giovedì 29 giu
  • Conferita la cittadinanza onoraria a Giuseppe Tornatore

    Conferita la cittadinanza onoraria a Giuseppe Tornatore

    Sabato è stata conferita la cittadinanza onoraria a Giuseppe Tornatore a Palazzo delle Aquile.

    Il regista bagherese ha vinto il premio Oscar nel 1990 con Nuovo Cinema Paradiso.

    Tornatore ha dichiarato: «Quando il professore Buttitta mi chiamò per annunciarmi la decisione del consiglio comunale di Palermo sono rimasto sorpreso perché significava ricevere la cittadinanza onoraria di un luogo di cui ero già cittadino dato che Palermo è sempre stata idealmente la mia città luogo di ispirazioni e dei miei sogni. Bagheria è stata un’incubatrice però il mondo cominciava a Palermo, era da qui che prendevi il treno e l’aereo per andare avanti e indietro».

    La motivazione: «Per avere diffuso in tutto il mondo attraverso la sua attività artistica le meravigliose immagini dell’amata terra di Sicilia, i paesaggi, i colori, le piazze, le strade che rappresentano lo sfondo sul quale si animano le sue splendide sceneggiature, intimamente legate alla memoria, interpreti di sentimenti, sogni, delusioni, dolcezze, amarezze e contraddizioni dei protagonisti.
    Per l’originaria attività documentaristica che ha evidenziato aspetti distintivi e peculiari della Sicilia, quali la pittura, intessendo uno splendido dialogo con il grande artista Renato Guttuso, la letteratura, indagando sulla relazione tra gli scrittori siciliani ed il mondo del cinema, la storia, attraverso l’antologia cinematografica dello “Schermo a Tre Punte”, l’antropologia, con l’analisi delle minoranze etniche presenti nell’isola.
    Per avere affrontato con sorprendente realismo temi sociali importanti indagando in profondità i meandri dell’animo umano, le emozioni, i tormenti, le gioie, i pensieri e le aspirazioni di un popolo in lotta con le sue stesse radici, nel quale convive il desiderio di mettere le ali ed il suo essere intrappolato nelle viscere della sua stessa terra.
    Per avere emozionato profondamente tanti siciliani, anche nostalgicamente lontani dalla bella Trinacria, attraverso un’arte magistrale capace di immergere completamente nella pellicola lo spettatore, con la sensazione di muoversi realmente nella Sicilia di un recente passato, percependone calore e profumi, ascoltandone suoni ed espressioni, riscoprendone consuetudini, immedesimandosi nei suoi personaggi.
    Per essere un simbolo positivo della terra di Sicilia, esempio per le giovani generazioni che la condizione di isolani può rappresentare una ricchezza, un tesoro prezioso che Giuseppe Tornatore, grande maestro del cinema, ha custodito in modo esemplare permettendo ad un intero popolo di condividere insieme a lui la gioia e l’orgoglio per i numerosi successi conseguiti, culminati nell’importante riconoscimento del Premio Oscar».

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)