domenica 22 ott
  • Orlando contro Ferrandelli: “Burattino di Miccichè, Cuffaro e Cammarata”

    Volano insulti nella campagna elettorale per il sindaco di Palermo. Il sindaco uscente Leoluca Orlando, che si ricandida, ha definito in un comunicato lo sfidante Fabrizio Ferrandelli «burattino del trio Miccichè/Cuffaro/Cammarata».

    L’occasione è stata la presentazione dell’assessore all’Europa Giuseppe Labita (a sua volta sotto attacco per essere iscritto al Grande Oriente d’Italia) che si aggiunge a Rosi Pennino nella squadra di Ferrandelli. Labita e Ferrandelli hanno evidenziato uno scarso utilizzo da parte dell’aministrazione dei fondi europei.

    Orlando ha detto: «È riuscito a collezione ben tre figuracce in un colpo solo: un vero record. Durante la conferenza stampa è stato infatti affermato che l’amministrazione attuale avrebbe ottenuto solo 800 mila euro di Fondi Comunitari e questo sarebbe desumibile dal sito del Comune. Evidentemente: non sanno consultare un sito Internet, ignorano come sia cambiata la Programmazione comunitaria 2014/2020, ignorano cosa sia un programma come il PON Metro, che da solo vale oltre 80 milioni di euro. Infine, forse la cosa più grave, il burattino si lancia in un gravissimo insulto ai dipendenti e professionisti che lavorano in questo settore dentro l’amministrazione e che appunto, in questi anni hanno portato a Palermo fondi extracomunali per oltre 620 milioni di euro, segno della visione d’insieme e dell’approccio strategico avuto in questi anni. Una bella differenza rispetto ai 10 milioni portati nel quinquennio precedente dagli amici di Ferrandelli».

    Ferrandelli ha risposto con un video in cui dice «Il primo burattino che mi viene in mente è l’Orlando furioso» e invita a parlare di programmi e di evitare di cercare di screditare gli avversari.

    Posted by Fabrizio Ferrandelli on Tuesday, May 9, 2017

    Speciale elezioni sindaco di Palermo.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)