martedì 23 mag
  • A Palazzo Asmundo “Jingle Books”, una festa del libro e dell’arte

    Ci sono due cose che amo oltre ogni ragione: Palermo e i libri.

    Entrambi contengono storie e per mestiere conduco le persone all’interno di queste storie, con l’obiettivo più ambizioso: dare loro la possibilità di riviverle in qualche modo, abitarle.
    Ogni percorso studiato da Terradamare ha all’origine questa ragione: collegare i monumenti alle storie a cui appartengono. Storie della nostra città, come nel caso delle visite animate con Salvo Piparo (di cui spero un giorno di potervi parlare), storie di chi ha vissuto quei luoghi che ci affascinano per la loro maestosa bellezza ma che contengono racconti altrettanto affascinanti.
    Per questo motivo, semplice, un collegamento quasi automatico, in occasione di alcune aperture serali della Torre di San Nicolò abbiamo ospitato alcuni editori palermitani.
    Non era un’occasione per vendere fine a se stessa, era (e così è stata accolta dai nostri amici visitatori), un servizio in più che offrivamo: la possibilità di visitare un monumento, godere di una vista mozzafiato e nel frattempo dialogare con editori, autori, sfogliare i libri (alcune volte abbiamo regalato l’ingresso a chi ne acquistava almeno uno!), abbiamo fatto “letture guidate”: insomma, ci diverte la cultura.

    Così, è nato un altro collegamento, alcuni mesi fa, anche questo automatico, anche questo molto semplice: a Natale si devono regalare libri! Consigliamo alle persone di regalare libri.
    Allora rifacciamolo, questo connubio tra storia e storie, tra monumenti e libri, ma più grande: organizziamo una fiera del libro natalizia e diamo la possibilità, a tutti coloro che non hanno tempo, di incontrare più editori e autori possibile, di chiedere loro consigli, ma sempre a modo nostro: dentro una cornice bellissima, piena di storia palermitana, un museo con due balconi che si affacciano sulla Cattedrale di Palermo. Che sia una festa del libro, dell’arte e della bellezza.

    Jingle Books, con il suo nome gioioso e festivo, è la prima edizione di un evento che ha la stessa semplicità che ci vuole per raccontare una storia che resti nella memoria.
    Saranno 15 gli editori presenti: 11 editori appartenenti alla rete palermitana Editori allo Scoperto (co-organizzatori della fiera), Glifo, il Palindromo, Corrimano Edizioni, Apertura a Strappo, 21Editore, Torri Del Vento, ZAP, Ducezio, LEIMA, Istituto Poligrafico Europeo, Navarra; e 4 editori amici, VerbaVolant, rueBallu, Henry Beyle, SIME Books. Insieme a loro festeggeremo la bellezza e il privilegio di appartenere a una città come Palermo, capace di ospitarci in luoghi come Palazzo Asmundo che per l’occasione aprirà gratuitamente le porte per accogliere gli amanti della lettura.
    Come ogni festa, ci saranno molte cose da fare: presentazioni, laboratori creativi, di scrittura e lettura, incontri, mostre collettive, itinerari, degustazioni e, come accade in queste occasioni, molti amici con cui si potrà parlare di ciò che amiamo: il libro, protagonista dell’evento, perché è il regalo migliore che si possa fare a chiunque, perché ci appassiona, ci tiene compagnia, ci racconta, a volte ci fa da portavoce.

    Il programma è stato appena pubblicato, potete consultarlo qui: www.jinglebooks.it/programma

    Tutto il resto che c’è da sapere è scritto qui: www.jinglebooks.it.

    Rosalio è media partner di Jingle Books.

    Palermo, Rosalio
  • 2 commenti a “A Palazzo Asmundo “Jingle Books”, una festa del libro e dell’arte”

    1. A che ora è questo evento?
      E come sono articolati i vari show?
      Senza dettagli importanti la gente non viene.

    2. Il post contiene i link al sito e al programma completo.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

A Palazzo Asmundo "Jingle Books", una festa del libro e dell'arte, 5.0 out of 5 based on 1 rating