domenica 17 dic

Archivio del 9 giugno 2017

  • Leoluca Orlando

    Il Cambiamento non si ferma

    I primi cento giorni, per un sindaco che viene riconfermato alla guida di una città, non sono molto diversi dagli ultimi cento giorni, anche se certamente la costruzione della nuova squadra di governo e il passaggio al “secondo tempo” del percorso segneranno alcune tappe importanti.
    Così come delineato nel corso della campagna elettorale, sarà infatti necessario riorganizzare la struttura comunale, anche sulla base della riduzione degli assessori da 10 a 8 poiché a questa riduzione corrisponde infatti una nuova “forma” della macchina organizzativa.
    Allo stesso tempo, proprio nei primi cento giorni saranno pubblicati diversi bandi e gare d’appalto in attuazione dei progetti e piani già finanziati per centinaia di milioni di euro nel corso di questa sindacatura.
    Nei primi cento giorni vi sarà quindi un misto di continuità e novità. Continua »

    Palermo
  • Ugo Forello

    Riprendiamoci Palermo!

    Manca pochissimo, ormai. Ci siamo! Dopo un lungo percorso in cui abbiamo riempito le piazze di cittadini e di idee, di competenze e di entusiasmo, siamo pronti ad amministrare la città che amiamo.

    E da dove cominciare se non da un’operazione verità sui conti del Comune? Metteremo le mani sui bilanci, e libereremo le risorse necessarie per investimenti e sviluppo. E una volta fatto questo, potremo puntare ad un nuovo modello amministrativo, ad una diversa cultura della cittadinanza, che includa tutti nelle scelte di governo.

    E per farlo, bisognerà prima di tutto aggredire la povertà dilagante. C’è da pensare subito alle 1800 famiglie senza casa. Creeremo un sportello unico per l’emergenza abitativa e faremo un censimento di tutte le famiglie che occupano immobili pubblici. Quindi pianificheremo il primo progetto pilota di autorecupero. Avvieremo inoltre la realizzazione di un emporio solidale, un luogo fisico dove mettere a disposizione dei cittadini in stato di bisogno le eccedenze alimentari.

    NESSUNO, a Palermo, DEVE RIMANERE INDIETRO. E perseguiremo questo obiettivo anche con il nostro progetto pilota di reddito di cittadinanza comunale. Un contributo di €400 al mese per le famiglie in stato di povertà assoluta, da reintrodurre nel tessuto economico locale attraverso una moneta locale. Continua »

    Palermo
  • Fabrizio Ferrandelli

    I nostri primi 100 giorni di governo

    Bilancio – Inutile nascondersi dietro a un dito: le casse del Comune e delle società partecipate sono in rosso. Per questo nei nostri primi 100 giorni di governo ci dovremo occupare di analizzare i conti che erediteremo perché un buon padre di famiglia sa esattamente quali spese programmare in funzione delle entrate certe che gli consentiranno di arrivare alla fine del mese.

    Lavoro – La priorità per Palermo è la creazione di nuove opportunità di lavoro. Sarà questo il nostro punto di partenza, e dal 12 giugno daremo avvio alla creazione di una task force per attrarre investimenti in città. Bisogna avere una visione progettuale per incentivare il tessuto produttivo sano e promuovere la creazione di nuove imprese: vogliamo realizzare a Palermo il più grande incubatore di startup del Mediterraneo, e sarà a Brancaccio.

    Coworking – Un sindaco deve essere un facilitatore di processi economici e creare le giuste condizioni di sviluppo per la città e per i suoi cittadini, con progetti seri e concreti. Per questo destineremo alcuni immobili comunali a spazi di coworking, dove i giovani professionisti potranno lavorare insieme e fare rete.

    Ztl – Dal primo giorno di governo intendiamo creare un percorso condiviso con i palermitani. Basta con i provvedimenti che arrivano dall’alto senza confronto. E sarà sospesa la Ztl e rimodulata come fine di un percorso ragionato e condiviso che faremo con commercianti e cittadini, e solo dopo aver realizzato un piano integrato di mobilità che preveda parcheggi e un trasporto pubblico efficiente. Continua »

    Palermo
  • Nadia Spallitta

    Un nuovo genere di politica!

