lunedì 26 set
  • Amat

    Amat: “risolto” il “problema” dei dipendenti assenti durante le partite

    Sono state soltanto due le assenze per malattia tra i dipendenti dell’Amat nella giornata di ieri in cui si è disputata la partita degli Europei Italia – Spagna. Gli assenti erano in tutto sette (cui si sommano altre dodici assenze per ferie, permesso sindacale, L.104). Lo scorso 17 giugno, quando si giocò Italia – Svezia, le assenze arrivarono a 40.

    Il presidente Antonio Gristina ha dichiarato: «Dopo la segnalazioni alla Procura della Repubblica di diverse situazioni anomale e dopo la modifica al regolamento per cui le assenze nei giorni festivi, qualunque sia la motivazione, devono essere recuperate nel primo giorno festivo seguente, assistiamo con piacere ad un generale miglioramento delle condizione di salute dei nostri dipendenti».

    È stato deliberato di segnalare alla Procura tutti gli assenti a qualsiasi titolo dall’1 gennaio ad oggi, evidenziando la ripetitività delle assenze degli stessi soggetti nei festivi e nel 4° turno. È stato inoltre dato incarico al direttore generale di inviare nota ai soggetti recidivi per informarli che la prestazione lavorativa prevista nel turno festivo, prefestivo e 4° turno sarà ripetuta quando il dipendente comunica di essere assente per malattia.

    Palermo
  • 2 commenti a “Amat: “risolto” il “problema” dei dipendenti assenti durante le partite”

    1. Considerato “IL CONTROLLO” che viene fatto sui 101, alla partenza dalla Stazione FF SS, mi é sorto un dubbio. Vuoi vedere che i Sigg. Controllori hanno 1 o 2 centesimi x ogni striscetta che staccano dai biglietti? Quale motivo avrebbero se no di staccarli anche ai viaggiatori fin già a terra, cioé prima che salgano sugli autobus? Viaggio in autobus da 55 anni, tempi della SAIA. Quello che vedo sui mezzi dell’AMAT é vergognoso, tram compresi. Quando va bene, su 200 viaggiatori a malapena il 20% é abbonato o ha il biglietto. Di questo passo mi chiedo, ma quando la AMAT pensa di potete recuperare i milioni di € spesi per i TRAM? Mai. Rimettete i bigliettai, dareste lavoro e guadagnereste anche qualcosa. Questi servizi comunali servono solo ad avere: Presidente, Vicepresidente, Direttore generale e gli altri annesso e connessi.

    2. Definire il “servizio” fornito dall’AMAT alla cittá di Palermo “DI MERDA” é giá un complimento. Amato Presidente Gristina mi chiedo spesso quali siano le Sue funzioni in seno all’Azienda. Qual’é il suo compito, forse quello di occupare una poltrona magari tre volte a settimana ed aspettare la fine del mese per incassare i suoi quasi 300.000 €? Mi spiega x quale motivo ad ogni inizio d’estate vengono stornati tanti 101 a favore degli 806? Forse in estate chi lavora a Palermo, uscendo deve per forza andare a Mondello e non a casa propria?

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Amat: "risolto" il "problema" dei dipendenti assenti durante le partite, 5.0 out of 5 based on 1 rating