20°C
sabato 24 ott

Archivio del 9 Dicembre 2008

  • “Solo a Palermo” succede che…

    Venerdì 12 dicembre alle 21 all’atelier Montevergini di via Montevergini si presenterà il mio ultimo libro “Solo a Palermo” pubblicato dalla Pietro Vittorietti Editore. Sono 14 racconti che sembrano veri e che forse lo sono. Raccontano storie paradossali, quasi impossibili. Storie che possono accadere, come si dice, solo a Palermo. Appunto. Ora, nell’invitare tutti i rosaliani alla presentazione del libro, mi piacerebbe che, chi se la sente, lasciasse qui un post raccontando cosa, secondo lui, può succedere “Solo a Palermo”. Sceglierò i post che mi sono piaciuti di più e li leggerò durante la presentazione. Quindi fuoco alle polveri…. Un abbraccio a tutti voi.

    “Solo a Palermo”

    Palermo
  • Si presenta “Carriglio/Orestiade” a villa Malfitano

    Oggi alle 18:30 a villa Malfitano (via Dante, 167) Flaccovio editore presenta insieme a Monica Centanni, Salvatore Nicosia e Renato Tomasino il libro Carriglio/Orestiade curato da Anna Banfi. Intervengono Titti Bufardeci, Anna Banfi, Umberto Cantone, Pietro Carriglio, Pino Caruso, Piero Longo, Gabriello Montemagno.

    Palermo
  • “Chiediamo i danni a Cosa Nostra”: com’è andata a finire?

    Questa è una storia a lieto fine e, per certi versi, molto istruttiva. Poco più di un anno fa, la fiction TV Il capo dei capi portò la signora Ninetta Bagarella, moglie di Totò Riina, a pensare di poter pretendere il risarcimento di presunti danni d’immagine causati dalla fiction. Sembrava una richiesta paradossale, eppure la stampa la riportava senza alcun particolare commento critico, né indignazione. In un servizio di “Striscia la notizia” divenuto poi celebre, Stefania Petyx pensò di andare a puntualizzare che se c’era una rivendicazione di danni d’immagine, questa semmai apparteneva di diritto al popolo siciliano che, a causa della storica presenza della criminalità organizzata, aveva perso non solo l’immagine, ma anche un adeguato sviluppo economico oltre che i suoi migliori figli uccisi vigliaccamente.

    Un gruppo di ragazzi di Palermo senza bandiere politiche, prese alla lettera questa rivendicazione e promosse su Internet una raccolta di firme con la petizione Chiediamo i danni a Cosa Nostra. Rosalio l’ha sostenuta sin dalla prima ora e ne ha informato con numerosi post. Le firme raccolte sono state più di 18000 provenienti da ogni parte d’Italia. Come se non bastasse, alcuni di questi ragazzi si sono recati, per giorni, all’ingresso dell’ARS a raccogliere le firme dei nostri deputati regionali. Continua »

    Palermo, Sicilia
  • Factotum (3): Ikea express & altro

    Ci siamo: la cooperativa “Factotum” sta per diventare realtà. La crisi economica incombe, lo riscontriamo quotidianamente, e intraprendere una nuova attività di impresa in questo difficile momento sembrerebbe un azzardo. Tante persone, spesso professionisti, si sono simpaticamente avvicinati a noi, inizialmente con un pizzico di scetticismo riguardo al periodo che stiamo attraversando e ai limiti della cultura cooperativa in Sicilia. Ciononostante, ciascuno sta mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze credendo nel progetto di aiutare dei volenterosi disoccupati a diventare imprenditori di se stessi e ad emanciparsi attraverso la ricerca di un lavoro utile agli altri oltre che dignitoso in sé, doverosa precondizione della legittima ricerca di un buon reddito.

