sabato 20 dic

Archivio del 22 dicembre 2008

  • Sbaroschi chi?

    Albero di Natale 2008 (foto tratta dal fotoblog germana8522’s photos)

    Sbaroschi chi? Questo mi sono sentita rispondere al telefono, venerdì mattina, quando ho chiesto al Comune di Palermo notizie sulle sorti di quelle migliaia di preziosi cristalli che addobbavano l’albero della Palermo felicissima del 2007.
    Lo ammetto: non ci dormivo la notte. Li guardavo come un diabetico guarda i dolci. Li volevo per me.
    Dopo averli visti spalmati sulla vela del carro di Santa Rosalia, pensavo di ritrovarli sul nuovo albero: era la logica soluzione in questo Natale di lacrime e sangue.
    Ma nulla, non ce n’è traccia sul nuovo albero della Palermo “meno felicissima” del 2008.
    Da lì l’idea di andare all’attacco delle agognate pietrine.
    Dopo un rapido conto della serva, mi ero detta: se sono costati un anno fa 64.800 euro (come da delibera per progetto “albero di cristallo”) io ne offro 10.000 – che in tempo di crisi non sono da buttare – e i preziosi cristalli me li arraffo io.
    Nulla da fare: temo che se ne siano perse le tracce. Continua »

    Ospiti
  • Internet angels

    Una decina di anni fa feci scoprire ad una signora, avanti negli anni e già gravemente malata, ma che era sempre stata molto attiva e curiosa nella vita, il mondo di internet. Fino alla morte mi ringraziò dell’opportunità di conoscenza e di relazioni che le avevo svelato. Ricordo la trasmissione TV di tanti anni fa, “Non è mai troppo tardi”, nel corso della quale il maestro Alberto Manzi insegnava ad una lavagna a leggere e scrivere. Il nuovo analfabetismo da combattere oggi riguarda le tecnologie digitali e l’uso di internet in particolare. Se la rete può costituire un fattore di progresso civile ed economico è necessario rimuovere le cause che ne limitano l’uso (digital divide). Vi è un problema generazionale: le nuove generazioni hanno una naturale dimestichezza con le nuove tecnologie che hanno imparato a usare da bambini (videogiochi, playstation, ecc.), mentre i più anziani che volessero cimentarvisi trovano incomprensibili i manuali di istruzione, un po’ perché tradotti banalmente dall’inglese, ma soprattutto perché scritti quasi per addetti ai lavori, dando per scontato i passaggi più elementari. Continua »

    Palermo
  • Si presenta il calendario 2009 di Libera terra

    Oggi alle 17:00 verrà presentato presso la sede di Banca Etica (via Catania, 24) il calendario 2009 di Libera terra. Interverranno il presidente di Libera Palermo Umberto Di Maggio, il direttore e il vicedirettore della filiale palermitana di Banca Etica Steni Di Piazza e Claudia Ciccia e il coordinatore dei soci Banca Etica Sicilia Ovest Calogero Parisi.

    Il calendario rappresenta scene di lavoro, di volontari e soci, su quattro cooperative Libera Terra, con scatti realizzati da fotografi professionisti nel corso del 2008.

    Palermo
  • “Treni in bianco e nero”

    È stata inagurata sabato presso i locali della Galleria CollezionArea (piazzetta Monteleone, 3) la mostra Treni in bianco e nero organizzata dall’associazione Treno D.O.C..

    La mostra propone una testimonianza della storia della ferrovia in Sicilia, illustrando un glorioso passato per rinsaldare nel presente e proiettare nel futuro il ruolo del mezzo ferroviario. Una importante sezione è dedicata alle riproduzioni modellistiche dei treni che hanno fatto e fanno la storia della ferrovia in Sicilia.

    La mostra rimarrà visitabile fino al 20 febbraio dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 13:0 e dalle 16:00 alle 19:00. Ingresso libero.

    “Treni in bianco e nero”

    Palermo, Sicilia