mercoledì 28 set
  • Saverio Romano

    Romano contro Orlando sui posteggiatori abusivi: “Signori del posteggio”

    Saverio Romano (Alleanza Liberalpopolare-Autonomie), ex ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, ha attaccato il sindaco Leoluca Orlando sul tema dei posteggiatori abusivi.

    Romano ha dichiarato: «Tra i tanti insuccessi dell’amministrazione di Leoluca Orlando, quello del mancato contrasto al fenomeno dei posteggiatori abusivi ha dell’incredibile. Si fa prima a contare le pochissime piazze in cui non si registra la presenza diurna di posteggiatori abusivi che impongono agli automobilisti un vero e proprio pizzo. […] Signori del posteggio che regnano incontrastati, pronti a chiedere ai cittadini una tassa che finanzia le casse della criminalità organizzata e che si configura come una vera e propria estorsione, se è vero come è vero che rifiutarsi di pagarla può significare danneggiamenti per ritorsione al proprio veicolo o una violenta lite. […] Mi chiedo quali e quanti interventi hanno effettuato i vigili urbani, quali siano le direttive dell’amministrazione comunale. La lotta al predominio delle mafie inizia dalle nostre strade dal territorio che controllano in mille modi e una amministrazione che, a parole, dice di volerle combattere non può voltare ogni giorno lo sguardo dall’altra parte».

    Palermo
  • 3 commenti a “Romano contro Orlando sui posteggiatori abusivi: “Signori del posteggio””

    1. L’intera città è in mano a questi parassiti.
      non c’è la volontà da parte dell’Amministrazione di risolvere il problema; è riuscito il generale Dalla Chiesa a debellare il fenomeno dei brigatisti e non riesce il sindaco a porre fine a questa richiesta di pizzo sfrontato?
      Non voterò più per nessun candidato a sindaco, una continua delusione.

    2. A Palermo siamo stanchi di dare il “caffè” a questi individui senza nessun controllo che seguono un loro codice che non è ne il codice civile ne quello penale….

    3. Romano è troppo intelligente per non sapere che il Sindaco e la Municipale possono poco o pochissimo contro questo fenomeno. Ci vuole una legge apposita, o una sostanziale modifica del Codice della Strada, in quanto ad oggi è decisamente opinabile la definizione sullo stesso di “guardamacchine”, nonchè la sanzione, risibile ed esclusivamente pecuniaria, e ben sappiamo come i posteggiatori siano, casualità, tutti nullatenenti. Non sono un amico del Sindaco, ma se l’Onorevole Saverio Romano, non dimenticasse che il suo titolo gli è dovuto in quanto parlamentare, forse ricorderebbe anche come si scrive, presenta e si mette in votazione una legge. Gliene saremmo grati

    Lascia un commento (policy dei commenti)