domenica 25 set
  • Aeroporto di Palermo

    Presentata l’estate 2016 dell’Aeroporto di Palermo, ci saranno 79 rotte

    Stamattina è stata presentata la stagione estiva dell’Aeroporto di Palermo. Saranno settantanove rotte per collegare 28 Paesi con 14021 voli in partenza (+5,1% rispetto al 2015) e oltre due milioni di posti disponibili (2226166, +6,1% rispetto al 2015), con un incremento di circa il 7% di passeggeri previsti in partenza (1.822.280), rispetto allo stesso periodo del 2015.

    Il 2015 si è chiuso con un aumento consistente di passeggeri (4897045 contro 4558256 del 2014) e che già a marzo 2016 segna un +19,2% di transiti in entrata e uscita.

    In estate ci saranno 62 voli di linea e 17 voli charter, con aumenti anche di frequenze. Diverse le novità in programma: dal 23 aprile Transavia mette in pista i voli per Amsterdam (tre collegamenti nei giorni lunedì, martedì e sabato) e Monaco Muc dal 30 maggio (tre voli nei giorni lunedì, mercoledì e sabato); Dall’8 aprile, la compagnia Jetairfly – Tui si presenta con il volo per Brest (un collegamento il venerdì). Per la prima volta da e per Palermo ecco l’esordio della British Airways, che a partire dal 30 aprile aprirà la rotta verso Londra Heathrow (due voli martedì e sabato). Appena sbarcata la compagnia Air Malta con due collegamenti su Malta a partire dal 4 luglio (due voli lunedì e giovedì). Aumenta ancora il pacchetto delle offerte targate Volotea: dal 27 maggio si vola verso Nizza (due voli mercoledì e venerdì) e Creta dal 28 giugno (un volo il martedì).

    Sono previsti anche diversi incrementi di frequenza su rotte esistenti. Tra le più significative ci sono: Il New York della Meridiana (7 aprile) incrementerà i posti fino all’87%, proponendo la Grande Mela lunedì, martedì, mercoledi e giovedì (+2 frequenze); Già partita dal 28 marzo (nel 2015 a luglio) la stagione della Swiss per Zurigo con ben sei frequenze (lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica) e un incremento di posti del 110%. La Ryanair ha aggiunto frequenze a Memmingen (+71% di posti) dal 27 marzo (martedì, giovedì e domenica); destinazione Dublino dall’1 maggio (mercoledì e domenica) e Parigi Beauvais dal 28 marzo (lunedì, martedì, giovedì e sabato). Da domani (nel 2015 a giugno), easyJet per Ginevra si presenta con due frequenze: lunedì e giovedì; Monaco (MUC) con Lufthansa opererà per dodici mesi con frequenza giornaliera.

    Tra le cinque compagnie che copriranno più rotte troviamo: Ryanair con 16 destinazioni: Orio al Serio, Bologna, Parigi Beauvais, Dublino, Roma Fiumicino, Memmingen, Madrid, Marsiglia, Milano Malpensa, Düsseldorf Weeze, Pisa, Londra Stansted, Berlino, Torino, Treviso e Verona; Volotea con 18 destinazioni: Atene, Bordeaux, Bari, Genova, Heraklion, Ibiza, Santorini, Napoli, Nice, Nantes, Olbia, Palma de Mallorca, Strasburgo, Tolosa, Tel Aviv, Torino, Venezia e Verona; Alitalia con sei rotte: Roma Fiumicino, Milano Linate, Lampedusa, Napoli, Pantelleria e Mosca; Vueling con cinque destinazioni: Barcellona, Roma Fiumicino, Firenze, Parigi Orly, Spalato ed easyJet con i collegamenti per Londra Gatwick, Lione, Milano Malpensa e Parigi Orly.

    Il network delle rotte internazionali con voli charter vede l’incremento su destinazioni come Cracovia e Wroclaw (Polonia), Stoccolma e Oslo (Scandinavia), Brest (Francia) e Bruxelles (Belgio).

    Ventotto i paesi collegati con Palermo. Spiccano la Francia con 14 rotte, la Germania con sette rotte; segue la Spagna (quattro rotte) e la Grecia (tre rotte).

    Ma le novità del 2016 riguardano anche le infrastrutture aeroportuali: a giugno sarà consegnata la nuova hall arrivi e nasceranno nuove aree commerciali (bar arrivi e duty free). Saranno inoltre attivati quattro nuovi varchi di sicurezza. A fine giugno ci sarà un nuovo posizionamento dei Rent a Car, mentre a luglio una zona parcheggio sarà dedicata alle lunghe soste delle auto, a tariffe più convenienti. Nel frattempo si sta lavorando per arrivare in tempi brevi all’apertura della cappella multireligione e di un’area dedicata ai bimbi. Già aperte la nuova sala Prm e la saletta nursery.

    Ottime le performance del sito dell’aeroporto e dei canali social. In appena due mesi dal varo del nuovo sito, gesap.it ha superato i centomila visitatori unici e oltre quattrocentomila pagine visitate. Il 58% dei visitatori si è collegato con un dispositivo mobile e oltre il 70% cerca informazioni sui voli. a due anni dalla sua apertura, twitter segna oltre 2500 follower, mentre la neonata pagina facebook ha già 3350 Mi piace. L’aeroporto è anche su Instagram e Periscope. Novità assoluta è l’app per ambiente iOS e Android con la funzione “Dimmi quando”.

    Palermo, Sicilia
  • 7 commenti a “Presentata l’estate 2016 dell’Aeroporto di Palermo, ci saranno 79 rotte”

    1. ……..Il network delle rotte internazionali con voli charter vede l’incremento su destinazioni come Cracovia e Wroclaw (Polonia), Stoccolma e Oslo (Scandinavia), Brest, Bruxelles (Belgio), Stoccolma (Norvegia)…….

      Stoccolma si trova in Svezia non in Norvegia

    2. Questi vigliacchi hanno messo le telecamere che fotografano le targhe e inviano la multa automaticamente se stai più di 15 minuti (ti costringono a usare il parcheggio a pagamento in pratica). Posso capire per la gente che lascia/prende amici e parenti, ma perchè applicare questa vergogna anche agli NCC (noleggio con conducente) che vanno in aeroporto per lavorare??? Ma secondo loro uno che va a prendere dei passeggeri e fa un’ora abbondante di sosta (è professionale arrivare sempre in largo anticipo) può andare mai a pagare 10 euro di parcheggio ogni giorno??? E perchè invece i taxi devono avere tutto gratis e gli NCC no?

    3. Mai stato a Palermo.

    4. Caro Daniele,

      “D.L. 30 dicembre 2008, n. 207 T all’articolo 11, commi 3 e 4 «3. Nel servizio di noleggio con conducente, esercitato a mezzo di autovetture, è vietata la sosta in posteggio di stazionamento su suolo pubblico nei comuni ove sia esercito il servizio di taxi. In detti comuni i veicoli adibiti a servizio di noleggio con conducente possono sostare, a disposizione dell’utenza, esclusivamente all’interno della rimessa.”

      Il che vuol dire che se arrivi con 1 ora (non 10 minuti o 20 minuti) di anticipo non stai arrivando “professionalmente in anticipo” ma probabilmente stai cercando di procacciare clienti in aerostazione, cosa non consentita.
      Dato che oggi esistono mille applicazioni per conoscere lo stato di un volo con estrema precisione, è sufficiente organizzarsi per arrivare con un margine di 15 minuti (e se ci fosse un ritardo puoi sempre fare un “giro di giostra” e rientrare), ma stare per un ora in sosta no.

      Alla domanda perché i taxi si e gli NCC no, la risposta è semplice: normativa diversa, licenza diversa. punto.

    5. Ciao Marco, il D.L. che hai citato non vieta che vi siano apposite aree di sosta riservate agli NCC che attendono i clienti in determinate aree…infatti gli aeroporti di Trapani, Comiso e Catania ne sono dotati, l’unico a non averli è quello di Palermo. Ti confermo inoltre che è professionale arrivare in largo anticipo e non con soli 15 minuti d’anticipo, perchè nel caso in cui parti da casa senza largo anticipo e buchi o hai un imprevisto…cosa fai? chiami il cliente e dici “scusate ho avuto un imprevisto, non faccio più in tempo a venirvi a prendere, arrangiatevi”. Ad ogni modo, anche se non fosse possibile realizzare un’apposita area di sosta per gli NCC come in tutti gli altri aeroporti siciliani, sarebbe quantomeno giusto consentire la sosta gratuita all’interno dell’area parcheggio (visto che sto andando lì per lavoro e non per giocare), invece devo pagare il parcheggio. E’ proprio una carognata.

    6. Daniele, hai ragione. Tutto il sistema dei parcheggi all’Aeroporto di Palermo è una vergogna, come gestione e come prezzi, sia per i privati che per chi come te ci lavora..
      All’Aeroporto di Catania, per esempio, lasciare l’auto ti costa 3/4 € al giorno, e questo ti consente di lasciarla anche dieci giorni senza spendere una fortuna. Questo fa si che un passeggero di Caltanissetta, Agrigento o Enna che debba stare fuori una settimana e lasciare l’auto in aeroporto, preferisca sempre l’Aeroporto di Catania a quello di Palermo.
      Facendo i conti, anche se a Palermo puoi risparmiare su alcune rotte con alcune compagnie, poi spendi per cinque volte per il parcheggio a lunga sosta.

    7. Mi raccomando, prima di fare demagogia verifichiamo e pubblichiamo dati reali:

      per i parcheggi Lunga Sosta

      Parcheggio Aeroporto Catania (vedere sito ufficiale Aeroporto Catania):
      1 ora € 2.00 (parcheggio Gesap € 3.00)
      24 ore € 20.00 o € 13.00 (P1 e P4) (parcheggio Gesap € 15.00)

      (i prezzi a 4 euro al giorno a Catania non sono dell’aeroporto, ma di parcheggi esterni e privati che offrono servizio navetta, quindi nulla a che fare con l’aeroporto)

      Per gli NCC

      Aeroporto Milano Malpensa
      Parcheggio SEA “10 minuti” gratuito (lontano da area arrivi/partenze), altrimenti Piastra A o Piastra B dedicate NCC a 2,50€/ora

      Aeroporto di Pisa (fino a 30 minuti, non oltre)
      In prossimità del Terminal passeggeri, sul fronte dell’Uscita Arrivi è presente un’area dedicata agli NCC che dispone di 15 stalli auto nei quali è possibile sostare gratuitamente fino a 30 minuti.

      Aeroporto di Torino
      Parcheggio P3 NCC a pagamento

      Aeroporto di Napoli
      Convenzione NCC 1 €/ora o frazione

      Aeroporto di Roma
      Solo al multipiano (quindi non fronte arrivi/partenze) e massimo per 40 minuti (Ordinanza ENAC n° 16/2014 )

      Insomma se volete continuare a fare demagogia senza dati accomodatevi, ma non trollerò dietro voi, altrimenti parliamo dati alla mano e mi sembra che la realtà sia ben diversa…

    Lascia un commento (policy dei commenti)