mercoledì 28 set
  • Emergenza rifiuti, scontro tra Orlando e Crocetta

    Emergenza rifiuti, scontro tra Orlando e Crocetta

    I comuni della provincia sono già in emergenza rifiuti, in particolare Bagheria, Carini e Cinisi, e il problema potrebbe peggiorare. I comuni non possono conferire i rifiuti nella discarica di Bellolampo.

    Il presidente della Regione Rosario Crocetta accusa il sindaco di Palermo Leoluca Orlando dicendo che la Rap, che gestisce la discarica palermitana, si rifiuta immotivatamente e che «Orlando che da un lato organizza le proteste e dall’altro ostacola la soluzione del problema».

    Orlando risponde attaccando l’assessore Vania Contraffatto: «I cittadini e le Amministrazioni comunali sono le vittime di un sistema che ormai da decenni vede i rifiuti in Sicilia al centro di interessi privati e speculativi. Un sistema che, con l’Assessore Vania Contraffatto – sia per i rifiuti, sia per l’acqua, tanto nella sua veste di Assessore quanto in quella di Commissario – perpetua e aggrava uno stato confusionale che alimenta disservizi e sprechi in danno dei Comuni e dei servizi pubblici per i cittadini. Sono fuori dalla realtà e dalla storia i continui attacchi contro la RAP, che è oggi titolare dell’unico impianto pubblico operante in Sicilia secondo le direttive europee e nazionali, a norma e con un TMB che tratta oltre 750 tonnellate al giorno di rifiuti. Sono fuori dalla realtà e dalla storia quegli attacchi contro il Comune di Palermo che ha realizzato con la Rap la più grande e operativa esperienza di gestione interamente pubblica di rifiuti, estendendo tale modello anche al settore dell’acqua con la società interamente pubblica dell’Amap, che ha preso il posto di una fallimentare e fallita gestione privata dell’Aps. Non consentiremo che posizioni e attacchi del predetto Assessore e del Governo regionale mutino l’attuale irrinunciabile gestione pubblica. Se il presidente Crocetta vuole – sia pure tardivamente – entrare in una ottica, quanto mai urgente e necessaria, di collaborazione e sinergia fra le Istituzioni, per risolvere l’emergenza in tutta la Sicilia, accetti il tavolo congiunto con i Comuni e con il Governo nazionale, tavolo da tempo richiesto da Anci Sicilia e smetta di tenere la Sicilia sotto scacco di Patti tanto inconcludenti quanti mortificanti della autonomia speciale di Regione ed enti locali. Si ponga fine a posizioni tanto inconcludenti quanto mortificanti degli interessi della Sicilia e impedisca il presidente Crocetta quei comportamenti dei suoi assessori che introducono elementi di grande confusione a danno della gestione pubblica ed efficiente dei servizi nei settori dei rifiuti e dell’acqua, caratterizzati da persistenza di interessi speculativi, sprechi e talora costituenti un vero e proprio sistema politico/affaristico anche mafioso».

    L’appello di un pilota Alitalia palermitano qui per le vacanze a Mattarella è stato visto più di 60 mila volte.

    (foto di Luca Russo)

    AGGIORNAMENTO: in una riunione alla Regione si è stabilito che sarà messa a disposizione dei comuni della Provincia un’area all’interno di Bellolampo, entro cui saranno resi operativi degli impianti mobili di trattamento dei rifiuti che una volta trattati potranno essere conferiti in discarica.

    Palermo, Sicilia
  • 2 commenti a “Emergenza rifiuti, scontro tra Orlando e Crocetta”

    1. nel passarsi la palla rovente sono i numeri uno, un bel discorsone che non significa nulla e mettiamo il dubbio nella cittadinanza che il problema è causato da qualcun altro…anche perchè serviva la lettera di sto turista per accorgersi che la sicilia è sommersa d’immondizia…

    2. Gentile sig Riccardo Alessi, buone vacanze Mediterraneo
      https://youtu.be/DJ6jpNG3w4g

    Lascia un commento (policy dei commenti)