12°C
martedì 31 gen

Archivio del 24 Agosto 2007

  • Feriti in incendio a San Martino delle Scale

    Un grosso incendio a San Martino delle Scale sta impegnando dieci squadre dei Vigili del fuoco. Alcuni abitanti sono stati evacuati dalle loro abitazioni e portati in una cava.

    Ci sono diversi feriti e tre di loro intossicati dal fumo sono stati portati negli ospedali Ingrassia e Cervello di Palermo.

    AGGIORNAMENTO n.1: le fiamme sono state spente vicino alle zone abitate ed è in corso la bonifica dei territori. È salito a quattro (tre civili e un Vigile del fuoco) il bilancio dei feriti.

    AGGIORNAMENTO n.2: è salito a 14 il bilancio dei feriti.

    AGGIORNAMENTO n.3: il fronte del fuoco a San Martino è ancora vasto: circa 4 chilometri. Fuoco anche a Scillato.

    AGGIORNAMENTO n.4: rientrato allarme a San Martino delle Scale. Si erano rese necessarie nuove evacuazioni nella zona del cimitero.

    Palermo
  • La New York degli zii d’America

    Era un sogno che si portavano dietro da decenni.
    Molti di loro ancora ragazzini,con i pantaloni corti, salirono a Messina sul ferry-boat
    per raggiungere il continente e poi Napoli, da dove attraversarono un oceano di speranze.
    Li rivedo ancora, in piedi al freddo sui pontili delle navi a vapore per scrutare l’orizzonte,
    e come in un malinconico film di Tornatore puntare il dito sulla bella Miss Liberty che svetta all’entrata del porto del fiume Hudson per poi gridare all’unisono “America!”.

    I discendenti di quegli stessi Siciliani si sono in seguito ribattezzati Sam (Salvatore), Connie (Concetta), Joe (da Joseph, Peppino) ed oggi negli Stati Uniti hanno aperto bar e botteghini, industrie tessili e dolciarie, ristoranti e panifici.

    “Mi ‘nni issi a’ Amierica” sospirava scherzosamente un mio zio, E in America ci andò davvero, dove aprì uno degli allora piú celebri ristoranti degli anni ’50 sulla quinta strada newyorkese.

    New York è un esperimento di vita continuo. È ricca e incredibilmente povera, sporca e pulita, orribile e meravigliosa.
    Lungo l’Hudson si respira tutta la frenesia e l’energia di Manhattan e dei suoi grattacieli. Qui è possibilie fermarsi un attimo, chiudere gli occhi e lasciare che un brivido ci percorra la schiena, perché questo è l’effetto che ti fa New York. Continua »

    Sicilia
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram