collusi e facciamo una gara di appalto.

    4. In effetti, il pasticciere pagava per avere una proroga a vita? Se è così bisogna vedere bene come stanno le cose!
      Bene ha fatto la GESAP. Il Contratto è scaduto e va a bando…fine della discussione

    5. Tanto per qualche strana forza occulta Palazzolo resterà al suo posto. Io continuo a chiedermi se chi di competenza ha indagato per capire se Palazzolo è entrato e rimasto all’aeroporto senza l’aiuto di nessuno. Sarebbe veramente spiacevole scoprire che l’ennesimo rappresentante della legalità abbia degli scheletri nell’armadio. Chissà se un giorno qualcuno potrà garantirci che in passato tutto è stato fatto con i dovuti crismi.

    6. La spiegazione di come siano riusciti a rimanere in aeroporto con prezzi scontatissimi dovrà darla sia Palazzolo che David Tuttobene – Siciliarte cognato di Francesco Cascio. Ma sembra che nessuno dei due voglia parlare della faccenda. Forse ha ragione chi sostiene che se Helg gli avesse chiesto 20/30 mila euro non sarebbe scattata la denuncia.

    Lascia un commento (policy dei commenti)