Profilo e post di

Sito: http://www.onalim.com/

e-mail: onaliminfo@gmail.com

Biografia: 36 anni. I primi 18 palermitani e gli altri 18 milanesi.
A Milano faccio l'art director in un’agenzia pubblicitaria internazionale e da tre anni e mezzo sono autrice del blog Onalim in cui racconto la Milano ironica, sentimentale, buffa, colorata, imperfetta e non schiava delle mode. Cioè Milano al contrario.
Da piccola impazzivo per la canzone Papaveri e papere. La ascoltavo a casa, in macchina, per strada, ovunque, grazie al mio giradischi portatile.
Oggi le muse ispiratrici di Onalim sono le papere del naviglio che nuotano lentamente controcorrente. Per me sono delle vere e proprie maestre di vita.
Insomma fate attenzione alla musica che ascoltano i vostri figli.

Isabella Musacchia
  • Votate per “Expo 2015 sarà per Milano un’occasione straordinaria?”

    Expo 2015 sarà per Milano un’occasione straordinaria? è un post con cui ho vinto un concorso sull’Expo, e che adesso è in finale al Blogfest nella categoria miglior articolo. Ne sono molto orgogliosa e vi spiego perché.

    Quando ho scritto Expo 2015 sarà per Milano un’occasione straordinaria? non si parlava ancora molto di Expo 2015. Poco dopo purtroppo sì, ma più per gli scandali legati alle mazzette, tanto che sul web girava una foto di San Vittore con su scritto «Il primo padiglione è pronto».

    Il mio articolo è composto soltanto da domande, 46 per l’esattezza. Mi sono chiesta da 46 angolazioni diverse come reagiranno Milano e i milanesi all’Expo.

    «Quante lingue si parleranno sullo stesso tram? Le maghe di Brera stanno imparando l’arabo, il russo e il giapponese? I senzatetto moriranno di fame anche durante l’Expo? E le modelle mangeranno di più? Troveremo una mattina il dito medio di Cattelan sporco di nutella?».

    Ma l’Expo a Milano durerà soltanto sei mesi, dopo i quali tutto tornerà al suo posto, e allora mi sono anche domandata se Milano riuscirà a cogliere l’occasione più straordinaria che le viene offerta.
    Quella di smetterla di fare la prima della classe con il resto dell’Italia.

    Milano ammetterà di poter rappresentare le eccellenze italiane davanti al resto del mondo, anche grazie al contributo del resto dell’Italia e degli italiani?

    “Milano cuore d’Europa” o “Milano cuore d’Italia”?

    Da palermitana che vive e lavora a Milano da 18 anni, spero di sì. Continua »

    Ospiti