11°C
mercoledì 27 gen

Archivio del 10 Luglio 2006

  • Una gita al mare

    Mi accompagnava Carlo. Era lui la mia guida fra le acque. Navigavamo su un piccolo motoscafo, quasi una zattera a motore, tenendo i piedi fermi e piantati sul fondo. Alzati osservavamo il mondo senza cadere. Carlo entusiasta mi indicava con le mani nomi e oggetti della sua terra, quella dove era nato ed era sempre vissuto. Gesticolava, come è solito fare, ma riusciva a tenere miracolosamente gli occhi aperti di fronte al vortice dei suoi pensieri. Sorrideva. Io lo ascoltavo e basta. Preferivo guardare la luce del golfo, attenta. Ero felice. Felice come quando da bambina correvo in bicicletta a più non posso.

    Quel giorno Carlo riuscì a mostrarmi decine di luoghi meravigliosi, nascosti, pieni di leggende. Bellissimi, ma non indimenticabili. Oggi infatti non ricordo più nulla. Le immagini di quei posti si sono del tutto dileguate, disperse, sono scomparse. Resta solo il sentore di quella contentezza.
    Carlo non mi aveva avvertito. Non mi aveva detto cosa sarebbe successo. Cosa avremmo visto. A ripensarci è una cosa buffa. Assurda, grottesca. Da vergognarsi quasi. Le montagne che costeggiavano il mare d’improvviso si sono aperte, scoprendo la visione fantastica di una conca circondata da altre cime allungate, ma non appuntite. Rotonde e rosse. Tutto intorno era rosso per i faraglioni di pietra cupa, matta, granitica. L’acqua del mare era limpida e trasparente, come quella che si raccoglie lasciando aperto il rubinetto del lavandino. Sotto l’acqua una enorme montagna della stessa materia, di granito rossastro. Scolpita. Una scultura abnorme che rappresentava un gigantesco ippopotamo. Incredibile. Un ippopotamo. Di pietra e a pelo d’acqua. Lo stupore fu pazzesco. Ero sorpresa, stordita e ancora più felice. Felicissima. Continua »

    Palermo
  • Premio di danza Coppelia Città di Palermo

    Premio nazionale di danza Coppelia Città di Palermo

    Stasera alle 21:15 al teatro Savio (via G.E. Di Blasi) si terrà la seconda edizione del Premio di danza Coppelia Città di Palermo.

    Le coreografie sono quelle di Mac Millan, Diego Watzke, Micha van Hoecke, Marina Kovelanova, Giuseppe Della Monica e Giovanni Simeone. il premio per la coreografia , organizzato dall’associazione Mar Mediterraneo, sarà assegnato alla russa Marina Kovelanova; il premio Città di Palermo alla carriera andrà a Marco Pierin, Ballerino étoile del Teatro alla Scala di Milano. Ospite della serata; il premio Regione Sicilia andrà a Monica Perego. Ospite della serata Alessandro Macario del San Carlo di Napoli.

    Ingresso 18 euro (ridotto 15 euro). Biglietti presso Box Office ed Ellepi (via Libertà, 29/c).

    Palermo
  • “Rosalia dei Miracoli” al Carmine Maggiore

    Alle 21:15, per la rassegna Il tempio nei mercati, promossa dal Comune e dall’associazione Amici dei Musei Siciliani, è in programma nella chiesa del Carmine Maggiore (piazza del Carmine) il concerto Rosalia dei Miracoli, con Alfredo e Letizia Anelli. In scena Il celebre cantastorie, interpretato da Otello Profazio, e Virticchio interpretato da Gino Carista. Sul palco anche la band Etnic Sonos Group. Prima dell’inizio dello spettacolo lo studioso Pierfrancesco Palazzotto illustrerà al pubblico storia e opere d’arte della chiesa e Gaetano Basile racconterà storie del costume e della tradizione dei mercati storici palermitani. L’ingresso è libero.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram