Profilo e post di Alvise Salerno

e-mail: alvisesalerno@hotmail.it

Biografia: Alvise Salerno (25/09/1991) nasce e cresce a Palermo da una famiglia quasi totalmente appartenente alle Forze dell’Ordine. Come ogni bambino sogna di diventare un giorno un pilota, un altro un supereroe ed un altro ancora il calciatore più forte dell’universo conosciuto, e, come ogni bambino, una volta cresciuto, si rende conto che nulla di tutto ciò fa per lui.
A 15 anni ecco la svolta: conosce Claudio Russo, attore e regista palermitano, che gli fa scoprire di possedere delle doti in campo recitativo e musicale. Da quel momento inizia un apprendistato di quattro anni nei quali recita in svariati musical che lo portano ad affinare anche le sue doti vocali. Nel 2011, dopo aver vissuto per un paio di mesi in Veneto, torna in Sicilia ed entra a far parte della famiglia di Radio Time come speaker, curando: i contenuti della trasmissione “Prove tecniche di trasmissione” in co-conduzione con il coetaneo Josh Adam, la parte satirica all’interno del Time Magazine ogni lunedì, e facendo parte della redazione sportiva dalla stagione 2011/2012.

Alvise Salerno
  • vado via

    Cara Palermo, io vado…

    Cara Palermo, ci conosciamo da ventitre anni, alcuni dei quali vissuti intensamente, pieni di amore, gioie, sole, spiagge fantastiche, cibo meraviglioso.
    Ventitre anni in cui hai tentato di donarmi il meglio che avevi da offrire, tutte le tue sfaccettature più belle, gli stralci di una vita millenaria che ti hanno cambiata, modificata, migliorata.
    Per qualche tempo, in passato, mi sono rifugiato sul tuo seno, come un figlio che cerca protezione dalla madre da tutte le cose negative che la vita gli pone nel corso del suo cammino. Ultimamente, invece, non so cosa sia successo. Non so se stai male, se è un tuo modo di fare che mi hai tenuto volutamente nascosto o se ti sei fatta condizionare dalle persone che ti circondano, ma la realtà dei fatti è che non ti amo più. Continua »

    Ospiti
  • Una Palermo d’alta classe a Villa Boscogrande

    È stata una serata all’insegna dell’alta moda quella vissuta a Villa Boscogrande domenica scorsa in occasione del 3° Gran Galà della Moda.

    Un segnale forte in una città che poco alla volta sta scoprendo qualità in tutti settori dell’arte, dalla musica al cabaret fino ad arrivare, appunto, alla moda.

    “Gran Galà della Moda”

    Continua »

    Ospiti
  • All In, il protagonista sei tu

    Palermo è una città strana. Tutti parlano, tutti propongono, tutti dicono, ma mai nessuno, o quasi, che faccia realmente qualcosa per il prossimo. Molti, nella maggior parte dei casi, pensano sempre e solo a se stessi, ai propri interessi, ai propri tornaconti. In tantissimi non riflettono più sul fatto che dare una mano, aiutarsi a vicenda, potrebbe decisamente risollevare le sorti di una città allo sbando. Ognuno di noi può fare la sua parte ed ognuno nel proprio settore di competenza. Io, nel mio piccolo, voglio dare la possibilità a chiunque, dallo studente all’avvocato, passando per l’impiegato o la commessa, di potersi divertire in radio. All In è un programma radiofonico, in diretta su Radio One dal lunedì al mercoledì dalle 16 alle 17, che mira a dare spazio alle persone, a raccontarne i sogni, le speranze, ma anche e soprattutto a farli diventare protagonisti di giochi, rubriche e “prove” di ogni tipo. Per partecipare basta inviare una mail ad alvisesalerno91@hotmail.it, o scrivere un messaggio privato sulla pagina facebook di All In Radio One, specificando il proprio nome, cognome, età, allegare una foto e scrivere un breve curriculum.

    All In, il protagonista sei tu.

    Ospiti
  • Letterina, in libertà, per Babbo Natale

    Caro Babbo Natale,
    scrivo a te con immenso piacere
    dopo anni di astinenza da letterina.

    Anzitutto, prima di cominciare,
    in confidenza, tra me e te…
    dai che un po’ ti dispiace che i Maya
    c’hanno preso per il “chissaché”;
    pensa a quanto avresti risparmiato
    in un periodo dove si pensa solo a tagliare:
    regali per nessuno, folletti in ferie forzata,
    le renne in giro con Fiorello e tu,
    si proprio tu, homo rossus e grassus,
    bello “spaparanzato” nel divano a guardare la tv;
    anche tu, ogni anno, è giusto che la dose di Una Poltrona per due possa vederla. Continua »

    Ospiti
  • AlviSei: scuola, Ustica, Zamparini e il turismo, il cavallo, la Gelmini e Riina

    1. Scuola – Nel ragusano è uscito fuori che in una sola classe di un liceo scientifico, per sopperire alle spese, vi sono 51 alunni. Si avvicina il periodo invernale, almeno così staranno più al caldo.

    2. Strage di Ustica; si presume, dalle ultime notizie, che questa strage possa essere stata causata dallo scontro tra due jet. Nonostante ciò, non si esclude la pista che porterebbe ad uno scontro avvenuto tra Transformers.

    3. In un’intervista esclusiva al giornale di Siviglia, Zamparini ha consigliato ai palermitani di puntare tutto sul turismo. Evidentemente il patron rosanero ha contagiato qualcuno al Comune, perché il turismo è stato esonerato già un po’ di tempo fa.

    Continua »

    Ospiti
  • Palermo città TRAMortita

    Finalmente la notizia tanto attesa è arrivata: la fine dei lavori della linea tramviaria è stata spostata dal 2013 al 2016, proroga concessa alla società (la Sis) che si occupa della realizzazione della linea, direttamente dal responsabile unico dell’opera: l’ingegnere Domenico Caminiti.
    Tutti contenti a Palermo, non era possibile che la città potesse dimostrare di essersi svegliata, di essere uscita da quel limbo dantesco che la attanagliava ormai da tempo immemore.
    Pensare che il nostro amato capoluogo di regione potesse legarsi, anche solo in minima parte, al mondo del domani era un qualcosa di troppo fantascientifico: siamo a Palermo, non a Pandora, e noi siamo dei comuni mortali, non Avatar.
    Per fortuna è stato semplicemente un brutto scherzo che le istituzioni ci stavano tirando. Quasi stava nascendo una sorta di preoccupazione tra la gente nei confronti di un piccolo, ma sostanziale, passo avanti.
    Bisogna capire che è giusto vivere nell’età della pietra, con i cari e vecchi autobus, alcuni dei quali così legati al 20° secolo da non avere neanche l’aria condizionata. Continua »

    Ospiti