domenica 17 dic
  • Totò Orlando

    Chiesto il rinvio a giudizio di Totò Orlando per tentata concussione

    Il presidente del Consiglio comunale di Palermo Salvatore Orlando, rieletto a giugno come capolista del Movimento 139 a sostegno del sindaco Leoluca Orlando potrebbe essere rinviato a giudizio con l’accusa di tentata concussione.

    Il dirigente comunale Antonino Rera è accusato di favoreggiamento. La vicenda contestata è la procedura di conferimento dell’incarico di alta professionalità di responsabile ufficio consulenza giuridica/amministrativa per le attività istituzionali dell’organo consiliare avvenuta a giugno 2015 al posto di Niccolò Giuffrida, poi non andata in porto. Orlando avrebbe abusato della sua posizione e avrebbe tentato di convincere due esaminatori: Serafino Di Peri e Dario Gristina.

    La decisione arriverà martedì.

    AGGIORNAMENTO: il sindaco Orlando ha rilasciato una dichiarazione.
    «Nell’esprimere fiducia nel fatto che il presidente Salvatore Orlando chiarirà ai magistrati il proprio opera, confermo che l’amministrazione, come per tutte le vicende giudiziarie che hanno coinvolto amministratore, ex amministratori e dipendenti, seguirà l’andamento del procedimento e, ove ricorreranno i presupposti, si costituirà parte civile».

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

Chiesto il rinvio a giudizio di Totò Orlando per tentata concussione, 5.0 out of 5 based on 2 ratings