Archivio del 28 febbraio 2011

C’è solo un’altra partita che mi ha fatto provare le stesse sensazioni di domenica. Avevo undici anni quando a Palermo venne il Milan di Capello. Era il 1991 e i rosanero persero alla “Favorita” con un netto 8-0 (28′ Gullit, 31′ Rijkaard, 45′ Van Basten, 55′ Rijkaard, 64′ Massaro, 68′ P. Maldini, 76′ e 87′ Albertini). Ero in vacanza e seguii quella partita pietrificato. I campioni della Serie A umiliarono la squadra della mia città senza un briciolo di pietà, in un’amichevole d’agosto senza valore.

Ieri al “Barbera”, tra lo stupore generale e un clima surreale, si è ripetuto qualcosa di simile anche se in campo non c’erano Biffi, Favo e Taglialatela.
Palermo-Udinese 0-7: difficile spiegare il perché di questo risultato così umiliante. Sicuramente bisogna dare merito all’Udinese e a Guidolin: l’ex allenatore del Palermo aveva preparato la partita nei minimi dettagli e ha annientato i rosanero. Ci stava perdere contro l’Udinese, ma non in modo così pesante. Continua »

In: Palermo | 26 commenti

WikiVas

- 1 -

Qualche settimana fa è morta Ninetta, una delle più famose clochard di Palermo. Birra in mano, sempre pronta a offenderti a colpi di “cuinnutu” e “sburiddato”, era un po’ il “cane da guardia” di via Francesco Paolo Di Blasi, che aveva scelto come “casa”. Adottata e sopportata dagli abitanti del posto, non si è mai capito come riuscisse ad aprire le auto posteggiate in zona la notte (che in genere utilizzava come giaciglio per dormire) senza mai fare scattare l’allarme. L’implacabile servizio Street view di Google l’ha beccata con i pantaloni abbassati mentre faceva la cacca per strada. Venne anche ingiustamente accusata lo scorso anno di avere “spogliato” l’albero Falcone dai biglietti dei ragazzi. Ma non era stata lei. Perché via Notarbartolo non era la sua zona. Troppo grande e confusionaria per una col suo carattere. Forse troppo chic. Ninetta è morta di cirrosi epatica i primi di febbraio. YouTube è tempestata dai suoi filmati. A tuo modo, Ninetta, eri un personaggio mediatico. Peccato che i media ti hanno dimenticato…vecchia sburiddata. :)

AGGIORNAMENTO: buone notizie. Ninetta è viva e lotta insieme a noi. A quanto pare si trova ricoverata all’ospedale Ingrassia, internata dopo essere stata sorpresa a danneggiare una Mazda. WikiVas ha ricevuto una notizia sbagliata, ce ne scusiamo con chi ha ripreso la notizia e con i lettori di Rosalio…Anche questi sono i limiti del gossip.

- 2-

Si dice che abbia una croce celtica tatuata sul collo e una svastica disegnata sul braccio, entrambi abbastanza visibili con la divisa estiva. I colleghi lo invitano spesso a coprirsi questi “segnali”, da lui orgogliosamente mostrati in pubblico per mettere timore agli automobilisti. Questi alcuni indizi che dovrebbero permettere di identificare “Bruce Lee”, il vigile urbano addetto ai controlli nel commercio, diventato il terrore degli ambulanti di Palermo per i suoi metodi spicci e spesso al limite della legalità messi in atto in servizio. Rinnoviamo l’appello al comandante dei vigili Serafino Di Peri (che, è stato detto a WikiVas, a quanto pare dagli “intimi” gradisce farsi chiamare “generale”): possiamo conoscere il nome di questo “Serpico con la paletta”? Continua »

In: WikiVas | 48 commenti

Offrire alla collettività best practice, esempi di buona amministrazione, di questi tempi non è facile. Ma un’istruttiva indicazione di buon governo si può offrire anche in negativo, indicando esempi da non seguire assolutamente: le worst practice, per l’appunto. È la linea da tempo intrapresa dalla Regione Siciliana, inimitabile scuola in questo campo. Prendiamo ad esempio il tema delle partecipazioni regionali: dopo anni di retorica sulla presunta maggiore efficienza della gestione privatistica rispetto a quella pubblica, il bollettino di guerra delle rilevanti perdite societarie subite da tale gestione sta ora inducendo il governo Lombardo ad un’inversione di marcia con la dismissione di ben 22 delle 33 partecipazioni detenute.

