26°C
venerdì 23 ago

Archivio del 28 Dicembre 2006

  • Smog a Palermo nei limiti per l’Amia

    Ieri è stata presentata la Commissione tecnico scientifica antismog appena istituita insieme ad alcuni dati sullo stato dell’aria palermitana negli ultimi cinque anni. Le concentrazioni medie annue di PM10 (polveri sottili) e di benzene rilevate dalle centraline Amia restano complessivamente al di sotto del tetto massimo fissato dalla legge per la protezione della salute umana; il biossido di zolfo è sempre nella norma, il biossido d’azoto è in netta diminuzione e con livelli medi ormai in regola da due anni e il monossido di carbonio e l’ozono sono in pieno trend positivo.

    Relativamente al PM10, la quantità media annua a Palermo è stata nel 2006 di 38,6 microgrammi per metro cubo e nei precedenti quattro sempre inferiore a 40. Altre città hanno dati più preoccupanti. Il fenomeno smog riguarderebbe quindi alcuni valori di punta giornalieri, fortemente influenzati non soltanto dal traffico ma anche da fattori contingenti come le condizioni meteo ed eventuali cantieri, o dal contesto in cui vengono effettuate le misurazioni.

    Palermo
  • Corleone

    Non so se qualcuno di voi, nel mezzo del cammin di vostra vita, si è mai trovato anche per caso in un luogo denominato Corleone.
    Lo stesso nome evoca tutto.
    Dico tutto per semplici ragioni legate al connubio mentale Corleone/Mafia o Corleone/Padrino.

    Arrivando dalla provinciale che passa da Marineo e da Ficuzza (luogo che fa scappare una istintiva risata a chi è di nascita da Roma a salire), l’impatto è subito violentemente normale.
    “Ma come non c’è un cancello con due tipi con le coppole e la lupara al tracollo?” – tipica domanda che mi son sentito fare da parecchie persone che per la prima volta venivano a Corleone e rientravano tra quelle da Milano a salire, dove il termine a salire è l’esatta traduzione del siciliano “acchianari”, spesso usato per identificare una zona geografica che è più al nord di quella specificata.

    “Coppole e lupara? Ma che dite? Corleone è famosa in tutto il mondo per i suoi personaggi illustri come San Bernardo, Bernardino Verro e Placido Rizzotto”. Continua »

    Ospiti
  • Da Palermo a Melbourne

    Lo scorso mese di giugno si è svolto a Melbourne il terzo convegno dei giovani siciliani all’estero. L’incontro, dal titolo “Sicilia senza confini: educare alla cittadinanza”, è stato, per certi aspetti, originale perché ha visto riuniti giovani di origine siciliana provenienti da Australia, Argentina, Canada e Venezuela.

    Il convegno, al quale ho partecipato nella mia qualità di direttore dell’Ufficio per i siciliani all’estero del Se.R.E.S., organismo della Conferenza Episcopale siciliana, ha voluto sottolineare la necessità di dare visibilità agli artisti di origine siciliana all’estero che operano con successo nel mondo e soprattutto in Australia.
    Pensate: registi, come Mario Andreacchio e Monica Pellizzari (vincitrice di numerosi premi al Festival del Cinema di Venezia), pittori, come Aldo Iacobelli e scrittrici, come Melina Marchetta e Anna Maria dell’Oso, che sono protagonisti attivi nel contesto globale del nuovo dialogo interculturale, ma che difficilmente ricevono riconoscimenti da parte dei leaders delle comunità italiane all’estero, dei nostri Consolati e degli stessi Istituti Italiani di Cultura. Continua »

    Ospiti
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram