giovedì 25 mag
  • Carrozze trainate dai cavalli, gli animalisti chiedono incontro al prefetto

    L’avvocato romano Alessio Cugini, responsabile dell’Ufficio legale del Partito Animalista Europeo, ha inviato richiesta urgente di incontro al prefetto di Palermo in relazione alle carrozze trainate dai cavalli. Cugini sostiene che ciò violi le normative vigenti.

    I mezzi trainati da cavalli sono spesso sprovvisti di targa, in contrasto con le disposizioni del codice della strada, e non venrrebbero rispettate le regola di tutela degli animali costretti a sostare sotto al sole anche nelle ore più calde.

    Palermo
  • 8 commenti a “Carrozze trainate dai cavalli, gli animalisti chiedono incontro al prefetto”

    1. I CAVALLI COME TUTTI GLI ANIMALI VANNO PROTETTI E NON USATI !! SENTONO ANCHE LORO , SOFFRONO ANCHE LORO. IL SOLO FATTO DI NON POTER PARLARE NON VUOL DIRE CHE POSSIAMO FARE DI LORO CIO CHE VOGLIAMO. PIÙ RISPETTO VERSO LORO!!!!!!!

    2. Levateci mano. Gli gnuri sono macagni e nessuno ha il coraggio di toccare loro e la loro attività. Continueranno a truffare turisti sfruttando i cavalli.

    3. oh manuela, ma si puru tu fussi un cavaddu non fussi miegghiu???? accussì ta chianteresti, pi coittesia!!!!
      nuatri paleimmitani gli animali li amiamo tutti, u capisti???? li amiamu accussì tantu ch’i manciamo tutti, paittennu ru babbaluci fin’o cavaddu!! e s’annagghiassi a boiggo nuovo un ippopopotamo o comu camurria si chiama mu sbutriassi puru arrustutu a caibbonella…. pero’ poi m’avissi a pigghiari aimmeno na menza chilata ri bicaibbonato mamaaaa

    4. Manuela ti invito a non utilizzare così il maiuscolo (equivale a urlare). Grazie.

    5. Hanno ragione gli animalisti: i cavalli vanno rispettati!
      Visto che ci sono ancora tanti disoccupati in giro, perchè non sostituirli ai cavalli, a gruppi di 4 o 6, dando la possibilità al cocchiere di poterli pure frustare all’occorrenza, tanto disoccupati sono….
      -boh?-

    6. interessanti i problemi dei palermitani a Palermo,
      non siete pronti alla democrazia,
      dittatura per persone come voi
      occupatevi di cose serie e non fatemi ridere:
      animalisti, gay, verdi, buddhisti, intellettuali, laureati
      non voglio fare di tutta l’erba un fascio,
      ma il 70% dei rappresentanti di queste categorie
      è gente che non ha nulla da fare, noiosa e soprattutto
      disturbatori della logica e dell’intelligenza umana.

      andate a zappare la terra

    7. @costanza la coscienza civile si conquista anche tramite lotte vane ma che stimolano al pensiero critico e civico

      io sono contento che i palermitani trovino invece degli stimoli ad essere più civici e civili, anche se si tratta di lotte ideologiche poco pratiche ed enfatizzate solo perchè appoggiate dai social network

      meglio che continuare a sobbollire nell’apatia e nell’inciviltà

    8. quoto parola per parola Manuela Albricci

    Lascia un commento (policy dei commenti)