Se è vano piangere sul latte versato, qualche doverosa considerazione va fatta soprattutto a favore delle giovani generazioni perché sia chiaro, nonostante i germi della cultura greca colonizzatrice, che non c’è nessun tragico e ineluttabile destino, nessun fato da subire senza speranza, nessun capriccio degli Dei cui addebitare l’ingiusto spreco di tante potenzialità di sviluppo economico vero, la fuga di tanti cervelli costretti ad emigrare e le tante occasioni di lavoro perse per coloro che hanno comunque deciso di restare. No, la causa di tutto ciò è solamente addebitabile ai meccanismi – formalmente – democratici di costruzione del consenso, di selezione della più squalificata e squalificante classe dirigente che la storia repubblicana conosca, grazie anche all’assenza di un’informazione indipendente che faccia da contrappeso al potere politico e non rappresenti invece un “pezzo del potere”, capace di solo scrivere o “sotto dettatura” del Palazzo o per denunciare le malefatte di una parte, ma solo nell’interesse dell’altra. Mi riferisco, ovviamente e sconsolatamente, a politici, sindacalisti e giornalisti dei partiti di destra come di sinistra. Continua »

In: Sicilia | 3 commenti

Io donna

Nel numero di Io donna in edicola allegato al Corriere della Sera c’è un articolo di Raffaele Oriani che parla di Palermo come un’ipotetica nuova Berlino.

Si parla, tra l’altro, dei fermenti legati al centro storico, di Maurizio Carta, di Davide Enia e di Rosalio.

In: Palermo, Rosalio | 8 commenti

Si svolge oggi la Giornata mondiale della lentezza.

L’associazione di educazione ambientale “Palma Nana”, in collaborazione con il WWF Palermo, metterà a disposizione gratuitamente delle biciclette per spostarsi lentamente per andare a lavoro o per fare la spesa in via Archimede, 56 dalle 10:00 alle 18:00.

In: Palermo | 2 commenti

Dalle 11:00 alle 21:00 verrà esposta presso il Loggiato San Bartolomeo (corso Vittorio Emanuele, 25) la coppa della UEFA Champions League detenuta dall’Inter.

Vengono raccolti fondi in favore dell’Unicef e di Inter Campus. Con un contributo da 5 a 10 euro sarà possibile scattare una foto ricordo.

Coppa della “UEFA Champions League” - Foto di Ed g2s

In: Palermo | 3 commenti

Dalle 18:30 al Cityplex Metropolitan (viale Strasburgo, 358) si svolgerà Altre visioni del Sicilia Queer filmfest con film, documentari, anteprime in attesa del festival che si svolgerà a Palermo dal 20 al 26 giugno.

Verranno proiettate opere di autori come il canadese Mike Hoolboom e altre opere che, pur non avendo una specifica attinenza alle tematiche glbt, incarnano una trasversalità queer nel carattere innovativo delle visioni che propongono e dei punti di vista che hanno scelto.

Ingresso fino a esaurimento dei posti disponibili riservato ai possessori della Queer card che si potrà richiedere anche presso il Cityplex Metropolitan nel corso della serata o presso l’infopoint in via Sant’Oliva, 42.

“Sicilia Queer filmfest” 2011

In: Palermo | 1 commento

Rimarrà visitabile fino al 26 marzo alla Galleria d’arte Caffè Guerbois (via Valdemone, 35) la mostra Lo spazio piegato di Cesare Berlingeri.

Lo scenografo della Rai una sera alla conclusione di uno spettacolo va per smontare un grande fondale, una notte stellata che aveva dipinto lui stesso, si rende conto di piega in piega che questa grande tela diventa un fagotto grande circa 80 centimetri, tanto simile a un involucro di stoffa nero opaco che sua madre usava tenere al collo come amuleto. Era la metà degli anni ’70. Nascono allora le Piegature, gli originali dipinti su tela.

Apertura tutti i giorni dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00. Chiuso il lunedì mattina e festivi.

Cesare Berlingeri - “Lo spazio piegato”

In: Palermo | Commenti