sabato 1 ott
  • Effettuata la prima corsa del tram di Palermo

    Tram: 250 mila passeggeri nel primo mese

    Nel primo mese di attività del tram di Palermo sono stati trasportati 250 mila passeggeri (220 mila obliterazioni a bordo delle vetture del tram, oltre abbonati e utenti che hanno usufruito di biglietti obliterati su altre vetture) e percorsi 75 mila chilometri.

    Le macchinette emettitrici, ora rimosse dopo atti vandalici e furti, hanno emesso 72 mila titoli di viaggio e i controlli effettuati a borso del tram dal personale Amat sono stati poco più di 160 mila, rilevando che solo una percentuale irrisoria (inferiore all’0,05%) dei passeggeri era sprovvisto di titolo di viaggio.

    Oltre l’85% delle corse programmate sono state effettuate. Nessuna assenza del personale si è registrata durante questo mese. Si è verificato un solo guasto con una riparazione in tempi brevi.

    Restano i nodi sulla partenza delle Zone a traffico limitato, i cui introiti sono necessari per il finanziamento della manutenzione.

    Palermo
  • 8 commenti a “Tram: 250 mila passeggeri nel primo mese”

    1. Ah ah ma chi ci crede? il tram fa sali e scendi dalla stazione vuoto!!! se ci sono 3 persone sedute ogni volta che lo vedo passare sono assai.

    2. Speriamo che col tempo i numeri migliorino.
      Al momento, 250,000 passeggeri al mese significano circa 8,000 passeggeri al giorno, cioe’ circa 2,000 su ognuna delle 4 linee, e considerando circa 16 ore di esercizio giornaliero del tram cio’ significa che in media ogni linea trasporta 120 passeggeri all’ora, e considerando ancora una media di 4 tram all’ora si puo’ arrivare a dire che mediamente ogni corsa del tram trasporta 30 passeggeri.
      Oppure, ancora, si puo’ osservare che 8,000 passeggeri al giorno rappresentano circa l’1% della popolazione cittadina. Quindi, se usufruisce del tram solo circa l’1% non si e’ fatto ancora molto in termini di miglioramento della viabilita’.
      Vedremo.

    3. Il controllo dei biglietti viene fatto unicamente al capolinea . Non ho visto nessun ispettore a bordo durante la corsa.
      I numeri sui passeggeri paganti mi sembrano mooolto ottimisti.

    4. Mih numeroni (fuorse)! 😛

    5. Sono i soliti proclami dell’amat per avere, i direttori, i premi produzione… Se fosse vero, si avrebbero guadagni tali, in un anno, da azzerare del tutto il “paventato” costo annuale per il pass ZTL… che scarsi… Appena se ne accorgono… diranno o che il tramme non lo prende più nessuno… o che sono tutti portoghesi e che nessuno paga il biglietto… !

    6. Ma prenderci per il c…. così, davanti tutti…giusto vi pare??

    7. 3 milioni di passeggeri all’anno… sono “troppo pochissimi”. Certo che poi il costo dell’intera infrastruttura lo devono mettere a carico delle ZTL!

    8. A prescindere dai numeri che possono essere anche propaganda, il Tram gestito bene è un mezzo più efficente dei bus e molto utile. Bisogna augurarsi la sua veloce espansione insieme al passante ferroviario e capire che usare i mezzi pubblici (ovviamente funzionanti) migliora la viabilità, è oggettivo che lo spazio nelle strade soprattutto in centro per i mezzi privati non è illimitato, soprattutto nelle ore di punta. Bisogna anche far capire che bus/tram non sono taxi e in tutte le città del mondo si fanno anche tratti a piedi, per fare il cambio o arrivare alla destinazione precisa, ci sono cittadini nella nostra città, pigri, che vogliono arrivare fino davanti al portone con un mezzo senza quasi mai camminare, è insostenibile questo sistema (esclusi ovviamente chi ha problemi di salute e i corrieri, chi fa le consegne).

    Lascia un commento (policy dei commenti)