16°C
domenica 26 mag

Archivio del 12 Maggio 2007

  • Presunte irregolarità nella vidimazione delle schede

    Marco Trapanese, segretario dello Sdi di Palermo, ha sollecitato la Digos a recarsi in alcuni seggi per verificare presunte irregolarità nella vidimazione delle schede elettorali.

    Trapanese ha dichiarato: «Nonostante la norma sia chiarissima sul fatto che il plico delle schede elettorali deve arrivare integro fino all’atto di insediamento del seggio, che avverrà domattina, e sul fatto che l’autenticazione delle schede deve essere fatta da uno scrutatore, molti presidenti di seggio, evidentemente male istruiti o male intenzionati, stanno procedendo in questi minuti ad aprire i plichi delle schede, timbrandole e firmandole. […] È una procedura del tutto anomala che di fatto, in base alla legge e alle istruzioni fornite dalla Regione agli stessi presidenti di seggio, comporta l’annullamento delle schede e determinerà domattina grossi ritardi nelle procedure di voto, perché i nostri rappresentanti di lista hanno ricevuto opportune istruzioni per impedire che si voti con schede manomesse dai presidenti».

    Palermo
  • Rinvenuta una scheda elettorale

    Giuseppe Arone, candidato alla prima circoscrizione per la Lista Vizzini per Palermo, ha rinvenuto stamattina in via dei Biscottari una scheda elettorale delle elezioni per il Consiglio comunale di Palermo che si svolgeranno domani e dopodomani. La scheda, che non riportava alcun segno e si trovava vicino a un cassonetto, è stata consegnata in Questura.

    Palermo
  • Ssssst

    Ssssst. Le ultime parole sono ali di falena infrante contro lo sfrigolio del silenzio. La campagna elettorale è finita. Riemergo da un mare di slogan. L’effetto violento è quello della boccata d’aria. Inspirare a pieni polmoni. Mettere su un cd di Battiato (prima, nel caos, non si sarebbe sentito). Prendere gli occhi che avevo lasciato sul comodino. Aprire la porta di casa. Uscire.
    E’ stato un mese affollato di ottici che hanno battuto i palazzi, pianerottolo per pianerottolo, con la loro mercanzia. Vendevano occhiali coloratissimi che mostrano tutto bello. Regalavano occhialini fumè che avvolgono le pupille in una cappa d’ombra. La marca vantata era la stessa per ognuno. Occhiali della fabbrica della verità. Le frasi che li reclamizzavano rivendicavano l’esclusiva.
    Non so voi. Io mi sento un po’ sbattuto nel frullatore delle tonalità cromatiche altrui. Questo silenzio improvviso – questa ghigliottina che taglia le teste e la favella dei candidati – mi riempie la testa di pulsazioni, perfino dolorose. Non ci sono più abituato. Sono uscito stamattina, avvitando il mio vero sguardo al posto giusto, senza un’oncia di collirio. Ho lasciato Franco Battiato a cantare da solo. E ho visto. Continua »

    Ospiti
  • Tipi alimentari a Palermo

    Sul fatto che al palermitano piaccia mangiare credo non ci siano dubbi.
    Ma questa affermazione non è sufficiente a definire l'”animale” palermitano sotto il profilo alimentare.
    Esistono tipi alimentari variegati e qui proverò a descriverne alcuni.

    Onnivori: gli onnivori sono davvero animali rari, ma se ne conosci qualcuno, un vero onnivoro, allora sarà un piacere invitarlo a cena perché non avrai problemi di alcun tipo e potrai sbizzarrirti nelle ricette più strane e improvvisate e lui gradirà sempre e comunque. Ma attenzione, a Palermo trovare un autentico onnivoro è cosa assai difficile, perché c’è chi si definisce tale e poi viene fuori che “io mangio tutto, tranne i legumi”, oppure, “io mangio tutto, tranne la pasta”, o “io mangio tutto, ma le uova no”.

    Carnivori: il carnivoro, proprio come il vegetariano, ha una sua stretta etica. Ovvero se in una pietanza non c’è traccia di carne non riesce a mangiarlo. Inconcepibile la pasta col forno senza ragù, la parmigiana di melanzane senza la fetta di prosciutto, il tramezzino senza salmone, l’aperitivo senza salamino.
    Per il carnivoro “la pizza non è pizza senza sasizza”. Continua »

    Ospiti
  • “Camera con Vista” a Villa Niscemi

    Inaugura oggi alle 18:30 a Villa Niscemi (piazza Niscemi, 2; sala delle carrozze) “Camera” con Vista, soggettiva con scatti dei giovani fotografi palermitani Giuseppe Pizzuto, Alessandra Gullo, Nadia Consiglio, Isidoro Fabio Scozzari e Benedetto Tarantino organizzata da Gigi Giordano col patrocinio del Comune e del sindaco.

    La mostra rimarrà visitabile da domani fino al 20 maggio.

    “Camera con Vista”

    Palermo
  • IX “Settimana della Cultura”

    Ritorna anche quest’anno la IX Settimana della Cultura, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Lo slogan di quest’anno è «C’è l’Arte per te».

    Da oggi e fino al 20 maggio sarà possibile visitare gratuitamente aree archeologiche, monumenti, palazzi, musei e gallerie statali e molti luoghi non statali che hanno aderito all’iniziativa.

    Appuntamenti in Sicilia.

    IX “Settimana della Cultura”

    Palermo, Sicilia
  • Cacciatore, Gebbia e Palazzotto per “VerdeNero”

    Verrà presentato oggi alle 17:00 alla Fiera Internazionale del Libro di Torino (padiglione V, sala “Book”) VerdeNero, un progetto integrato di comunicazione sull’ecomafia di Edizioni Ambiente e Legambiente con pubblicazioni, campagne di mobilitazione ed eventi coordinati sul territorio.

    A fare da apripista saranno Bestie di Sandrone Dazieri e Fotofinish, l’antologia realizzata dai tre palermitani Giacomo Cacciatore, Gery Palazzotto e Valentina Gebbia. Il libro parla del dramma delle corse clandestine di cavalli in Sicilia.

    Gli altri autori sono Carlo Lucarelli, Eraldo Baldini, Massimo Carlotto, Piero Colaprico, Marcello Fois, Giancarlo De Cataldo, Niccolò Ammaniti, Simona Vinci e WuMing.

    “VerdeNero”

    Palermo
  • Monreale, danni alle viti di Liberaterra

    Circa il 70% dei germogli delle viti di un terreno confiscato alla mafia e assegnato alla cooperativa “Lavoro e non solo” che aderisce al consorzio Liberaterra sono state danneggiate. L’appezzamento si trova in contrada Pietralunga a Monreale ed è stato confiscato al presunto mafioso Giovanni Simonetti.

    Don Ciotti, presidente di Libera, ha dichiarato: «È in atto una controffensiva da parte delle organizzazioni mafiose evidentemente preoccupate dai risultati che si stanno ottenendo nei campi della legalità. Non ci faremo intimidire e siamo convinti che i cittadini e le istituzioni sapranno ancora una volta rispondere con fermezza. Ai giovani impegnati quotidianamente nei campi di lavoro dei beni confiscati alle mafie vogliamo dire di continuare ad avere lo stesso coraggio dimostrato finora insieme alla consapevolezza di avere accanto tutta l’Italia che crede nei valori della democrazia, della libertà e della legalità». Continua »

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram