28°C
domenica 25 ago

Archivio del 5 Aprile 2007

  • La zietta panormitana

    In vista dell’onomastico di mia nonna F., mi preparo “pissicologicamente” all’invasione qui in villa da parte delle sue 4 sorelle, denominate da tutti i discendenti: “le ziette”.

    Le ziette sono una specie tipicamente palermitana purtroppo in via d’estinzione. I loro tratti distintivi sono: età che varia da 60 a 80 anni, la corporatura bassoccia e tondeggiante, i capelli a cherubino coloro oro e/o argento, e occhialoni a fondo di bottiglia. Inizialmente possono sembrare comuni signore, ma in realtà fanno tutte parte della stessa famiglia, da lontano si somigliano tutte e frequentano gli stessi identici posti, dal supermercato al cinema.

    Come tutti i grandi esseri umani hanno le loro discepole affezionate, ognuna ha le proprie, che la venerano e dipendono da lei. Per entrare a far parte del loro club, bisogna intanto essere una donna, rientrare in questa fascia d’età e frequentarle per molti anni, finché un bel giorno vieni chiamata per nome, e tutta la nipotanza sa chi sei. Caratterialmente sono molto simili tra loro ma guai a farglielo notare, sono in competizione serrata da quando erano piccole e all’occorrenza hanno sempre da ridire l’una sull’altra. Tutte sono cuoche espertissime e hanno le loro ricette segrete anche solo per la pasta al pomodoro! Inoltre, fanno dei piatti particolari a cui hanno dato nomi altrettanto bizzarri, ne cito uno per tutti: la carne alla Marescialla; fettina di vitellino sottile sottile, passata nelle patate a purea e poi fritta. Buonissimaaa! Continua »

    Ospiti
  • Finestre

    Certe volte, vado in giro di notte a guardare le finestre accese dei palazzi tra piazza De Gasperi e piazza Europa. Si vede appena una trasparenza di lucciola sospesa nel confine che annuncia la dogana di un’altra vita. Anche le porte sono ingressi, ma raccontano spesso bugie. Se ti aprono una porta, stanne certo, prima si sono spazzolati e pettinati per fare bella figura. Hanno cacciato la polvere dell’odio sotto il tappeto del salotto. Hanno diluito il sangue dell’ultima lite con vigorose passate di cera, perché non si avverta nemmeno l’odore.
    Hanno ripetuto a memoria il copione indicato sul retro dei biscotti del Mulino Bianco per fingere un paio d’ali bianchissime. Hanno spolverato il santino di Maurizio Zamparini benedicente, messo accanto ll’acquasantiera di Santa Rosalia. Hanno preparato un piatto di stigghiole, per mangiarti meglio. La finestra è proprio un’altra cosa. È un varco clandestino. È un flash nel buio. È uno scatto a tradimento che sorprende la verità, nel momento in cui è vera. È una breccia nella trincea di un cuore sconcosciuto, una di quelle trincee che solo l’immaginazione può scavare. Continua »

    Ospiti
  • Jahmento & King Alpha al “Tour de Forst”

    Tour de Forst, il festival itinerante che unisce musica e birre di tutte le qualità (Forst Sixtus, Vip pils, Kronen e 1857) per festeggiare i 150 anni della Forst, prosegue stasera dalle 22:00 allo Zsa Zsa Monamour (piazza Campolo).

    Suoneranno Jahmento & King Alpha + Lorrè (reggae). Tour de Forst è organizzato da Birra Forst in collaborazione con Alcapone Records e Mira comunicazione. Ingresso gratuito.

    “Tour de Forst”

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram