lunedì 5 dic
  • Comune di Palermo

    Il Comune corre ai ripari dopo l’ordinanza del Tar, ipotesi rimborsi

    Ieri il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore alla Mobilità Giusto Catania, il presidente dell’Amat Antonio Gristina, i responsabili degli uffici Ambiente e Mobilità del Comune di Palermo e i legali del Comune e dell’Amat si sono riuniti per discutere del provvedimento del Tar che cancella le Ztl che dovevano entrare in vigore il 15 aprile.

    Si è ribadita innanzitutto la volontà di proseguire quello che viene definito un percorso già avviato per il potenziamento del servizio pubblico, la riduzione del traffico privato e la riduzione dell’inquinamento.

    I legali del Comune e dell’Amat congiuntamente agli Uffici esamineranno la complessiva situazione giuridica fornendo relazione al sindaco.

    Al termine della riunione è stato, altresì, dato mandato agli Uffici di studiare (dandone informazione ai cittadini), alla luce della situazione giuridica determinata dal provvedimento del Tar, le modalità e i tempi del rimborso delle somme pagate per i pass a coloro che lo richiederanno e della riconversione di tale pagamento già effettuato per il pass che, a detta del Comune, sarà comunque previsto in futuro.

    Il sindaco Orlando ha infine disposto la costituzione di un gruppo di lavoro tecnico composto da componenti degli Uffici Ambiente e Mobilità del Comune e da tecnici dell’Amat per un approfondimento dei dati relativi sulla sussistenza degli interventi sul trasporto privato e relativi al potenziamento del trasporto pubblico e alla riduzione dell’inquinamento atmosferico e del traffico veicolare privato.

    Molti degli argomenti della riunione avevano fatto parte dei rilievi all’operato dell’amministrazione presenti nell’ordinanza del Tar.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)