Profilo e post di

e-mail: federica.minia@gmail.com

Biografia: Federica Minia nasce a Palermo il 3 ottobre del 1988, da subito, grazie alla dedizione del padre, si approccia al mondo della musica e del teatro. Prova profonda gioia nel momento in cui si lascia andare al canto, alla danza e alla recitazione. In particolare, in quest'ambito si divertiva ad imitare alcuni personaggi televisivi come il grande Chaplin.
Crescendo approfondisce la sua voglia di sapere e tra la scuola, i giochi e le amicizie coltiva la sua voce studiando canto jazz presso il Brass Group di Palermo. Dai tredici ai sedici anni infatti si destreggia su alcuni palchi palermitani accompagnata da una piccola orchestra a cantare i grandi della musica jazz, da Ella Fitzgerald a Louis Armstrong.
A sedici anni, oltre alla musica jazz studia canto moderno e dividendosi tra scuola, studio e palestra inzia a sentire anche l'esigenza di una dipendenza economica; comincia a lavorare dapprima come cantante solista di canto jazz e moderno e poi come cantante di un gruppo di musica rock presso i pub di Palermo.
Desiderosa di fare anche altro esplora il mondo del call center e per due mesi (evidentemente non le piaceva) lavora presso un'azienda di depuratori d'acqua come centralinista. Raggiunta la maturità scolastica decide di proseguire gli studi iscrivendosi all'università e frequenta la Facoltà di Lettere e Filosofia presso il corso di laurea in Lingue e Culture moderne. Amando moltissimo le lingue decide di affiancare le guide turistiche di palermo per far pratica con la lingua straniera, sia inglese che spagnola. Capisce allora che nella vita forse il danaro conta meno rispetto alle passioni e all'appagamento personale.
Non avendo mai dimenticato la sua passione per l'arte e per lo spettacolo, a diciannove anni fa un provino di musical presso la Da.re.c. academy ( succursale palermitana di quella apera a Roma tempo fa) e per due anni approfondisce materie come canto, danza, recitazione, dizione, presenza scenica e improvvisazione. Nel frattempo decide anche di approcciarsi alla moda e sfila per alcune case di abbigliamento, partecipa a concorsi nazionali di bellezza, aggiungendo al tutto la passione per la fotografia..non quella diretta, quella indiretta che prevede sia lei il soggetto delle foto!
A vent'anni dopo aver sperimentato la tv, conducendo programmi locali e nazionali su canali sky e non solo, "si fa le ossa" conducendo un programma della durata di quattro ore di fila esclusivamente in diretta tutti i giorni presso alcuni canali Sky nella sua città.
Partecipa come attrice al programma tv Forum su Rete 4 e alla fiction Agrodolce in onda su Rai Tre.
Scopertasi ancora più amante del teatro entra a far parte di una compagnia indipendente e va in scena con Cena con delitto, che l'aiuta a confrontarsi con altri tipi di personaggi.
A 22 anni scopre per caso la passione per la radio e diventa una speaker di Radio Azzurra, la grande radio del sud, conducendo un programma serale da lei scelto in cui parla d'amore e di sesso, intitolato Love and sex. Scoprendo quanta ignoranza in merito ci sia nella sua città e non solo, tra i giovani e gli adulti, decide di intraprendere l'avventura con un talk show in cui si parla proprio di questi due argomenti, si approfondiscono anche fatti "scomodi" e si tenta di abbattere ogni tabù e falsa conosenza sul sesso e sull'amore. Da ottobre del corrente anno riprenderà la seconda stagione del Ti.lov (nome del talk show) nella stessa location palermitana, il Palab.
Si approccia anche alla scrittura scrivendo dapprima articoli su vari argomenti per alcuni blog piccolini e poi, su un magazine mensile locale, decide di aprire una rubrica Love and sex in cui affrontare argomenti seri quali le malattie sessualmente trasmissibili, le dipendenze e tanti altri inerenti a questa sfera argomentativa. Ad oggi collabora con Rosalio blog e sta ampliando la sua esperienza come presentatrice di eventi privati e pubblici, senza mai dimenticare il suo primo amore: la musica.

Federica Minia
  • I palermitani vanno a prostitute?

    Il fenomeno della prostituzione cittadina sta diventando un problema sempre più pressante che richiederebbe una maggiore attenzione per lo sviluppo di soluzioni che potrebbero ovviare a tale fenomeno. l’offerta di prostituzione di strada si concentra in ben determinate vie ad alta percorrenza o in quartieri periferici e le reazioni dei cittadini sono molteplici e ognuna di esse andrebbe analizzata con scrupolo.
    Si potrebbero quasi delineare tre forme di risposta cittadina al fenomeno della prostituzione femminile, visto che sembra essere questa la forma più diffusa e conosciuta.
    Alcuni si rivelano “attratti” da queste donne che, seminude, sostano ai margini della strada offrendo prestazioni sessuali; altri invece si rivelano maldisposti, seccati dalla presenza di costoro; altri ancora provano pena e compassione per la vita che sono costrette a fare. Per quanto riguarda invece i motivi che spingono gli uomini ad avere rapporti sessuali con le “donne di strada” potrebbero essere fondamentalmente tre. Continua »

    Ospiti
  • Sesso in automobile a Palermo

    Dove?… Quando?… Come?…
    Palermo è un comune italiano di 655.614 abitanti, capoluogo della Regione Siciliana, quinto comune italiano per popolazione, con un notevole patrimonio artistico ed architettonico che la rende incantevole e preziosa…bla…bla…bla…! Chi la vive sa che Palermo è una città dalle mille risorse e dalle mille magnificenze, che offre bellissime ville storiche, torri d’avvistamento, caratteristiche tonnare, misteriosi graffiti rupestri e maestose ma anche semplici chiese. Ma cosa si nasconde dietro queste meraviglie, dietro queste location incastonate, dietro queste ampie strade illuminate? dietro questi parchi dove si cammina mano nella mano al chiaro di luna, come si vive la notte? Anzi come la vivono gli amanti, gli innamorati in cerca di intimità e tranquillità? In quegli angoli un po’ più bui, nelle stradine periferiche, nei parcheggi custoditi e non cosa si può trovare di veramente interessante?.
    Se potessimo guardare la nostra città da un altra prospettiva…direi io un po’ più curiosa, magari dalla prospettiva di un uomo o di una donna innamorati, ci chiederemmo: «in fin dei conti Paliammu cosa offre a noi coppiette in economy e senza dimora, in cerca d’amore?, a noi single che vorremmo godere di attimi di puro godimento?!».
    Tutti sappiamo che nel momento in cui la voglia sale anche in un vecchio stanzino o addirittura in piedi, per strada si può soddisfare!… Per così dire naturalmente! Ma chi non ha altra scelta che la macchina, a far l’amore, dove va a Palermo? Quali sono quei posti comodi e appartati in cui godere dell’amore e del sesso “in the car”? Continua »

    Ospiti
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram