Profilo e post di Francesco Musso

e-mail: ideodraco@gmail.com

Biografia: Francesco Musso è nato a Monreale il 24/01/1973. Operatore, istruttore Shiatsu, esperto in Discipline Bionaturali da quasi vent'anni, se lo incontrate difficilmente potrete sfuggire a un suo abbraccio. Creativo, appassionato dell'essere umano e della sua evoluzione ha fondato a Palermo l'Accademia Siciliana Shiatsu, scuola di formazione e luogo in cui studia, pratica e condivide con i suoi compagni di viaggio tutto quello che fa bene alla vita. Di lui leggenda narra che è uno dei pochi esseri viventi capace di voler bene pure ad una scatoletta di tonno. Negli anni ha scritto diversi articoli per riviste nazionali (Arti d'oriente e Shiatsu Do ) che si occupano del settore delle Discipline bionaturali. Il suo rapporto con le parole, dette e scritte, è rispettoso, profondo e umano.

Francesco Musso
  • Non privatevi dei fiori

    Non privatevi dei fiori

    A Palermo, piove.
    Ve lo dico perché per scrivere parole non si può prescindere dal contesto, cioè dall’insieme di circostanze in cui si verifica una comunicazione.
    Inevitabilmente, le mie, saranno parole palermitane costellate d’acqua.
    E poi volete mettere che le sto scrivendo di mattina, sono le 9:12 del 1 marzo 2014.
    Quindi sono parole “scelte”, dalle contingenze, dal luogo, dal tempo e da me, parole che si stanno svegliando e hanno il compito addirittura di iniziare un nuovo mese, marzo poi, non so se sia saggio scrivere a marzo.

    Ieri aveva altre parole, era febbraio, il 28 di un anno non bisestile e non pioveva, almeno di mattina, ma siccome non ho scritto non ho dovuto scegliere le parole, di ieri.
    Così il 28 febbraio mi è rimasto muto, immemore.

    Le parole per me sono come degli amici che ti vengono a trovare, le si ascolta, le si osserva, le si accoglie.

    Io le parole ho imparato persino a toccarle ne cerco il corpo, sono attratto dalla loro postura, ascolto se respirano, se sono contratte o se sono libere, alcune le trovo claudicanti e me ne dispiace. Mi vien voglia di aiutarle, di ristabilire la loro forza vitale, la capacità di comunicare. Continua »

    Ospiti
  • Ad essere “umani”…s’impara

    Gennaio…il tempo sembra scivolare fluendo in pensieri veloci.
    Pensieri a forma di domande.
    Nell’osservare la realtà m’invade un senso di scomodità interiore.
    Intorno a me, qualcosa di sbagliato. Mi sento come “Neo in Matrix”.

    Ma cosa c’è che non va?

    Come per “Neo”, il mondo che fin da piccolo ho abitato mi appare un’enorme e illusoria realtà simulata, una trama multidimensionale che mi è stata posta tutt’attorno per nascondere la verità.

    Qual è questa verità? Continua »

    Ospiti