martedì 24 ott
  • Pezzi di Palermo nell’attentato a Berlino, il ricercato e il ferito

    Due sere fa un camion è piombato su un mercatino di Natale a Berlino (Germania) uccidendo 12 persone e ferendone 48. L’Isis ha rivendicato l’attentato. Questa estate c’era stato una attacco simile a Nizza (Francia) che aveva causato 84 morti. Un ricercato era stato in carcere a Palermo e un cittadino palermitano è tra i feriti.

    Anis Amri, tunisino di 24 anni, è ricercato per la strage e si ritiene che fosse alla guida del camion partito dall’Italia e dirottato (il guidatore è stato ucciso dopo aver cercato di evitare l’attentato). Anis era stato tra i protagonisti dell’incendio al centro di accoglienza di Lampedusa, dove era stato portato dopo lo sbarco in Italia, ed era stato arrestato e trasferito a Catania e poi a Palermo dove aveva scontato quattro anni di pena. Poi aveva ricevuto un provvedimento di espulsione, trovato nel camion, ma la Tunisia lo aveva rifiutato.

    Il palermitano ferito si chiama Giuseppe La Grassa, ha 34 anni ed era a Berlino con la moglie Elisabetta Ragno. La Grassa è stato colpito dal camion, ha 25 punti di sutura in viso e verrà operato.

    AGGIORNAMENTO del 23 dicembre: Amri è stato intercettato e ucciso dalla Polizia a Sesto San Giovanni (Milano).

    Palermo
  • Un commento a “Pezzi di Palermo nell’attentato a Berlino, il ricercato e il ferito”

    1. A Nizza compà, non a Marsiglia.

    Lascia un commento (policy dei commenti)