Archivio del 26 ottobre 2011

Ieri sera i centauri palermitani hanno tributato un saluto a Marco Simoncelli, pilota Honda morto domenica scorsa a Sepang in uno sfortunato incidente, con una “fiaccolata” partita da piazzale De Saliba (piazzale Giotto) e sfilata per via Notarbartolo, via Libertà, via Maqueda, via Lincoln e via Messina Marine.

Non avevo mai visto tante moto tutte insieme.

Continua »

In: Palermo | 35 commenti

Chiaracucina: PaneSsimienza

‘A “simienza” in palermitese non è altro che i semi di zucca, tostati e (direi eccessivamente) tostati. È un momento di schiticchio quello in cui si compra un “coppo” di simienza e si passeggia, sbucciando con gli incisivi ogni singolo semino salato.
Stavolta la simienza (già sgusciati eh) l’ho messa sui panini di rimacinato.
Spettacolare! (Certo è che non ho scoperto l’acqua calda ma che in Germania lo fanno già da tempo, ma lì però non si chiama SIMIENZA!). Continua »

In: Ospiti | 5 commenti

Due moto civetta della Polizia in dotazione alla Squadra mobile sono state rubate nella notte domenica e lunedì davanti alla Questura.

Le riprese delle telecamere potrebbero fornire elementi utili alle indagini.

In: Palermo | 6 commenti

Il nuovo collaboratore di giustizia Stefano Lo Verso ha testimoniato ieri per oltre quattro ore al processo Mori Obinu. Lo Verso è l’ex vivandiere del boss Bernardo Provenzano e ha parlato di alcune presunte confidenze ricevute.

Lo Verso ha parlato del 1992: «Le stragi sono state la rovina. In pochissimi sappiamo la verità: io, il mio paesano Riina, Andreotti e altri due che sono morti. Uno era Salvo Lima, che è stato ucciso, per paura che non sopportasse il peso della verità sulle stragi e l’altro è Vito Ciancimino, che probabilmente è stato ucciso pure. [...] Falcone e Borsellino furono uccisi perché avevano individuato la radice dell’organizzazione mafiosa. Siccome Andreotti lo aveva garantito nella latitanza, Provenzano doveva fare il favore”.

Non sono mancati i nomi di politici di spicco; Provenzano avrebbe detto: «Abbiamo un amico e socio di mio padre, Renato Schifani, e abbiamo nelle mani Dell’Utri e per il centro Cuffaro e il paesano di mio padrino Ciccio, Saverio Romano». E sul voto: «la mafia è capace di condizionare in Sicilia il 25-30% dei voti».

In: Palermo | Commenti

Stefania Petyx e il bassotto

Nei giorni scorsi sono andati in onda a Striscia la notizia (Canale 5) due servizi di Stefania Petyx dedicati alla Regione Siciliana.

Vai col (dis)servizio
Quante consulenze!

In: Palermo, Sicilia | 4 commenti