    Care cittadine e cari cittadini di Palermo,
    Assumersi l’onere e avere l’onore di governare la nostra città, oggi, è un impegno che richiede passione, serietà e costanza. La politica ha perso, per tanti, la credibilità necessaria per essere riconosciuta dai cittadini come il luogo legittimato alla selezione della classe dirigente, per questo occorre ritornare a una visione etica della politica stessa, che riconosca la buona amministrazione, ispirata ai criteri di competenza, meritocrazia e trasparenza, come principio cardine della sua azione. Pertanto, Il primo provvedimento all’ordine del giorno della mia agenda politica è la riorganizzazione della macchina comunale. Un intento che non può che passare per la semplificazione dei procedimenti amministrativi nei settori nevralgici di Palazzo delle Aquile: penso al Suap, lo Sportello unico delle attività produttive, la cui riorganizzazione ritengo essere necessaria per il rilancio dell’economia cittadina, o alla riorganizzazione delle politiche sociali. Continua »

    Palermo
  • Ciro Lomonte

    Le priorità dei primi 100 giorni da sindaco

    Porto inciso nel cuore lo slogan di questa campagna elettorale – la prima che io abbia mai fatto –, che ritengo fondamentale per le sorti della mia città: «Palermo sia fiera di Palermo»!
    Appare indispensabile far leva su uno scatto di orgoglio dei miei concittadini, resi schiavi di uno Stato Italiano e di un sistema partitocratico che li ha convinti di essere costitutivamente inetti, pigri, amanti dell’illegalità e del sopruso, per governarli meglio. Non erano così prima del 1860 e, per natura, non lo sono neppure adesso. Innanzitutto ringrazio tutti i miei elettori, tutti coloro che hanno creduto nel progetto di Siciliani Liberi e domenica 11 giugno hanno sbarrato con una X la nostra casella. Con quella X hanno deciso di votare come loro sindaco Ciro Lomonte, nonostante una campagna mediatica che spesso ha deciso di sminuire e sottovalutare il nostro MOVIMENTO. Sì, Movimento, perché noi non siamo un partito fazioso. Siamo la casa comune di chi ama la Sicilia profondamente. Siciliani Liberi non serve nessuno, non ha padroni da accontentare, non ha schemi politici pre-imposti, è libero da qualsiasi condizionamento.
    La priorità assoluta è guadagnarsi la fiducia degli impiegati comunali. Sono tantissimi e le loro motivazioni sono più o meno forti. Vorrei incontrarli subito tutti quanti, ovviamente divisi per gruppi, insieme agli assessori che avranno le deleghe corrispondenti ai diversi settori. Vorrei trasmettere loro un approccio nuovo alla gestione amministrativa di Palermo, basato sulla riscoperta della coscienza identitaria degli abitanti della capitale di questa Sicilia tanto straordinaria quanto mortificata. Continua »

    Palermo
  • Palermo: blog, siti e stime numeriche a maggio 2017

    Ecco le stime di Alexa sui blog e siti palermitani a maggio. I dati sono puramente indicativi e interessanti soprattutto per confrontare più siti e valutarne i rapporti di forza basati sui numeri (posizioni in un ranking) messi a confronto (che non sempre rispecchiano il reale peso nella realtà cittadina).

    I siti con una posizione inferiore alla milionesima nel rank non mostrano il dato degli Historical Traffic Trends al 31 maggio. Quindi i siti sotto la quarantottesima posizione non sono censiti.

    Alexa Palermo (maggio 2017)

    Continua »

    Palermo
  • La Vucciria Food Concept

    La Vucciria Food Concept tenta la conquista dell’America

    500 piccoli e medi produttori siciliani raggruppati nel brand La Vucciria Food Concept mirano alla conquista del mercato americano, giapponese ed europeo con prodotti di coltivazioni e produzione siciliani. Il progetto, presentato a Palermo, sarà ripresentato al Fancy Food di New York dal 25 al 27 giugno ed era già stato illustrato lo scorso 25 aprile alla New York University, ospiti del quotidiano La Voce di New York accanto allo chef Joe Bastianich. Continua »

    Palermo