domenica 11 dic
  • No-men

    No-men

    Questa volta l’autogol pare davvero di enormi dimensioni. Gli attestati di solidarietà e stima – dovuti, condivisibili, al di là dei giudizi su più di un aspetto della gestione – al dimissionario direttore del Biondo Roberto Alajmo, sono così tanti e “pesanti”, che il danno d’immagine per il sindaco – tra l’altro, alla vigilia dell’importante scadenza del rinnovo del consiglio comunale – si prospetta catastrofico. A meno che Egli non opti per una pubblica riparazione, un passo indietro con tanto di scuse che davvero non si confà alla sua autoritaria indole. Torna dolorosamente alla mente – ma è solo un episodio – il caso dell’illustre Giuseppe Barbera, altro no-man a un certo punto pochissimo gradito nel suo ruolo di assessore al Verde a alla vivibilità e purtoppo non supportato così massivamente quando lasciò il suo incarico, occupato fino a quel momento con competenza e indiscutibili qualità. Amara e personalissima conclusione: se il tempo, come si dice, di solito è galantuomo, si rivela oggi un vero Lord. In bocca al lupo, Roberto.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

No-men, 5.0 out of 5 based on 1 rating