lunedì 24 lug
  • Arresti Trapani, ripercussioni a Palermo: indagate Simona Vicari e Marianna Caronia

    Arresti Trapani, ripercussioni a Palermo: indagate Simona Vicari e Marianna Caronia

    I Carabinieri di Palermo e Trapani hanno eseguito degli arresti su ordine della Procura della Repubblica di Palermo. L’ipotesi è corruzione sulla gestione dei fondi per il trasporto marittimo. Sono stati arrestati il deputato regionale Girolamo Fazio, eletto con Forza Italia e capo del gruppo misto all’Ars ed ex sindaco di Trapani ricandidatosi, l’armatore Ettore Morace e il funzionario regionale Giuseppe Montalto. Gli arresti hanno delle ripercussioni sulla politica nazionale, regionale e palermitana con gli avvisi di garanzia al sottosegretario Simona Vicari, accusata di concorso in corruzione per un orologio Rolex che avrebbe ricevuto in cambio di un favore (un emendamento alla legge di stabilità che ha abbassato dal 10% al 4% l’Iva sui trasporti marittimi) e Marianna Caronia, accusata di avere ottenuto da Morace, tramite l’intercessione di Montalto, una liquidazione superiore a quello che le spettava dopo la fine del rapporto con la Siremar. Vicari fa parte della coalizione che sostiene il sindaco uscente Leoluca Orlando (di cui è stata anche assessore). Caronia è candidata nella lista Per Palermo con Fabrizio che appoggia lo sfidante Fabrizio Ferrandelli.

    Montalto è segretario particolare dell’assessore alle Infrastrutture Giovanni Pistorio e lo è stato anche dell’assessore Giovanni Pizzo.

    Speciale elezioni sindaco di Palermo.

    AGGIORNAMENTO: Simona Vicari ha rassegnato le dimissioni.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

Arresti Trapani, ripercussioni a Palermo: indagate Simona Vicari e Marianna Caronia, 1.0 out of 5 based on 1 rating