mercoledì 23 mag
  • Il Comune propone sette nuove linee di tram ma l'Amat è in difficoltà

    Il Comune propone sette nuove linee di tram ma l’Amat è in difficoltà con quelle esistenti

    Ieri mattina è stata aggiudicata provvisoriamente al gruppo di progettazione composto da Ruggero Cassata (capogruppo), Dino Bonadies, Alberto Scotti e Giovanni Cassata la seconda tranche del tram di Palermo. L’impatto del tram sulle casse dell’Amat è notevole ed è oggetto delle discussioni consiliari di questi giorni. Il leader dell’opposizione Fabrizio Ferrandelli ha protestato davanti alla sede dove si assegnava la gara e ha dichiarato: «L’Amat ha una perdita di oltre dieci milioni di euro all’anno con le attuali tre linee del tram, come si può anche solo immaginare di gestirne altre sette?» Critico anche Ugo Forello del MoVimento 5 stelle: «L’Amat è una azienda a rischio, con servizi in perdita a partire da quello tramviario. […] Ancora una volta questa amministrazione comunale mantiene un atteggiamento irresponsabile di chi, pur di non ammettere il disastro, si impunta proseguendo verso il baratro. Sono solo venditori di fumo».

    Gli interventi proposti sono sette:

    • TRATTA “A”: – Linea 6 /1- prolungamento della linea 1 esistente per circa 11 Km (A/R), dalla via Balsamo a via Croce Rossa. Tratta Linea Balsamo (Stazione Centrale), via Roma, via E. Amari, via Libertà, via Croce Rossa – (PRIORITÀ 1);
    • TRATTA “B”: – Linea 5/1 – prolungamento della linea 1 esistente per circa 1,5 Km (A/R), dalla Stazione FF.SS. Notarbartolo alla via Duca della Verdura. Tratta Linea Stazione FF.SS. Notarbartolo, via Notarbartolo sino a via Duca della Verdura (angolo via della Libertà) – (PRIORITÀ 2);
    • TRATTA “C”: – Linea 4/1 – prolungamento della linea 3 esistente per circa 8 Km (A/R), secondo l’attuale schema (singolo binario per ogni carreggiata), lungo viale della Regione Siciliana sino alla Stazione FF.SS. Orleans. Tratta Linea Svincolo Calatafimi, viale della Regione Siciliana, via Ernesto Basile, Stazione FF.SS. Orleans – (PRIORITÀ 3);
    • TRATTA “D”: – Linea 4/2 – prolungamento della linea 3 esistente per km 9,375 (A/R), secondo l’attuale schema (singolo binario per ogni carreggiata), dalla Stazione FF.SS. Orleans a Bonagia. Tratta Linea Stazione FF.SS. Orleans, via Gaetano Lodato, via Parlavecchio, attraversamento fiume Oreto, via Villagrazia; via San Filippo sino a via del Levriere – (PRIORITÀ 4);
    • TRATTA “E”: – Linea 6/2 – prolungamento della linea 1 esistente per circa 20 Km (A/R), da via Croce Rossa alla località Balneare di Mondello. Tratta Linea Croce Rossa, viale Strasburgo, bretella sino a parcheggio Francia, via Lanza di Scalea, Viale dell’Olimpo, via Mattei sino al parcheggio Galatea – (PRIORITÀ 5);
    • TRATTA “F”: – Linea 5/2 – prolungamento della linea 1 esistente per circa 9 Km (A/R), dalla via Duca della Verdura alla Stazione FF.SS. Centrale. Tratta Linea via Duca della Verdura (angolo via della Libertà), via F.sco Crispi, Foro Umberto I, via Lincoln, via Balsamo – (PRIORITÀ 6);
    • TRATTA “G”: – Linea 6/3 – prolungamento della linea 1 esistente per circa 5 km (A/R), sino alla Borgata Marinara di Sferracavallo – (PRIORITÀ 7).

    Il progetto prevede inoltre ampi interventi complessivi sulle aree interessate dalle future linee tramviarie con aree verdi, zone ciclopedonali, piste ciclabili e parcheggi multipiano che saranno a servizio di tutto il territorio e non solo degli utenti del tram.

    L’obiettivo è avviare i lavori entro il 2019.

    Soltanto una piccola parte dei percorsi (circa 14) sarebbero in sede protetta mentre il resto sarà su sede stradale. I veicoli avrebbero alimentazione a batteria, senza necessità di palificazione, con sistemi di accumulo di energia elettrica in frenata e in discesa. Sede protetta e palificazione avevano creato polemiche e perplessità per le linee attivate.

    Il vincitore del concorso riceverà un premio di 100 mila euro mentre la proprietà del progetto resterà del Comune di Palermo. Il vincitore potrà avere affidato l’incarico per la redazione del progetto definitivo, nonché l’incarico di coordinatore della sicurezza e direttore dei lavori in fase di esecuzione. Nel caso in cui accettasse l’incarico, non sarà corrisposto il premio di 100 mila euro relativo al bando di progettazione. Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di 50 mila mila euro, al terzo trentamila e sia al quarto che al quinto un premio di 20 mila euro.

    La presentazione delle nuove linee.

    Palermo
  • Un commento a “Il Comune propone sette nuove linee di tram ma l’Amat è in difficoltà con quelle esistenti”

    1. Non è in perdita, è la regione che rifiuta all’Amat 60 milioni di crediti. Il tram libererà la città dalle auto e riqualificherà intere aree. Tutto ha un prezzo. Piuttosto lasciate l’auto a casa e risparmiate benzina

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.