martedì 21 nov
  • Pietro Grasso

    Lettera a Piero Grasso

    Sig. Piero Grasso,
    sono fermamente convinto che la politica italiana oggi abbia un disperato bisogno di persone come lei o anche soltanto di ciò che lei rappresenta.
    Infatti nei ragionamenti qualunquisti o complottisti la sua figura politica potrà essere definita e disegnata in vari modi ma nessuno potrà mai cancellare la sua storia e smontare la sua immagine pubblica.
    Ecco l’Italia adesso ha bisogno di lei e di ciò che rappresenta.
    Alle prossime elezioni nazionali si presenteranno tre forze politiche: destra, grillini e sinistra (per semplificare).
    I primi hanno scongelato un leader unificatore che li guida da remoto e parla di libertà ed esperienza politica (messaggi subliminali per chi sa capire) ma ormai questi motti sono scaduti da più di 20 anni e sinceramente non capisco a cosa siano serviti negli anni passati.
    I grillini vorrebbero cambiare tutto ed in meglio ma si impantanano involontariamente dentro la politica ed incappano nelle trappole degli intrighi del retroscena politico.
    La sinistra dopo anni di governo fantoccio messo su dalle lobby bancarie e finanziarie si ritrova svuotata di significato e motivazioni ideologiche, ha perso la sua missione e direzione.
    Il contesto geopolitico intanto non ci tranquillizza.
    In Europa la Francia sta cercando il suo posto accanto alla Germania mentre la Gran Bretagna fugge via.
    L’Italia si ritrova in una posizione politica di inferiorità pur essendo utile e strategica con le sue risorse auree e con una produzione manifatturiera settima al mondo, rischierrebbe di rendersi ricattabile e sfruttabile pur di avere peso politico o per semplice convenienza dei politici di turno.
    Il mondo già carico di mentalità populista e razzista si deve preparare ad un imminente scontro in Medio Oriente che interesserà necessariamente il resto del mondo musulmano e di riflesso l’Europa riempita, senza che nessuno lo evitasse, di genti musulmane.
    Hanno spostato interi popoli e categorie religiose per sfruttarne ed infiammarne la loro ideologia religiosa e sociale.
    L’Italia nelle condizioni attuali e con queste premesse globali non ha un buon futuro.
    Visto che i buoni cervelli si fanno volontariamente emigrare lei, sig. Grasso, resti per aiutarci, diventi un eroe per l’Italia, si proponga per le primarie del Pd, per la leadership del partito e quindi la candidatura a presidente del Consiglio.
    Quando ci saranno le elezioni deve essere lei il candidato della sinistra italiana!
    In una situazione simile non ci possiamo proprio permettere un eventuale governo di destra.
    Magari non ce la faranno ma per sicurezza ci vuole un’altra contropartita valida politicamente ed eticamente.
    Una figura che porti con sé il significato sociale che ha acquisito negli anni, un simbolo, un eroe reale.
    Un uomo forte della sinistra.
    Per favore deve essere lei a guidare una sinistra riunita, una crociata contro una destra che non deve vincere in questo determinato periodo storico.
    Ci pensi, faccia questo sacrificio eroico.
    Abbiamo bisogno di lei sig. Piero Grasso!
    Gli italiani hanno solo bisogno di speranza e fiducia.
    S’a pinsassi……

    Palermo, Sicilia
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

Lettera a Piero Grasso, 1.0 out of 5 based on 1 rating