lunedì 25 set
  • Arco azzurro

    Riaperto l’Arco azzurro ad Aspra

    L’Arco azzurro di Aspra (Bagheria) è nuovamente raggiungibile via terra da questa settimana.

    Il monumento di roccia è diventato famoso grazie a una campagna dei Baci Perugina che lo raffigurava.

    Arco azzurro - Baci Perugina

    La riapertura è stata resa possibile da una sinergia tra Comune di Bagheria e una Ats formata da Natura e Cultura, Sigea, Lipu, ASD Master e la Coop Lavoro e Solidarietà.

    Per raggiungere l’Arco bisogna percorrere la strada statale che porta a Mongerbino da Santa Flavia ad Aspra. L’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), l’ha inserito tra i siti geologici di maggiore interesse a livello nazionale.

    Il ponte naturale, confiscato a Cosa nostra e acquistato dal Comune, è stato riqualificato con tecniche ed interventi a bassissimo impatto ambientale per preservare l’ecosistema del luogo.

    L’ingresso costa 2 euro che serviranno per la gestione, la manutenzione e la pulizia dei luoghi. Lungo il perimetro dell’area sono stati installati cinque pannelli didattici che spiegano oltre la storia del luogo, la geologia dell’arco, la flora e la fauna e l’ambiente marino che lo circonda.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

Riaperto l'Arco azzurro ad Aspra, 5.0 out of 5 based on 2 ratings