14°C
martedì 12 nov

Archivio del 28 Maggio 2007

  • Palermo is burning!

    ”Palermo is burning”

    Qualche settimana fa quelli de il deboscio hanno messo in rete un pezzo con base dance e voce sintetica che ripete una serie di frasi tipiche di una ventunenne “fighetta” milanese, della sua vita e dei suoi divertimenti. Si chiama Frangetta ma è nota anche come Milano is burning. Linus di Radio Deejay ha subito colto la potenzialità-tormentone del pezzo, l’ha trasmesso in Deejay chiama Italia, il pezzo è finito sul sito e il passaparola è diventato più veloce. Linus ha invitato a realizzare altre versioni “localizzate” e sul sito di Radio Deejay ci sono già quelle di Bergamo e di Bologna.

    Darietto, che fa il deejay, mi ha proposto ancora prima del contest su deejay.it la versione palermitana, chiedendomi se potevamo metterla a disposizione su Rosalio: è nata così Palermo is burning! Simona Cerami, palermitana che studia lingue, ha scritto il testo (esilarante!) e ha ripetuto le frasi tipiche della “frangetta” palermitana con un accento…molto evidente! Pronciuuuu!

    Scarica Palermo is burning.

    Potrete ascoltare il pezzo anche su Radio Time, in particolare in Divieto di siesta con Natale Schiera e Franz, ma pare che oggi passerà anche su Radio Deejay.

    Mai avrei pensato che a 31 anni sarei stato io a prendere per il culo in questo modo le ventunenni e non viceversa. Rosalio ne sta combinando un’altra delle sue, statene certi.

    Buon divertimento!

    AGGIORNAMENTO: a meno di due giorni dalla pubblicazione Palermo is burning è già stata scaricata più di duemila volte… Continua »

    Il meglio di, Palermo, Rosalio
  • Caro disabile

    Caro disabile, ti scrivo… Era l’incipit di una lettera che qualcuno mi ha mostrato. Forse, invece, cominciava così: “Caro portatore di handicap.”. Sicuramente terminava con una firma svolazzante e la richiesta di un voto. Ho rigirato la missiva tra le mani. Nel frattempo quello che ho dentro – cuore, anima, frattaglie, ricordi, parole – avvampava. Capisco che è necessario essere sintetici: la formula “disabile” o quella più lunghetta “portatore di handicap” hanno il pregio della assoluta chiarezza, accompagnato da una discreta brevità, funzionale soprattutto ai tempi convulsi della politica, sotto votazioni. Eppure, certe parole creano il ghetto prima ancora di costruire le sbarre che pietosamente lo conterranno. La gabbia della delicatezza forse taroccata, con la sua asetticità, può diventare un confine invalicabile. Esisti in quanto degno di compassione, di solidale attenzione. Non sei tu, è la tua carrozzina a vibrare nel buio come un faro intermittente. È lei a indicare al venditore professionista di diritti chiamati a torto sogni il profilo del compratore da accattivare nell’urna, con un’offerta calibrata sulle sue esigenze. Avrei – invece – desiderato qualcosa di tremendamente scorretto. Più sterco. Più (malvagia e sincera) umanità. Sarò sbagliato io. Ma preferisco la puzza di una fogna all’assenza di odori. Privilegio il cazzotto in bocca rispetto alla latitanza del contatto. Continua »

    Ospiti
  • Chiude un tratto di corso V. Emanuele

    Da oggi e per circa due mesi sarà chiuso al transito il tratto di corso Vittorio Emanuele compreso tra la via Porto Salvo e la via Tintori. Sarà istituito anche il divieto di transito nel tratto stradale compreso tra la carreggiata settentrionale di piazza Marina (lato Cala) e corso Vittorio Emanuele (prolungamento della via Porto Salvo) e rimarrà chiusa al transito la via Porto Salvo.

    La chiusura riguarda i lavori per il disinquinamento della Cala attraverso un nuovo impianto fognario che depurerà il mare dagli scarichi di 180 mila abitanti. Continua »

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram