mercoledì 1 giu
  • Ztl 1 e 2

    Presentato il disciplinare per le Ztl, come previsto non saranno permanenti

    È stato presentato il disciplinare tecnico che regolamenterà le nuove Zone a Traffico Limitato della città che dovrebbero partire entro marzo.

    Il perimetro (percorribile anche senza pass) della Ztl 1 sarà così costituito: via Lincoln, piazza Giulio Cesare, piazza Sant’Antonino, corso Tukory, via Re Ruggero, piazza Indipendenza, corso Calatafimi (nel tratto iniziale e più vicino a piazza Indipendenza), corso Alberto Amedeo, piazza Vittorio Emanuele Orlando, via Goethe, via Nicolò Turrisi, via Villa Filippina, piazza San Francesco di Paola, via Pignatelli Aragona, piazza Giuseppe Verdi, via Cavour, piazza XIII Vittime, via Francesco Crispi, via Cala e Foro Umberto Primo.

    I limiti della Ztl 2, invece, saranno piazza XIII Vittime, via Francesco Crispi, piazza della Pace, via Piano dell’Ucciardone, piazza Carlo Giachery, via Duca della Verdura, via Emanuele Notarbartolo (tratto), via Piersanti Mattarella, via Principe di Villafranca, via Paolo Paternostro, via Giovanni Amendola, piazza San Francesco di Paola, via Pignatelli Aragona, piazza Giuseppe Verdi e via Camillo Cavour.

    Nelle ore di punta circa il 30 per cento del traffico totale cittadino si dirige verso la Ztl Centrale, mentre il 20 per cento del traffico totale cittadino ne fuoriesce. Con questo provvedimento si conta di eliminare dalla zona centrale della città circa il 35 per cento del traffico veicolare, ossia l’equivalente di circa centomila veicoli, che non potranno accedere alla zona centrale a traffico limitato.

    Sarà attivata una navetta gratuita all’interno del centro storico e con una frequenza prevista di 6-8 minuti.

    Le Ztl avranno validità esclusivamente nei giorni feriali, secondo le seguenti modalità: dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 14:30 e dalle 15:30 alle 20:00; il sabato nella fascia oraria dalle 8:00 alle 13:00. Negli orari di validità saranno vietati l’ingresso, la circolazione e la sosta dei veicoli non autorizzati. È previsto un percorso libero tutto il giorno che dal Tribunale arriva al mare, attraversando via Volturno e via Cavour e collegando i parcheggi del porto, del tribunale e di piazzale Ungheria. Resta confermato anche l’accesso libero all’Ospedale dei bambini. Anche i perimetri delle Ztl saranno liberi.

    Le autorizzazioni all’accesso nella Ztl Centrale si distinguono in annuali o temporanee (semestrali, mensili e giornaliere). Costituiscono titolo autorizzatorio all’accesso nella Ztl Centrale: l’appartenenza alle seguenti categorie (esentate da ogni formalità): veicoli di polizia stradale, dei vigili del fuoco, dei servizi di soccorso, velocipedi, ciclomotori e motocicli, veicoli a trazione animale e a braccia, mezzi di Amat Palermo s.p.a. adibiti al trasporto di persone; l’iscrizione in “Lista bianca” (lista di targhe autorizzate) per le seguenti categorie di esentati: taxi (compresi n.c.c. fino a nove posti compreso il conducente), veicoli del servizio di “car sharing”, veicoli adibiti al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria (muniti del contrassegno speciale), veicoli di servizio (individuabili da contrassegni d’istituto e/o da evidenti simboli apposti nella carrozzeria) degli enti pubblici, veicoli del corpo diplomatico (muniti di appositi segni distintivi), veicoli di servizio (individuabili da contrassegni d’istituto e/o da evidenti simboli apposti nella carrozzeria) delle A.S.P., e delle Aziende sanitarie ospedaliere, mezzi della Protezione Civile (muniti di appositi segni distintivi apposti nella carrozzeria). Il mancato inserimento in “Lista bianca” di tali categorie di veicoli darà luogo alle sanzioni previste dal Codice della Strada; l’iscrizione in “Lista bianca” e il possesso del contrassegno (annuale/semestrale/mensile/giornaliero) per i non esentati.

    Non potranno accedere alle Ztl le vetture Euro 0, 1 e 2, cioè quelle immatricolate fino al 1999.

    Sarà il contrassegno cartaceo, dotato di ologramma e QR code, a consentire l’accesso e il transito nella “Ztl Centrale”, in deroga al divieto di accesso. Il contrassegno dovrà essere obbligatoriamente esposto all’interno del parabrezza del veicolo, in posizione ben visibile. La mancata esposizione dello stesso, sia in transito che in sosta, sarà considerata equivalente alla mancanza del titolo e pertanto rende il veicolo soggetto alle sanzioni previste dal C.d.S. Sarà vietato l’uso di fotocopie dei contrassegni. Il rilascio del contrassegno dovrà essere richiesto direttamente ad Amat Palermo S.p.A., presentando la documentazione prevista per ciascuna categoria.Tutti i contrassegni rilasciati da Amat Palermo S.p.A., ove nella normativa non sia specificato in maniera diversa, avranno validità massima annuale dal giorno del rilascio. I contrassegni potranno essere rilasciati per periodi di validità inferiori all’anno (giornalieri, mensili o semestrali), a richiesta dell’interessato.

