domenica 26 mar
  • Approvato il contratto di servizio dell’Amat, il tram dovrebbe partire entro l’anno

    Il Consiglio comunale ha approvato il contratto di servizio dell’Amat. A partire dal 2016 (fine gennaio o febbraio) verranno istituite due ampie zona a traffico limitato che costeranno 100 euro all’anno, residenti e lavoratori inclusi. Le auto ibride e a metano pagheranno 50 euro e le auto elettriche avranno il pass gratis, pullman e tir pagheranno 600 euro. Il Pd ha presentato diversi emendamenti che sono stati bocciati. Il contratto è stato votato dal centrodestra che ha richiesto di abbassare il costo del pass da 120 a 100 euro (24 favorevoli, 16 contrari e un astenuto).

    Le Ztl permetteranno di finanziare il tram. La partenza del servizio necessita adesso di una delibera con gli emendamenti, della registrazione del contratto e di un decreto regionale.

    Il contratto scadrà nel 2035 e ci saranno navette gratuite in centro, a Mondello e Sferracavallo. I mezzi adibiti a carico e scarico merci avranno il 25% e il pass semestrale costerà 50 euro; saranno disponibili anche pass una tantum (5 euro per 24 ore, 20 euro per un mese). I residenti, che potranno circolare anche con auto euro 0, 1 e 2, non pagheranno il pass annuale per le strisce blu nella zona in cui risiedono e avranno incluso nell’abbonamento annuale un abbonamento gratis a una linea che circola nella Ztl (escluso il 101).

    Per quanto riguarda gli altri aspetti del contratto tutte le zone blu costeranno 1 euro, la rimozione e trasporto in deposito di mezzi fino a 1,5 tonnellate costerà 60 euro, a cui sommare 3,2 euro per ogni chilometro percorso; da 1,5 a 3,5 tonnellate si passa a 80 euro più 3,72 per ogni chilometro; se la rimozione è notturna si arriva a 75 euro (o 100 per i veicoli pesanti) con 4,16 (o 4,83) euro per chilometro. Oltre le 3,5 tonnellate 125 euro più 6,5 euro a chilometro, incrementato del 10% per ogni tonnellata che supera le 3,5.

    L’Amat si è impegnata ad aumentare i controllori e a investire sui biglietti informatici.

    Palermo
  • 2 commenti a “Approvato il contratto di servizio dell’Amat, il tram dovrebbe partire entro l’anno”

    1. Quando c’è da scaricare sui cittadini i debiti della loro cattiva gestione ( recente e passata), l’estrema sinistra ( rifindazione Comunista) e la destra ( Orlandiani e Forza Italia) sono sempre uniti . Nonostante Palermo ha una delle tassazioni più alte d’Italia per dei servizi pubblici scadenti o inesistenti, si continua a vessare i cittadini. Oltre a questi signori, il cittadino deve pagare l’obolo anche ai vari abusivi ( parcheggiatori, lavavetri ecc.ecc. ) Uno di loro ci ha comunicato che dal 1° gennaio aumenterà il costo del “suo servizio”. Nonostante tutto…….BUON NATALE !

    2. Mi potete dire quali sono i limiti di questa ZTL? Una mappa online completa e aggiornata c’è?

      Inoltre, quando si dice che “i residenti potranno circolare anche con auto euro 0,1 e 2”, si intendono i residenti DENTRO la ZTL o i residenti a Palermo?? Perchè c’è una bella differenza… Immaginate, per il primo caso, chi, per lavoro, deve entrare dentro la ZTL ma ne risiede appena fuori, e non può più entrare dentro la ZTL con la sua auto…

    Lascia un commento (policy dei commenti)