venerdì 20 lug
  • Matteo si ha smarrito!

    Dove sta Matteo? Oh Madonna mia!
    Dove si è andato a cacciare questo ex belloccio che girava come un gagà e si credeva bello come un apollo?
    Nessuno lo sa ma qualcuno chissà!
    Matteo turista….Matteo emigrante……Matteo di qua, Matteo di là ma gira e rigira sarà proprio a due passi da casa nostra.
    Nca, per forza, se vuoi che i giochi vadano bene devi seguirli di pirsona personalmente.
    Certo trattandosi di nascondino deve ammucciarsi spesso, magari un po’ guarda con il binocolo, un po’ parla con il walkie-talkie.
    Giochi impegnativi, tipo Giochi senza frontiere.
    Un..deux…trois….fuori l’Italia-dentro l’Italia!!!
    Dov’è Matteo?
    Bubu settete!! È qua!!
    Ma poi chi può negare che Matteo passeggi tranquillamente alla luce del sole con un bel visetto pulito e modellato da 30 anni di cambiamenti?
    Un signor qualunque di mezza età, apparentemente un signor nessuno ‘nmiscatu cu nienti.
    La ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine (non quella con la parrucca) può essere rassomigliante ma anche totalmente differente!
    Potrebbe essere irriconoscibile.
    Qualche ritocco chirurgico?
    Ma che! Ma che bisogno c’è!
    Basta una barba lunga, un taglio particolare o addirittura pelata con riporto e soprattutto niente occhiali….anche se il vizio è forte….ogni tanto dai!
    Et voilà….cu è?? Buu?!
    Indovina chi!
    Matteo può essere un qualsiasi commerciante, vaccaro, ambulante o artigiano…..pure impiegato pubblico…..magari vi imbusta la spesa al supermercato e voi non gli date l’euro!
    E quello nel frattempo sta peniando come dividere i proventi del giro di droga, degli appalti e quali politici sovvenzionare.
    «Per favore si sbrighi ad imbustare, non stia con la testa per aria!».
    «Sì signora mi ascusassi!».
    Che attore!!
    Premio Oscar come attore non protagonista!!
    Eppure per quanto stracanciato possa essere, se Matteo si trova davvero libero e felice nel suo territorio, signori miei, c’è un appunto da fare, eh sì, qualcuno deve per forza riconoscerlo, per forza.
    Basta uno o due che lo riconoscono e pian piano lo sanno tutti.
    Quindi guardatevi bene attorno, sforzatevi, provateci e lo vedrete! Facciamo un gioco online, chi lo trova vince!! È il più bravo e forte dell’universo!Siiii!!!
    Ma tranquillo Matteo, come tu ben sai queste sono chiacchere a bassa frequenza non udibili da orecchie sbirre, insomma un ciuciulare intimo e circoscritto.
    Un circuito privatamente omertoso che non passerà mai determinati limiti.
    Ed allora c’è qualcuno che già sa.
    Come sapevano che Riina andava a fare la spesa.
    Come sapevano che Provenzano andava a prendere il caffè.
    Circuiti più impenetrabili dei controspionaggi Usa e Russi.
    Se solo potessero captare queste basse frequenze gli sbirri!!
    Ma mettiamo caso ca ‘u zu’ Aspannuzzo che conosce bene Matteo un giorno gli sballa la demenza senile e comincia a dire fuori dal circuito chi è Matteo e dove bazzica…..comincia a dirlo pure agli sbirri.
    Insomma Aspanuzzo impazzisce e indica chi è Matteo.
    Che succede??
    O magari un giorno uno viene a sapere della sua vera identità da un parente di un amico dello zio Aspanuzzo (il quale ancora buono di testa) che per leggerezza ha raccontato di Matteo.
    Ha indicato chi è nella realtà quell’introvabile Matteo.
    Cosa succede allora?
    Ma sopratutto puó accadere?
    Sì, puó accadere.
    Nell’era di Internet e dei mille post e blog nessun esaltato pseudo eroe anonimo del web gli salta in mente di sbirrittiare qualche vocina di paese su Matteo?
    Nessuno lo fa??
    Eppure potrebbe accadere.
    Davvero tra tanti variegati attivisti agguerriti non si trovano nel web antimafiosi agguerriti?!
    Matteo tu giri ancora strate strate a Castelvetrano o al massimo firrii per le campagne ma sii cca.
    E questo lo sa e lo vede tanta gente, nonostante le precauzioni le voci viaggiano a bassa frequenza.
    Questa è la vita e la gente in Sicilia, da secoli vi sono certezze che tutti conoscono.
    Non c’è buco sconosciuto in Sicilia dove un signor nessuno possa scomparire senza che qualcuno lo sappia.
    Infondo è cosí.
    Gente che vede ma non guarda e dimentica senza parlare.
    Sono siciliani qualunque ma è gente non soggiogata e controllata dal tuo sacro giro di uomini di ononore, no!
    Gente comune senza importanza ed anche perbene, tanta gente.
    Basterebbe la giusta chiave motivazionale per poterti vendere, basta offrirgli lo scambio giusto. Tornerebbe la memoria e la parola.
    Domani la televisione organizza un bel gioco a premi: “Smaschera il latitante” se l’indicazione è giusta vinci 1000.000,00 €!!
    Evviva….garantiamo l’anonimato.
    Magari creano un programma dove nominando i concorrenti puoi eliminarli dalla faccia della terra……la tua terra .
    L’isola dei mafiosi…..che scumparinu!
    Oppure lo stato offre un vitalizio, una villa ed una nuova vita all’estero per chi indica Matteo!
    Turista per sempre!
    Con la giusta chiave decifri volontariamente il ciuciuliare della gente e Matteo è quiiii!!!!!
    Carramba che sorpesa!!
    Ecco vi sono, per quante assurde possano sembrare, le giuste chiavi per ogni fenomeno umano.
    In modo che questi fenomeni trovino la loro meritata fine.
    Matteo non lo sa e gira tutta la città, si crede bello come un apollo e saltella come un pollo!

    Sicilia
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.