giovedì 27 lug
  • La politica di Addiopizzo, senza candidature

    Ogni associazione, ogni movimento, ha una sua forma e una sua evoluzione, ma restano forti alcuni nuclei identitari.
    Addiopizzo è sempre stata un’associazione piena di traguardi raggiunti e dubbi che ne seguivano, che non è sfuggita al conflitto, al buio, alla proposta, alla scelta, alla tensione, alla vita. Ci siamo sempre definiti come una improbabile ma riuscita alchimia di sognatori, ostinati e determinati ad assumersi la responsabilità del cambiamento, anche attraverso la creatività e l’intelligenza, la fatica, la sofferenza che richiede raggiungere un traguardo, soddisfare un desiderio.

    E oggi non possiamo che essere grati a tutti quei cittadini, imprenditori, forze dell’ordine e magistrati, maestri e insegnati, studenti di ogni ordine e grado, che hanno reso possibile la più straordinaria delle rivoluzioni, la concretezza del cambiamento, culturale innanzitutto.

    E questa è per noi ancora la più bella delle politiche possibili. La politica che si fa scelta, strada, confronto, rete e infine cambiamento dal basso. Che altro non è che la condivisione più larga e partecipata dell’impegno che ognuno deve all’altro.

    Questa è la nostra politica. Fuori dai partiti, fuori dalle istituzioni. Cionondimeno non ci siamo mai tirati indietro dal confronto con gli attori delle istituzioni e dei partiti , quando questo poteva servire per spronare, per stimolare , per fare emergere responsabilità, opportunità, e laddove ce ne fossero le condizioni anche per collaborare. E siamo sempre rimasti apartitici e questo per noi è un assioma che è e resta caratteristica identitaria forte e imprescindibile.

    E così, volendo come sempre essere chiari e trasparenti, abbiamo desiderio di chiarire il rapporto tra l’Associazione Addiopizzo e il suo ex socio Ugo Forello, compagno che ha condiviso e costruito un pezzo della nostra storia.
    Rispetto alla scelta di Ugo di aderire ad un soggetto partitico, oggi sentiamo il dovere di dire con determinazione che ne restiamo estranei, pur rispettandola. Inoltre apprezziamo e abbiamo fortemente condiviso la sua coerente scelta di non avere più affidati incarichi legali per i processi in cui Addipizzo sarà presente per l’attività che essa continuerà a svolgere nel territorio.
    Noi continuiamo, ancorati a ciò che siamo e abbiamo costruito con voi.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)