lunedì 26 set
  • Teatro Biondo

    Orlando e Cusumano scrivono alla Regione, spiragli per il Teatro Biondo

    Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l’assessore alla Cultura Andrea Cusumano hanno inviato una nota al presidente e all’assessore allo Spettacolo della Regione Siciliana Rosario Crocetta e Anthony Barbagallo, nonché al presidente del Teatro Biondo Stabile di Palermo, Giovanni Puglisi e al Consiglio di Amministrazione per sollecitare l’attivazione di «un nuovo e più incisivo piano di risanamento del Teatro, privilegiando riduzione di costi in ogni settore e anche scelte – meno traumatiche – già praticate di prepensionamento che consentano all’Associazione di guardare con maggior fiducia al proprio futuro. Il tutto – scrivono – a tutela del lavoro di rilancio già avviato e del rinnovato prestigio del teatro della città con la direzione di Roberto Alajmo».

    Oggi pomeriggio si svolgerà l’assemblea dei soci. Alajmo aveva presentato le dimissioni e soltanto adesso il Comune sembra tornare sui suoi passi per volerlo riconfermare pur chiedendo un momento di rilancio dell’istituzione, sotto la direzione dello stesso Alajmo, anche al fine dell’ottenimento del riconoscimento di Teatro Nazionale in prospettiva metropolitana, in vista del prossimo appuntamento di candidatura.

    «Una volta varato un piano di risanamento aziendale coerente e oculato» – continuano il sindaco e l’assessore – «si valuterà come poter ampliare le prospettive dell’ente anche attraverso la condivisione con altri soggetti nazionali, regionali e locali creando un più ampio circuito di eccellenza, cosa che per altro non escluderebbe la possibilità di trovare ulteriori risorse. Nell’immediato si sollecita l’attivazione di tutte le azioni necessarie al fine di mettere in sicurezza la prossima stagione e, a tal uopo, si fa presente che a seguito della recente approvazione del Bilancio si sono rese disponibili le somme del socio Comune che verranno liquidate una volta espletate tutte le procedure amministrative di rito. In tale prospettiva si sollecita concorso e coinvolgimento del socio Regione Siciliana».

    AGGIORNAMENTO: il Cda ha rinnovato la fiducia ad Alajmo che si è preso qualche giorno per riflettere.

    Palermo, Sicilia
  • Lascia un commento (policy dei commenti)