    “Factotum” sarà un’impresa che, con affidabilità e creatività nel dare risposte a nuovi bisogni, saprà rispondere a reali esigenze quotidiane delle persone secondo il motto: “siamo il tempo che a voi manca”. Un esempio sarà il servizio denominato “Ikea express”. Quanta gente aspetta da anni l’arrivo in Sicilia della multinazionale svedese dell’arredamento? Factotum organizzerà un furgone “charter” che, al raggiungimento di un congruo quantitativo di ordini, si imbarcherà alla volta di Napoli per riportare in 36 ore le merci a casa vostra con la disponibilità, eventualmente, a montarvele. Continua »

    Ospiti
  • Balarm magazine: numero otto

    È in distribuzione Balarm magazine, il bimestrale gratuito che si occupa di musica, teatro, arti visive, cinema, editoria, cibo, itinerari e delle realtà storico-culturali della nostra città e provincia, partendo dall’esperienza di Balarm. Il giornale è scaricabile qui. Il cartaceo si può trovare a Palermo, Monreale, Mondello, Sferracavallo, Isola delle Femmine, Capaci e Cinisi, Bagheria e comprensorio (Aspra), Santa Flavia e comprensorio (Porticello e Sant’Elia), Trabia e comprensorio (San Nicola L’Arena), Termini Imerese e Cefalù in circa 250 punti tra librerie, caffè letterari, wine bar, spazi espositivi, cine-teatri, locali notturni, cinema, alberghi, punti istituzionali e maggiori luoghi di aggregazione culturale.

    In questo numero è in copertina Giusy Ferreri, cantante palermitana nei negozi con il suo cd Gaetana. Si parla, tra l’altro, del ’78 a Palermo, di Giovanna Fiume, di Palermo Shooting e del sito PersoperPerso.

    Balarm magazine

    Continua »

    Palermo
  • Si presenta “ThyssenKrupp Blues” al Nuovo Montevergini

    Oggi alle 21:00 al Nuovo Montevergini (piazza Montevergini), a un anno dalla tragedia allo stabilimento della ThyssenKrupp di Torino in cui morirono sette persone, verrà proiettato il film Thyssenkrupp Blues di Pietro Balla e Monica Repetto. Il film è stato presentato alla 65^ Mostra internazionale d’Arte cinematografica. Sarà ospite Pino Caruso.

    Il film parla di Carlo, 30 anni, operaio della ThyssenKrupp che vive e lavora a Torino in uno stabilimento che sta per essere chiuso. L’azienda rimanda lo smantellamento degli impianti e per non perdere il diritto alla liquidazione gli operai fanno turni massacranti e in condizioni di sicurezza precarie, dato che la manutenzione alle macchine è stata sospesa già dalla primavera. La notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007, alla ThyssenKrupp torinese scoppia l’inferno: nella linea 5 le fiamme travolgono i sette operai di turno, bruciandoli vivi. Carlo quel giorno aveva fatto il turno pomeridiano. Una telefonata all’alba lo avverte del disastro. Carlo torna in Calabria che si fa terra mitica in cui un uomo fatto a pezzi dalla rabbia, dal dolore e dall’infernale circolo mediatico tenta di ritrovare se stesso.

    Palermo
  • Tornano le “Notti palatine” a Palazzo dei Normanni

    Cappella palatina

    Da oggi e fino al 9 gennaio tornano le Notti palatine, visite guidate per un pubblico selezionato (gruppi di 50 persone circa) a Palazzo dei Normanni e alla Cappella palatina. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Federico II e dall’Ars. Il biglietto costa 8,50 euro (5 euro ridotto).

    Il percorso inizia dal portone di piazza del Parlamento e passa per le Segrete, la Chiesa inferiore, la Cappella palatina (recentemente restaurata) e le Sale Duca di Montalto che ospitano la mostra Il fantastico mondo di Picasso.

    Le visite si effettuano dal martedì al venerdì per le prime due settimane, poi i giorni 23 e 30 dicembre e il 2, 7, 8 e 9 gennaio. L’apertura va dalle 21:00 alle 23:15 (ingressi alle 21:00, 21:45 e 22:30).

    L’ingresso, sia per singoli che per gruppi, può avvenire solo su prenotazione e prevendita, tramite call-center, o acquistando il biglietto direttamente presso il Palazzo dei Normanni (piazza del Parlamento), comprensivo comunque dei diritti di prevendita.

    Per maggiori informazioni tel. 091 6262833.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram