lunedì 25 giu

Archivio del 16 febbraio 2007

  • Nascerà il distretto culturale Sant’Anna

    È stato ratificato dalla Giunta comunale un progetto “+per la costituzione del distretto culturale Sant’Anna alla Misericordia. Partecipano il Comune di Palermo (capofila), la Fondazione Cariplo (che contribuirà con 500 mila euro), Civita Servizi, Campodivolo, il Centro studi Aurora Onlus, il Centro San Mamiliano e la Confcommercio Sicilia.

    Il distretto, fra gli altri scopi, mira alla valorizzazione del territorio attraverso un percorso attrezzato turistico-culturale in grado di integrarsi con le iniziative della nuova Civica Galleria d’Arte Moderna. Verrà realizzato un prodotto multimediale che comprende anche la nascita di un sito web e una collana di guide stampate. Il distretto comunicherà con altri beni culturali della città, favorendo un’offerta culturale omogenea. Saranno, inoltre, organizzate visite guidate per varie tipologie di utenti e si darà vita a diversi itinerari che partiranno dal Sant’Anna per raggiungere altri beni culturali che si trovano nel centro storico. Saranno, infine, attivate forme di collaborazione con i tour operator italiani e stranieri e con le agenzie di viaggio, per creare le condizioni necessarie alla realizzazione di appositi pacchetti turistici.

    Palermo
  • Tutti dottori

    Ora che il pericolo corso è stato, più o meno, scongiurato mi “cubitizzo” e trovo la serenità per parlare di un increscioso fatto capitatomi circa una settimana fa. Una sera, improvvisamente, non sento altro dall’orecchio sinistro se non un fischio. Decido dunque, di “passare” la visita dall’otorino, dopo aver provato rimedi più o meno casalinghi: olio, acqua ossigenata, strane candele…ci è mancato poco che ci sparassi un petardo…abbrevio. La diagnosi è foro acustico. Bedda matri penso, diventerò sorda? Non vi dico la felicità nell’apprendere la notizia per una come me che fa la radio da una vita… È come dire ad un cantante che ha una corda vocale fuori uso, ad un marinaio che avrà il mal di mare per tutta la vita, ad un contadino che ha la sciatica e non potrà zappare più, ad un calciatore che ha il liquido al ginocchio e deve smettere di giocare, ad una prostituta che…vabbè.
    Nell’attesa della guarigione, continuo ad uscire tranquillamente con tappo di bambagia provvisorio, manco io so esattamente perché…così tanto per usanza, in questi casi. Inevitabili le domande: E che hai? E come fu? E com’è successo? Ma ti fa male? E bla bla bla. E uno che fa? Risponde, spiega, assuppa le battute di spirito dei colleghi ci sentiamo, se non te la senti.
    Ma la cosa che più di ogni altra mi fa impazzire è che improvvisamente diventano tutti medici sopraffini, espertissimi. Continua »

    Palermo
  • “M’illumino di meno”, Rosalio aderisce

    Oggi è la giornata nazionale per il risparmio energetico (anniversario dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto), promossa da Caterpillar, programma di Radio Due. M’illumino di meno è l’iniziativa che invita tutti a spegnere le luci e tutti i dispositivi elettrici non indispensabili alle ore 18:00 di oggi.

    Ciascuno aderisce in modo diverso: negli anni passati molti ristoranti hanno organizzato cene a lume di candela e le amministrazioni locali hanno spento simbolicamente l’illuminazione delle grandi piazze italiane e dei monumenti più importanti. Lo scorso anno si risparmiò, nella sola ora e mezza di durata della trasmissione, l’equivalente del consumo medio quotidiano di una regione come l’Umbria. Continua »

    Palermo, Rosalio
  • MpA chiede le primarie del centrodestra

    Il Movimento per l’Autonomia ha chiesto che sia a Palermo che a Cefalù si svolgano le primarie per la scelta del candidato sindaco del centrodestra alle amministrative. La richiesta è trapelata dopo una lunga riunione del tavolo politico della Casa delle Libertà a cui hanno partecipato il presidente della Provincia di Palermo, Francesco Musotto e il coordinatore provinciale di Forza Italia Giacomo Terranova; il presidente provinciale Giampiero Cannella e il consigliere provinciale Salvo Coppolino di Alleanza Nazionale, Salvatore Cianciolo e Fedele Migliaccio dell’Udc e Giuseppe Prestigiacomo dell’MpA. Terranova ha dichiarato che «le primarie sono incompatibili laddove un sindaco uscente esprima il desiderio di ricandidarsi».

    A Cefalù attualmente ci sono tre candicati indicati dai partiti: Giuseppe Guercio (Udc), Augusto Cesare (Alleanza Nazionale) e Francesco Dolce (Forza Italia). In tre anche a Gangi (Maria Scialabba – Forza Italia, Giuseppe Ferrarello – Udc e Nino Salerno – An e MpA) e ad Altofonte (Salvo Corsale – Forza Italia, Giuseppe Romeo – Udc e Giovanni Rizzo – An). A Corleone attualmente ci sono quattro indicazioni: Antonio Iannazzo (An), Stefano Gambino (Udc) Ciro Schirò (Forza Italia) e una donna non specificata che si riserva di candidare l’MpA. Ad Alia, Bisacquino, Ficarazzi e Piana degli Albanesi i partiti hanno già trovato l’accordo per ricandidare gli uscenti.

    Palermo
  • La pensilina

    Oggi finalmente ho capito perché non riuscivo mai a prendere l’autobus. Non che i mezzi non passassero: passavano. Solo che non si fermavano. Gli autisti mi vedevano e tiravano dritto. Eppure ero lì, proprio in corrispondenza della pensilina, e mi sbracciavo per segnalare il desiderio di essere preso a bordo. A un certo punto mi ero persino convinto che a Palermo far salire un passeggero su un mezzo pubblico rientrasse nella sfera discrezionale del conducente.
    Spesso mi vedevano e si fermavano molti metri dopo, tanto che ero costretto a inseguirli. Proprio uno di questi autisti oggi mi ha fatto salire facendo un gesto come dire: per questa volta voglio essere buono. E quando sono andato a protestare mi ha spiegato che ero io a essere in torto, e dovevo ringraziarlo, perché quella fermata era stata abolita da un sacco di tempo. Per anni ho aspettato l’autobus a una fermata fantasma.
    In effetti, ora che l’autista caritatevole mi ci ha fatto pensare, una decina di anni fa in questa città hanno piantumato delle nuove pensiline, più piccole ed eleganti. Solo che poi le vecchie pensiline non le hanno mai smontate. Le hanno lasciate lì. Tutte. Come quando compriamo delle scarpe nuove e quelle vecchie non ci decidiamo a buttarle via. Solo che non pretendiamo di indossare contemporaneamente le due paia di scarpe. Continua »

    Ospiti
  • “L’arte d’un tratto” a Palazzo dei Normanni

    Inaugura stasera alle 19:00 e proseguirà fino al 24 febbraio L’arte d’un tratto, mostra antologica di Gianni Li Muli nelle sale Montalto di Palazzo dei Normanni (piazza del Parlamento, 1). La mostra è patrocinata dalla Fondazione Federico II e ha l’alto patrocinio della Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana. Interverrà Gianfranco Micciché. Saranno visibili le principali opere del maestro, ritirate per l’occasione da musei e dalle collezioni private per un omaggio alla sua opera.

    Gianni Li Muli, celebrato agli esordi per lo storico premio Azienda Monopolio banane (1948), è il caposcuola dell’arte della “scaricatura”.

    “L'arte d'un tratto”

    Palermo
  • Torna “Dolcemente salato”

    Ritorna oggi Dolcemente salato, la tre giorni dedicata all’enogastronomia siciliana e ai suoi prodotti di qualità. Un centinaio di espositori, tre laboratori del gusto, due laboratori interattivi, numerose attività collaterali e un premio tradizione e qualità sono gli elementi principali della terza edizione a Villa Boscogrande (via Tommaso Natale, 29). Orari di apertura: oggi dalle 16:00 alle 21:00; domani dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 22:00; domenica dalle 10:00 alle 22:00. Il biglietto d’ingresso costa tre euro: una parte sarà devoluta in beneficenza all’ARC – Associazione recupero cerebrolesi Palermo. Per conoscere le quote di partecipazione ai laboratori e ai workshop e per iscriversi si può telefonare al 333 9453827.

    “Dolcemente salato”

    Continua »

    Palermo
  • “La romanza italiana da salotto” al Conservatorio

    Oggi alle 18:00 nella sala Scarlatti del Conservatorio Bellini (via Squarcialupo, 45) si svolgerà una conferenza-concerto: La romanza italiana da salotto. L’iniziativa è promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune, dall’associazione Kaleidos e dall’Istituto Tostiano.

    Alla conferenza seguirà un concerto con la partecipazione del soprano Elisabetta Giammanco, del tenore Giulio Giuseppe Pellagra, del baritono Giovanni Bellavia e del pianista Roberto Rupo. Ingresso libero.

    Palermo