    Per quanto riguarda le tariffe, il pass annuale costerà 100 euro. Per le auto ibride elettriche o quelle a gas e metano il costo sarà pari a 50 euro. Non pagheranno nulla le auto elettriche.

    Per i titolari di veicoli a 3 e 4 ruote a trazione esclusivamente elettrica: l’autorizzazione è costituita da contrassegno associato al singolo veicolo autorizzabile e consente il transito all’interno della “Ztl Centrale”. Tariffe e/o oneri: l’inserimento in “Lista bianca” e rilascio del contrassegno gratuiti, fermo restando la corresponsione di oneri derivanti da bolli, diritti fissi e di istruttoria.

    Per i titolari di veicoli a 3 e 4 ruote ibridi elettrici: l’autorizzazione è costituita da contrassegno associato al singolo veicolo autorizzabile e consente il transito all’interno della “Ztl Centrale”. Tariffe e/o oneri: contrassegno: annuale € 50,00 – semestrale € 25,00 – mensile € 10,00 – giornaliero € 2,50. La tariffe si intendono al netto di oneri derivanti da bolli, diritti fissi e di istruttoria.

    Per i titolari di veicoli a 3 e 4 ruote a gas (GPL)/metano: l’autorizzazione è costituita da contrassegno associato al singolo veicolo autorizzabile e consente il transito all’interno della “Ztl Centrale”. Tariffe e/o oneri: contrassegno: annuale € 50,00 – semestrale € 25,00 – mensile € 10,00 – giornaliero € 2,50. Le tariffe si intendono al netto di oneri derivanti da bolli, diritti
    fissi e di istruttoria.

    Per le autolinee, mezzi pesanti turistici (noleggio con conducente per trasporto di persone e bus turistici), servizi turistici di linea: l’autorizzazione è costituita da contrassegno associato al singolo veicolo autorizzabile e consente il transito all’interno della “Ztl Centrale”. Tariffe e/o oneri: contrassegno: annuale € 600,00 – mensile € 120,00 – giornaliero € 30,00. La tariffe si intendono al netto di oneri derivanti da bolli, diritti fissi e di istruttoria.

    Per i titolari di autoveicoli d’epoca e di interesse storico e collezionistico di cui all’art. 60 del Codice della Strada (D. Lgs n. 285/92 e s.m.i.): l’autorizzazione è costituita da contrassegno associato al singolo veicolo autorizzabile e consente il transito all’interno della “Ztl Centrale”. Tariffe e/o oneri: contrassegno: annuale € 100,00 – semestrale € 50,00 – mensile € 20,00 – giornaliero € 5,00. La tariffe si intendono al netto di oneri derivanti da bolli, diritti fissi e di istruttoria. Esclusivamente nel caso di partecipazione a manifestazioni (sportive, culturali, ecc.) di rilevanza internazionale, patrocinate dal Comune di Palermo, inserimento in lista bianca gratuito, anche da parte del soggetto organizzatore, limitatamente alla durata cittadina della manifestazione.

    I residenti dovranno pagare il pass, ma potranno continuare a usare le auto Euro 0, 1 o 2, non pagheranno più il pass per le zone blu e avranno un abbonamento gratis a una linea Amat, ad eccezione della 101.

    Palermo
  • 3 commenti a “Presentato il disciplinare per le Ztl, come previsto non saranno permanenti”

    1. Io ho una Volvo del ’92 a GPL. Non capisco se non posso circolare, dal momento che è Euro 0 oppure posso entrare pagando il pass annuale di 50 € a prescindere dalla categoria dell’auto…

    2. miiii antoniuzzu, ma a tò machina sicuru cammina a gas???? accusì viecchia sulu ammuttannula pò caminare!!!!
      Talè, lassala peiddiri e accattati nu scieccu cu carriettu chi ci fai cchiù fiura e sicuru un paghi sta cuos’inutile ri ztt ddt tlt ztl inzomma su sannu iddi comu cabbasisi si chiama!!!!

    3. State lavorando veramente male. Chi é in centro può circolare in centro. Punto. Le periferie sono a piedi. Durante il giorno la frequenza dei mezzi è peggiorata e la sera è inesistente. Complimenti.
      Dovreste ncrementare i mezzi se volete ridurre il traffico. Ripristinare e fortificare il vecchio sistema, fare lavorare i vigili, rispettare le corsie dei mezzi.!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.