sabato 23 giu

Archivio del 29 marzo 2007

  • Sarò meno “spigoloso”

    Qualche lettore più attento si sarà accorto che da qualche giorno non ho scritto nessun nuovo post della serie “spigolature delle elezioni comunali”. Non si tratta di una dimenticanza e tante sarebbero le cose da scrivere! Eppure non l’ho fatto e vi dico fin da ora che non posterò come autore parlando di politica da qui al 14 maggio. Non scriverò di politica da autore semplicemente perché sono coinvolto nella campagna elettorale online di uno dei candidati alle prossime elezioni.

    Ho riflettuto parecchio sulla pubblicazione di questo post che, forse, costituisce un eccesso di scrupolo. Da un punto di vista del format del blog Rosalio nulla mi vieterebbe di pubblicare riflessioni politiche, neanche nella mia attuale condizione. Ciascun autore di questo blog è libero di postare ciò che ritiene più opportuno su tutto ciò che riguarda la città di Palermo; nella sua coralità Rosalio rimane un blog non schierato e non aderente strettamente all’opinione del suo singolo autore, ospite o commentatore. Ciò nonostante ho deciso liberamente di procedere nel modo che vi ho già detto, anche per stroncare eventuali insinuazioni sul nascere. Parlerò di queste elezioni talvolta sul mio blog personale.

    Credo che questo post vi fosse dovuto per motivi di trasparenza.

    Rosalio
  • Libera lettura

    Spesso chi torna da un viaggio nelle città del nord Europa racconta con stupore di metropolitane e di stazioni ferroviarie stracolme di persone intente alla lettura.

    A Palermo sono poche le persone che leggono in pubblico, quasi fosse sconveniente farlo, quasi che l’attenzione debba essere dedicata ad altro; purtroppo, sembra che nulla possa sovvertire questa scarsa propensione.

    Durante una discussione sul mio desiderio di conservare ben accatastati in libreria i volumi letti, un’amica mi raccontò della missione di un fantomatico “movimento per la diffusione della libera lettura” i cui aderenti, dopo aver finito di leggere un libro, volutamente lo dimenticano in una sala d’aspetto, in un treno, in una panchina di un giardino pubblico, quale invito ad un lettore sconosciuto.

    Sebbene la mia amica vive, legge e dimentica i suoi libri in Valle d’Aosta, devo dire che trovo suggestiva l’idea di lasciare “Il vecchio e il mare” di Hemingway su una panchina, a Mondello o a Sferracavallo, davanti alle barche dei pescatori.

    Ospiti
  • Inizia il “Tour de Forst”

    Parte stasera alle 22:00 dal Nuovo Montevergini (piazza Montevergini) Tour de Forst, il festival itinerante che unisce musica e birre di tutte le qualità (Forst Sixtus, Vip pils, Kronen e 1857) per festeggiare i 150 anni della Forst.

    Stasera suoneranno i Club Sikane (manouche). Tour de Forst è organizzato da Birra Forst in collaborazione con Alcapone Records e Mira comunicazione. Ingresso gratuito.

    “Tour de Forst”

    Palermo
  • Forattini all’Archivio storico comunale

    Oggi alle 17:00 si terrà una conversazione con Giorgio Forattini all’Archivio storico comunale (via Maqueda, 157). Si parlerà del nuovo libro Regimen. L’incontro fa parte di Voces, il ciclo di discussioni avviate nell’autunno scorso dall’assessorato alla Cultura del Comune con personaggi del panorama culturale, teatrale e artistico. L’ingresso è libero.

    “Regimen”

    Palermo
  • Chiuso il Blow up per disturbo della quiete

    Il Blow up di piazza Sant’Anna è stato chiuso ieri mattina dalla polizia municipale per disturbo della quiete pubblica in seguito alla segnalazione di due residenti.

    Manfredi Lombardo, presidente dell’associazione culturale che gestisce il locale, si chiede se il provvedimento non possa avere motivazioni politiche (Lombardo è candidato in una delle liste a sostegno di Leoluca Orlando.

    Palermo