11°C
mercoledì 27 gen

Archivio del 1 Agosto 2007

  • Abbietta zingara?

    L’agenzia Italpress la racconta così: «Sono una vittima. Con il rapimento non c’entro niente. Io amo i bambini, non gli farei mai del male. Ho sette figli». Si difende Maria Feraru, di 45 anni, la rumena accusata di avere tentato di rapire, sabato scorso, un bimbo di tre anni in un lido balneare di Isola delle Femmine. Arrestata e poi scarcerata, su provvedimento del gip del Tribunale di Palermo, dopo tre giorni trascorsi in galera, la donna racconta di avere avuto paura. «Una guardia – dice – mi ha anche picchiata. Non mi hanno dato neanche l’acqua e sono stata costretta a bere le gocce che uscivano dal rubinetto del bagno della cella» (bisognerà ascoltare con attenzione le repliche a questa versione dei fatti, nds).
    Il provvedimento di scarcerazione è stato disposto dal gip dopo che una testimone, il cui racconto era ritenuto decisivo dagli investigatori, ha parzialmente modificato la sua deposizione, raccontando di essersi spaventata, dopo avere visto la rumena (una zingara, nds) vicino al bimbo. Il magistrato nella motivazione ha evidenziato come la donna sia stata vittima di pregiudizi xenofobi e razzisti”. Continua »

    Quello che resta nel taccuino
  • Posto fisso

    È un buon lavoro il mio.
    Lo faccio da due anni e non posso lamentarmi.
    Del resto oggi potere vantare un posto da impiegato comunale a Palermo a soli 29 anni non è da tutti.
    Gli orari non sono un granché, ma il posto è tranquillo e poi qua è un porto di mare: incontri di tutto.
    Quello che più mi piace del mio lavoro è quella che in gergo noi chiamiamo “utenza”…e devo dire che l’utenza palermitana è un piscio. Se ne vedono di tutti i colori.

    “Signor Lei ma è mai possibile che mi avete tagliato la luce, per non parlare che davanti alla proprietà qualche cuinnutu si futtìu una balata di marmo”.
    “Signora le do un modulo per la segnalazione, lo compila, ché facciamo provvedere”.
    “Seee v’avissivu a signalare i corna c’aviti!”. Continua »

    Ospiti
  • “Le strade del mare” alla Baia del corallo

    Le strade del mare è la rassegna agostana curata da Francesco Calabria che nei giorni di mercoledì, giovedì e domenica propone, intorno al tema del mare, aperitivi, reading e appuntamenti musicali. Gli appuntamenti si svolgono alla Baia del corallo (Sferracavallo). Ingresso gratuito.

    Stasera suoneranno gli Urania, musicisti di origini italiane provenienti da Auckland (Nuova Zelanda) che suonano surf music.

    Domani toccherà ai Matrimia e domenica alla capoverdiana Jerusa Barros.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram