lunedì 25 set

Archivio del 25 marzo 2008

  • Nessuno è perfetto

    Sabato sera, subito dopo aver assistito alla partita del Palermo (ero allo stadio, ci vado sempre quando sono nella mia città), sono tornato a casa con i fischi ancora nella testa. Erano fischi meritati, dopo tre sconfitte di fila, forse si potevano evitare prima e durante la partita, ma di fischi non è mai morto nessuno. Mi sono messo davanti al computer e ho scritto di getto un post che ha dato molto fastidio. E che, con il senno di poi, probabilmente non scriverei. Almeno così. Non c’era alcun intento denigratorio e offensivo nei confronti dei tifosi, ma rileggendolo adesso mi rendo conto che è proprio difficile non prendersela. Ha ragione il mio amico Roberto Puglisi: in questa situazione di sfascio, gli ultimi colpevoli sono sicuramente i tifosi che, anzi, hanno avuto pazienza e non hanno mai provocato incidenti come invece avviene in altre città. Con il post che ho scritto di getto ho, senza volerlo, spostato l’attenzione proprio sulla parte meno responsabile (anzi, direi per nulla responsabile) di questa stagione per nulla esaltante. L’ho fatto soltanto per dire che era ingiusto prendersela soltanto con una persona, l’allenatore, che un milione di errori li ha sicuramente fatti ma forse in un momento del genere doveva essere aiutato un po’ di più. Non tanto dai tifosi, quanto da una società che doveva proteggerlo. È andata come è andata, sono arrivato a casa e ho scritto di getto. Perché non mi piace il commento scontato, banale, ma volevo far ragionare i tifosi sul fatto che anche loro (anche noi, l’errore più grande di quel post e aver scritto alla fine: io non sono tifoso) dovevano riflettere e magari non autoassolversi. Come il presidente, come i dirigenti, come la stampa per la parte che le compete. Ho scritto, ho inviato a Rosalio e sapevo che tanti se la sarebbero presa. Ma dal numero delle reazioni, dalla pesantezza delle critiche, dagli insulti in questo e altri siti (poi magari qualcuno mi spiegherà perché uno scrive su Rosalio e deve essere cazziato altrove) ho capito che il post è stato sicuramente inopportuno. Continua »

    Ghiaccioli...online!
  • Rosalio e i Centri Tim-Alice vi fanno parlare gratis con un clic

    Sei di Palermo se... ...parli gratis con un clic.

    Già da qualche giorno Rosalio e i centri TimAlice di Palermo vi danno la possibilità di parlare gratis con un clic.

    Si può ottenere una TIM card con cinque euro di traffico gratis o, se già clienti, l’attivazione gratis dell’offerta “MaxxiDay 1 giorno” con 500 minuti o 500 sms verso TIM. Basta stampare l’apposita pagina e andare in uno dei centri TIM che aderiscono alla promozione: Sei di Palermo se… …parli gratis con un clic.

    Passate parola! 😉

    Palermo, Rosalio
  • Sei vip a Palermo se…

    Da qualche giorno circola per e-mail il seguito del tormentone Sei di Palermo se….

    L’autore, che vuole rimanere anonimo, si è concentrato sui very important palermitan. La riposto senza editing, strafalcioni compresi.

    Buona lettura!

    • «Sei Vip a Palermo se: la tua festa di compleanno viene chiamata “festino” e se prevede non meno di 500 nomi in lista … poco importa se di questi conosci solo la metà e la metà ke conosci ti saluta a stento!
    • Sei Vip a Palermo se: nell’armadio hai almeno una dozzina di Hogan di tutti i colori … perché altrimenti cosa accoppiare alle camice Burberry,Ralph Lauren ETC ETC??
    • Sei Vip a Palermo se:la ragazza che ti sta vicino viene chiamata “pupina”o”bambinella”… questo perché ha soli 15 anni mentre tu ne hai 20…ma grazie agli OGM(omogeneizzati geneticamente modificati) cn i quali è stata allevata da mamma e papà,ne dimostra almeno 25 e la si può scambiare per Angelina Jolie!!
    • Sei Vip a Palermo se: per i tuoi 18 NON hai ricevuto la vecchia auto di tuo madre(una Fiat Panda del ‘15-’18 a carbone,colore verde acqua tendente al vomito)come tt i comuni neo patentati … ma il tuo Paparino ti ha fatto trovare le chiavi della BMW serie 1 nuova di zecca che tanto desideravi! Continua »
    Palermo
  • X “Settimana della Cultura”

    Per il decimo anno torna la Settimana della Cultura, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Lo slogan di quest’anno è «Una festa per tutti».

    Da oggi e fino al 31 marzo sarà possibile visitare gratuitamente aree archeologiche, monumenti, palazzi, musei e gallerie statali e molti luoghi non statali che hanno aderito all’iniziativa.

    Appuntamenti in Sicilia.

    X “Settimana della Cultura”

    Palermo, Sicilia